Notizia

Semaforo verde per "foto shock" sulle scatole di sigarette


La Corte costituzionale federale respinge l'urgente domanda di un produttore di tabacco
Karlsruhe (jur). Con una decisione pubblicata venerdì 20 maggio 2016, la Corte costituzionale federale di Karlsruhe ha respinto l'urgente domanda del produttore contro la Tobacco Products Act (numero di fascicolo: 1 BvR 895/16). Questo apre la strada per le "foto shock" sulle scatole e le restrizioni sugli additivi.

La direttiva UE è stata adottata nel 2014. La Germania li ha attuati solo all'ultimo minuto con la Tobacco Products Act del 4 aprile 2016. La legge è entrata in vigore il 20 maggio 2016, l'ultimo giorno del periodo di attuazione. Fino ad allora, i prodotti del tabacco fabbricati secondo i vecchi regolamenti possono essere venduti per un altro anno fino al 20 maggio 2017.

In particolare, le nuove normative prevedono avvisi di avvertimento più ampi con foto che mostrano danni alla salute causati dal fumo, come polmoni o denti rotti. Affinché le sigarette non possano essere offerte a prezzi di paghetta, una scatola deve contenere almeno 20 sigarette. Il mentolo e altri additivi sono vietati se si sovrappongono chiaramente al gusto del tabacco e danno alla sigaretta un "gusto caratteristico". Anche i regolamenti per le sigarette elettroniche sono inaspriti.

Con sentenza del 4 maggio 2016, la Corte di giustizia europea (CGE) a Lussemburgo ha confermato la direttiva sul tabacco (numero di fascicolo: C-358/14 e altri; relazione JurAgentur dal giorno della sentenza). Il mentolo e altri aromi dovrebbero rendere più piacevole il fumo e facilitare l'inizio del consumo di nicotina. Ciò è contrario all'obiettivo europeo di ridurre il consumo di tabacco. Inoltre, i singoli paesi dell'UE hanno affrontato questo problema in modi molto diversi. Pertanto, è giustificato un regolamento uniforme per l'intero mercato interno dell'UE.

Con la sua urgente domanda alla Corte costituzionale federale, un produttore di tabacco voleva fermare almeno temporaneamente l'attuazione della direttiva in Germania. Si oppone in particolare alle "foto shock" e al divieto di "caratterizzare" gli additivi. Ciò violerebbe la sua libertà professionale e commerciale, la sua libertà di espressione e altri diritti fondamentali.

La Corte costituzionale federale ha respinto la richiesta urgente. Si riferiva alla giurisprudenza della CGUE e seguiva ampiamente il ragionamento. I regolamenti hanno servito l'importante obiettivo di ridurre le barriere del mercato nel mercato interno dell'UE. Un altro obiettivo è la protezione della salute "e quindi un obiettivo di interesse pubblico estremamente importante di rango costituzionale".

Questi obiettivi potrebbero giustificare l'interferenza con i diritti dei produttori, sottolineavano i giudici di Karlsruhe. Gli ostacoli per la sospensione di una legge in procedimenti urgenti sono particolarmente elevati. "Questo parametro deve essere rafforzato se viene richiesta un'ingiunzione temporanea, che ha lo scopo di sospendere l'attuazione di una norma legale che traspone le disposizioni obbligatorie del diritto dell'Unione europea nel diritto tedesco", afferma la decisione di Karlsruhe del 18 maggio 2016.

Un'ingiunzione provvisoria contro la legge presuppone quindi che il richiedente "sia a rischio di un danno particolarmente grave e irreparabile". Il produttore di tabacco non è stato in grado di dimostrare tale "danno irreparabile ed esistenziale". forni a microonde

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Immagini choc nei nuovi pacchetti di sigarette (Agosto 2020).