Notizia

Le attività ricreative più attive riducono significativamente il rischio di cancro


Le attività fisiche ricreative proteggono da vari tumori rari e comuni
Il cancro è una malattia che oggi rappresenta una grave minaccia per le persone della nostra società. Per anni, i medici hanno cercato modi per prevenire lo sviluppo della malattia o fornire un trattamento migliore. Ora i ricercatori hanno scoperto che la partecipazione ad attività ricreative aiuta ad aumentare in modo massiccio la protezione contro una varietà di tumori.

Gli scienziati del National Institutes of Health hanno scoperto in un'indagine che le persone attive che svolgono molta attività fisica nel loro tempo libero sono meglio protette da vari tipi di cancro. I medici hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista "JAMA Internal Medicine".

L'attività fisica nel tempo libero migliora la protezione contro 13 dei 26 tumori
Per la loro indagine, i ricercatori avevano analizzato i dati di dodici studi precedenti e, con poche eccezioni, tutte le persone avevano una migliore protezione contro 13 tumori su 26 se fossero più attivi nel tempo libero. Circa 1,44 milioni di persone hanno preso parte ai dodici studi, affermano i medici. I risultati sono stati chiari: le persone più attive avevano un rischio inferiore del 42% di cancro esofageo, un rischio inferiore del 27% di cancro al fegato, un rischio inferiore del 26% di cancro ai polmoni e un rischio inferiore del 23% di sviluppare cancro ai reni, spiegano gli autori .

Anche tenendo conto del peso corporeo, i ricercatori sono stati in grado di determinare un ridotto rischio di cancro per dieci dei 13 tipi di cancro, che è innescato da livelli più elevati di attività fisiche per il tempo libero, afferma il Dr. Steven C. Moore del National Institutes of Health. Per quanto riguarda il fumo, una ridotta attività fisica influisce solo sul rischio di cancro ai polmoni e altri tumori associati al fumo. Tuttavia, l'attività più elevata aumenta anche il rischio di melanoma maligno del 27 percento e il rischio di cancro alla prostata aumenta di circa il cinque percento, aggiungono i medici.

L'attività fisica potrebbe diventare un componente chiave nella prevenzione del cancro
I nostri risultati mostrano che queste relazioni possono essere ampiamente generalizzate tra diverse popolazioni, comprese le persone in sovrappeso e obese o le persone che fumano, spiega il Dr. Torbiere. Questi risultati supportano la promozione dell'attività fisica come componente chiave della prevenzione del cancro in tutta la popolazione. Lo studio ha esaminato l'esercizio fisico nei vari studi. Gli esperti hanno cercato di misurare quanta energia al minuto (misurata in MET, "equivalente metabolico del compito") è stata spesa per attività specifiche. Ad esempio, un'attività moderata come camminare richiede da 3 a 5,9 MET. Una corsa più veloce ha già usato più di 6 MET, spiegano gli autori.

Ai partecipanti inclusi nell'analisi è stato chiesto delle loro attività specifiche come camminare, correre o nuotare. I medici hanno anche determinato la partecipazione settimanale ad attività moderate. La media per la maggior parte dei partecipanti era di circa otto MET l'ora alla settimana, il che corrisponde a circa 150 minuti di attività moderata come la normale camminata, affermano i ricercatori. Gli autori dello studio hanno anche esaminato gli effetti su molti tumori rari. In un certo senso, sono stati in grado di confermare ciò che i medici avevano visto con i tumori più comuni. Questa è una buona notizia, perché l'attività fisica potrebbe anche diventare un'importante strategia per ridurre il rischio di rari tipi di tumore, spiegano gli scienziati. Tuttavia, ora sono necessarie ulteriori ricerche per determinare quali meccanismi sono coinvolti nella riduzione del rischio di cancro, aggiungono gli esperti. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Idee Imprenditoriali Innovative e Vincenti per il Futuro: Cosa Avviare per Far Soldi? (Agosto 2020).