Notizia

Ricercatori: il fumo durante la gravidanza promuove la schizofrenia nel bambino


L'esposizione alla nicotina prima del parto influisce sulla salute mentale dei bambini
La maggior parte delle donne è consapevole che il fumo durante la gravidanza può portare a rischi per il nascituro. Tuttavia, secondo gli esperti, anche il 12-25% delle donne in Europa e negli Stati Uniti fuma durante la gravidanza. In un recente studio, un team di ricercatori guidato dal professor Alan Brown del Columbia University Medical Center di New York ha dimostrato che ciò mette a repentaglio anche la salute mentale dei giovani. In seguito i bambini hanno sviluppato la schizofrenia in modo significativamente più frequente se le loro madri avevano fumato durante la gravidanza.

In questo studio, gli scienziati hanno esaminato la relazione tra esposizione prenatale alla nicotina e schizofrenia nella prole. Hanno scoperto che l'alto consumo di nicotina nelle donne in gravidanza aumenta fino al 38% il rischio di una successiva schizofrenia nei bambini. Le donne incinte che fumano rappresentano una grave minaccia per la salute mentale dei propri figli. I risultati dello studio sono stati pubblicati sull'American Journal of Psychiatry.

Esposizione prenatale alla nicotina controllata
Per le loro indagini, i ricercatori hanno utilizzato i dati di uno studio finlandese basato sulla popolazione, che ha raccolto tutti i dati essenziali dalle nascite vive in Finlandia tra il 1983 e il 1998. Qui sono stati identificati 977 casi di schizofrenia della prole. Utilizzando i campioni di siero della madre, che erano anche disponibili, i ricercatori hanno esaminato possibili correlazioni tra il rischio di schizofrenia e l'esposizione alla nicotina (misurata dal livello di cotinina nel siero).

Il rischio di schizofrenia è aumentato del 38 percento
Gli scienziati sono stati in grado di dimostrare che un aumento del livello di cotinina materna era associato ad un aumento del tasso di schizofrenia. "Una grave esposizione materna alla nicotina è stata collegata ad un aumento del 38% del tasso di schizofrenia", scrivono il prof. Brown e colleghi. Questa scoperta era indipendente dall'età della madre, dai disturbi mentali della madre o dei genitori, dallo stato socioeconomico e da altre variabili.

Astenersi dal fumare potrebbe ridurre l'incidenza della schizofrenia
Il presente studio fornisce, secondo i ricercatori, "l'evidenza definitiva che il fumo durante la gravidanza è associato alla schizofrenia". Al contrario, i risultati suggeriscono che la cessazione del fumo da parte di tutte le donne durante la gravidanza potrebbe ridurre significativamente l'incidenza della schizofrenia. In ogni caso, le donne dovrebbero essere consapevoli del rischio che le sigarette rappresentano per i loro bambini non ancora nati durante la gravidanza. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Coimbra, vitamina D e patologie autoimmuni (Settembre 2020).