Notizia

Nuovo studio: il basso consumo di sale favorisce un ictus?


Troppo poco sale danneggia il corpo tanto quanto fa troppo, almeno uno studio in corso condotto dall'internista canadese Salim Yusuf della McMaster University. Uno studio Health ABC pubblicato a gennaio giunge alla stessa conclusione.

Secondo Yusuf, non solo il sale aumenta il rischio di subire un ictus, ma anche troppo poco, trae questa conclusione da uno studio Pure con 101.945 partecipanti provenienti da 19 paesi.

Il sale è vitale
Il cloruro di sodio, il nostro sale da cucina, è vitale. Il sodio è un elemento costitutivo del sangue e consente il metabolismo cellulare. Il cloruro è una sostanza elementare nell'acido gastrico. Senza sale, la struttura ossea soffre, così come la digestione, l'equilibrio idrico e il sistema nervoso.

Lecca il sale animale
Anche gli animali portano sale ai loro corpi: elefanti come cavalli, bovini come cervi. Il sale è l'unica sostanza che una grande varietà di specie animali si nutre dall'esterno - mangiando terra o leccando pietre di sale.

Il sale, ad esempio, è necessario affinché i cervi possano sviluppare le loro corna. Predatori come gatti selvatici o lupi consumano abbastanza sodio attraverso il sangue e la carne delle loro prede.

Le madri hanno bisogno di molto sale durante il periodo di allevamento perché perdono sodio attraverso il latte. Il cambio di pelo porta anche alla mancanza di sale nel metabolismo.

Perdita di sale
Quindi le persone hanno bisogno di sale in modo da mantenere l'equilibrio di liquidi e sostanze nutritive nelle cellule. Le persone sane hanno circa 200 grammi di sale nei loro corpi, come possiamo facilmente capire quando piangiamo o sudiamo.

Se sudiamo o piangiamo molto, dobbiamo aggiungere sale al corpo.

Sale sulle ferite
Troppi sali danneggiano il nostro sistema immunitario e quindi bloccano la guarigione delle ferite, hanno detto i ricercatori di Berlino nel 2015.

Tuttavia, gli animali immagazzinano sale nei tessuti infettivi e lì rafforzano i macrofagi, sono globuli bianchi che uccidono gli agenti causali dell'infiammazione e ogni locale sul Mare del Nord sa che le ferite guariscono meglio nell'acqua salata.

Di quanto sale abbiamo bisogno?
Il sale non è salutare o salutare? La risposta è: il cloruro di sodio generalmente non solo promuove la salute, ma è altrettanto necessario quanto carboidrati, grassi o proteine.

Gli scienziati sono d'accordo su questo. Ma stanno discutendo di quanto sale ha bisogno una persona. In Germania, la maggior parte dei medici consiglia di consumare 5,0 g di sale, che è di circa 2 cucchiaini. L'American Heart Association (AHA) raccomanda anche 3,8 g di sale o 1,5 g di sodio al giorno per evitare infarti o ictus. Tuttavia, i tedeschi consumano in media circa 9 g al giorno e molti 15 g o più.

Gli specialisti del cuore e dei reni, tuttavia, stanno mettendo in discussione gli standard americani, poiché non ci sono quasi studi validi che dimostrino che un ridotto consumo di sale riduce il rischio di attacchi di cuore. Gli studi degli anni '90 e 2000 si contraddicono a vicenda sul rischio di infarto e ictus associato all'elevato consumo di sale.

Differenze etnico-genetiche
Salim Yusuf, che oggi avverte che il consumo di sale è troppo basso, nel 2013 ha affermato che le persone in particolare dall'Asia, che consumavano molto più di due cucchiaini di sale al giorno, erano ad alto rischio di ictus, non americani o europei.

Cardiologi come Franz Eberli di Zurigo confermano Yusuf. Le nostre disposizioni genetiche aprono la strada a quanto sale possiamo prendere. Nelle persone con una predisposizione ereditaria ad una maggiore sensibilità al sale, il sale in quantità maggiore di due cucchiaini al giorno aumenta la pressione sanguigna. La pressione sanguigna cronicamente elevata a sua volta restringe i vasi con la possibile conseguenza di un infarto o di un ictus.

Non solo individui e parenti di sangue hanno una tale disposizione genetica, ma anche gruppi etnici. Secondo Eberli, le persone dell'Africa tropicale e dell'Asia hanno una predisposizione genetica significativamente più comune alla sensibilità al sale rispetto agli europei.

Non abbastanza sale
Secondo Yusuf, i partecipanti allo studio che consumavano meno di tre grammi di sale al giorno avevano maggiori probabilità di contrarre malattie cardiache e ictus. Ciò che fa sì che le quantità di sale siano sensibili al sale è quindi il risultato di una mancanza di sale nelle "persone normali": se c'è una mancanza di sale, il corpo probabilmente rilascia ormoni che aumentano la pressione sanguigna.

Dov'è il centro?
Yusuf non ha dubbi sul fatto che un consumo estremamente elevato di sale favorisca gli ictus, ma anche la mancanza di sale. Secondo lui, il consumo moderato di sale è più salutare di meno.

Di conseguenza, i soggetti che ingerivano giornalmente dai quattro ai cinque grammi di sale presentavano il minor rischio. Morire per malattie cardiovascolari a meno di tre grammi aumentava il rischio.

Ipertensione
Nelle persone sane, il rischio è aumentato solo quando il consumo di sale era troppo basso, ma non quando il consumo di sale era elevato. Tuttavia, la situazione è diversa per i pazienti con ipertensione arteriosa: per loro, il rischio di malattie cardiovascolari è aumentato con troppo poco e troppo sale.

In breve, la linea di fondo è: nelle persone senza sensibilità al sale, non esiste alcun legame tra elevato consumo di sale e malattie cardiovascolari, ma è molto bene tra basso consumo di sale e tali disturbi.

Tuttavia, le persone con ipertensione, che è il 5% della popolazione, sono esposte a un rischio maggiore con un consumo di sale di oltre 6 grammi al giorno.

Vari effetti
Il sale, cioè sodio e cloruro, non funziona in modo isolato. Pertanto, la domanda "troppo o troppo poco sale" è spesso una discussione falsa.

La punta di nuotare nel mare con piccoli infortuni e poi asciugarsi al sole non si riferisce automaticamente al sale come fonte di guarigione. Anche il calore, l'acqua e gli oligoelementi possono svolgere un ruolo.

Effetti negativi simili si applicano anche in senso negativo: che dire di qualcuno che consuma molto sale con l'altro stile di vita? I prodotti finiti con molto sale, come patatine o zuppe in scatola, di solito mancano di vitamine, contengono molti grassi insaturi e carboidrati semplici, cioè molto zucchero.

I pazienti che consumano molti di questi prodotti finiti con "sale nascosto" di solito non esercitano abbastanza e usano stimolanti dannosi come alcol e sigarette.

Nelle donne in gravidanza, la mancanza di sale è altrettanto problematica della mancanza di altri nutrienti di cui il feto ha urgente bisogno per il suo sviluppo. I bambini con un basso peso alla nascita spesso hanno anche un basso contenuto di sodio.

Le persone anziane che consumano pochissimo sale da molto tempo hanno maggiori probabilità di rompersi i fianchi e soffrire di capacità mentali.

L'OMS raccomanda di non assumere più di cinque grammi di sale al giorno.

Poco è stato studiato su come il sodio e il cloruro influenzano il corpo. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Ictus: sintomi, cause e fattori di rischio (Agosto 2020).