Notizia

Il cancro può rendere fragili le ossa


La metastasi ossea è una conseguenza comune del cancro
Molti malati di cancro sviluppano le cosiddette metastasi ossee nel corso della malattia, che indeboliscono il loro scheletro e possono causare ulteriori disturbi. Oggi, tuttavia, le persone colpite hanno spesso la possibilità di cure terapeutiche che, a differenza di circa 15 anni fa, possono anche ottenere la libertà dai tumori, riferisce l'ospedale universitario di Friburgo. Il medico senior presso la clinica di ortopedia e chirurgia del trauma presso il centro medico dell'Università di Friburgo, Dr. Georg Herget spiega in un attuale comunicato stampa quali conseguenze hanno le metastasi ossee per il paziente affetto e quali opzioni di trattamento sono disponibili.

A capo dell'ora speciale di consultazione e delle metastasi ossee della scheda tumorale presso la Clinica universitaria di Friburgo Herget ha familiarità con i sintomi e può riferire sui problemi delle persone colpite dalla pratica. Il medico senior conosce anche le opzioni di trattamento e sa che i pazienti possono essere spesso aiutati oggi. Non è insolito per la rimozione chirurgica delle metastasi di ottenere nuovamente la libertà dai tumori e, anche se una cura non è più possibile, le metastasi possono almeno essere controllate al fine di mantenere o persino migliorare la qualità della vita, spiega l'esperto.

Il dolore osseo può essere un'indicazione
Secondo le informazioni del Centro medico universitario di Friburgo, circa uno su due pazienti sperimenta metastasi ossee nel corso della malattia, ad esempio come insediamenti di tumori al seno, alla prostata o ai polmoni. In linea di principio, quasi tutti i tumori sono in grado di formare metastasi ossee, sottolinea il Dr. Herget. Questi sarebbero spesso scoperti durante gli esami di routine per le metastasi, che sono destinate a tutti i pazienti con tumore. "Nelle persone a cui è stato diagnosticato un cancro in passato, il dolore osseo è un possibile indicatore di metastasi", continua Herget. Secondo l'esperto, i malati segnalano spesso lamentele nell'anca o nella colonna vertebrale. Contrariamente alle lamentele con le diffuse malattie scheletriche degenerative come l'osteoporosi, le lamentele sono spesso inizialmente evidenti a riposo e compaiono solo in seguito sotto stress.

Le ossa rotte sono una possibile conseguenza
Se i pazienti con malattia tumorale mostrano dolore corrispondente, questo dovrebbe essere chiarito da un medico al più tardi dopo due o tre settimane di reclami, avverte il Dr. Le ossa rotte possono anche essere un'indicazione della formazione di metastasi ossee, continua l'esperto. Secondo Herget, le interruzioni che si verificano con un impatto minimo o nullo, ad esempio perché la persona è stata spinta, sono particolarmente sospette. Queste sono note come fratture patologiche nella comunità medica, spiega il medico. La rottura e il rimodellamento della sostanza ossea durante la formazione di metastasi crea un'instabilità che può portare alla fine a una rottura.

Diagnosi delle metastasi ossee
Se i pazienti con sospette metastasi ossee vengono all'esame, i raggi X o la tomografia computerizzata vengono generalmente eseguiti per primi. La cosiddetta scintigrafia scheletrica può anche essere utilizzata per la diagnosi. Questo “accumula una sostanza nell'area dell'osso metastatico; possibili metastasi possono quindi essere identificate su un'immagine di tutto il corpo ", spiega il dott. La risonanza magnetica e le biopsie (prelievo di campioni di tessuto) sono possibili come ulteriori metodi diagnostici e altri metodi possono anche essere utilizzati, a seconda dei singoli sintomi della persona interessata.

La terapia dovrebbe mantenere la mobilità
Se vengono rilevate metastasi da cucina, viene pianificata la rimozione chirurgica, ma ciò non può essere effettuato per tutte le persone colpite. Se una cura non è più possibile in questo modo, secondo l'esperto, ci sono ancora molte opzioni per mantenere o ripristinare la qualità della vita delle persone colpite. Ad esempio, la chirurgia preventiva può prevenire un osso rotto o le metastasi possono essere controllate localmente oltre alla terapia farmacologica, ai rapporti sulle radiazioni, al dott. In termini di qualità della vita, la priorità principale è mantenere la mobilità.

Stile di vita non necessariamente limitato
Secondo il medico, possono anche essere utili procedure conservative come un corsetto per sostenere e proteggere le ossa fragili. Perché i pazienti avrebbero meno paura dell'attività fisica. Ultimo ma non meno importante, va notato che, oltre ai casi gravi, ci sono anche risultati in cui le metastasi ossee non hanno conseguenze dirette sullo stile di vita. Attività come il ciclismo e l'escursionismo sono spesso possibili senza paura dopo essere state informate, riferisce l'esperto. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: metastasi osse (Agosto 2020).