Notizia

Giudizio: il dentista deve informare su metodi anestetici alternativi


OLG Hamm assegna al paziente € 4,00 per dolore e sofferenza
(Jur). Altrimenti, possono essere responsabili delle conseguenze per la salute dell'anestesia in caso di procedura impeccabile, come deciso dal Tribunale regionale superiore (OLG) Hamm in una sentenza annunciata mercoledì 18 maggio 2015 (numero di fascicolo: 26 U 199/15).

Nel caso di trattamenti dentali dolorosi, l '"anestesia di infiltrazione" viene solitamente utilizzata sulla mascella superiore e l' "anestesia di piombo" sulla mascella inferiore. In entrambi i casi, la puntura si svolge all'interno della bocca vicino al dente interessato.

In alternativa, viene ora utilizzata "anestesia intraligamentaria". L'anestetico viene iniettato nella piega tra il dente e le gengive. Se la pressione è abbastanza elevata, l'agente raggiunge la radice del dente, dove anestetizza le fibre nervose in arrivo. Con i denti posteriori della mascella inferiore, tuttavia, questo metodo è possibile solo in misura limitata.

Nel caso ora deciso dall'OLG Hamm, un paziente di 31 anni di un dentista a Bielefeld aveva dolore alla mascella inferiore. Prima del trattamento, il dentista ha anestetizzato l'area interessata come al solito usando l'anestesia di linea. Il dentista non ha discusso della possibile alternativa all'anestesia intraligamentare.

Giorni dopo, il paziente aveva ancora la lingua intorpidita e formicolante. Ha accusato il suo dentista di un trattamento errato. Con l'eccezione della punta, la sua lingua era ancora insensibile. Apparentemente il dentista aveva danneggiato un nervo della lingua. Per questo, il paziente ha richiesto un risarcimento per dolore e sofferenza di 7.500 euro e ulteriori danni.

L'OLG Hamm gli ha assegnato un risarcimento per dolore e sofferenza di 4.000 euro. Gli esperti consultati dal tribunale non sono stati in grado di determinare un trattamento errato. Le lesioni nervose sono anche possibili con un'anestesia di linea adeguata.

Tuttavia, il dentista non è riuscito a informare i suoi pazienti sulla possibilità di anestesia intraligamentare. Questa era "una vera alternativa" ed era già stata "lo standard nello studio dentistico ambulatoriale" nel 2013. Il dentista ha dovuto informarlo e dare al paziente la scelta.

Senza questo chiarimento, il consenso del paziente all'anestesia della linea era inefficace e l'intero trattamento era quindi illegale, il Tribunale regionale superiore ha stabilito nella sua sentenza del 19 aprile 2016. L'importo del risarcimento per il dolore e la sofferenza era fissato a soli 4.000 euro perché l'intorpidimento della lingua nel frattempo stava diminuendo drasticamente. (mwo / fle)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Acufene: i passi da fare per curarti (Ottobre 2020).