Notizia

Molti medici non hanno alcuna responsabilità: a danno dei pazienti


Molti medici non hanno un'assicurazione di responsabilità professionale. Per i pazienti, ciò significa che più grave è l'errore terapeutico, meno tali dottori possono pagare il danno.

I medici che lavorano in modo permanente in un ospedale sono soggetti a contributi previdenziali - secondo il Tribunale sociale statale della Bassa Sassonia a Brema.

Un paziente non può verificare se il medico curante ha assunto la responsabilità - non esiste un registro pubblico di registrazione. I medici sono obbligati a stipulare un'assicurazione di responsabilità professionale, ma questo è difficilmente controllato. Poiché tale assicurazione può costare decine di migliaia di euro, ad esempio per i chirurghi, alcuni medici risparmiano questi costosi contributi.

In caso di errore terapeutico, il medico è tenuto a pagare. Tuttavia, se le persone colpite vanno in tribunale, a volte i procedimenti possono richiedere anni in cui la parte lesa può andare in rovina finanziaria, ad esempio perché non sono in grado di lavorare o devono pagare per terapie costose, finora i pazienti non hanno una protezione legale generale .

Più gravi sono gli errori nel trattamento e maggiore è il risarcimento, maggiore è il rischio che il medico non sarà in grado di pagare privatamente dopo il verdetto di colpevolezza. Ancora di più: le vittime devono sopportare avvocati, opinioni di esperti e assistenza post-cura. Un controllo da parte delle associazioni mediche per vedere se i medici hanno stipulato un'assicurazione di responsabilità professionale è atteso da tempo. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COVID19 - für Hörgeschädigte - per audiolesi - por porsones cun dificoltés da aldí (Ottobre 2020).