Notizia

Dovremmo conoscere questi segni di ictus: molti decessi sarebbero evitabili


Giorno contro l'ictus: riconoscere i sintomi principali
Ogni anno oltre un quarto di milione di tedeschi subiscono un ictus. Questa è una delle cause di morte più comuni in Germania: in un'emergenza è importante riconoscere i sintomi e agire rapidamente. Molti colpi potrebbero essere evitati con una migliore prevenzione.

Oltre un quarto di milione di colpi all'anno
Circa 270.000 persone subiscono un ictus in Germania ogni anno. In molti casi, la mancanza di conoscenza dei sintomi dell'infarto cerebrale e della loro importanza impedisce le cure mediche necessarie e tempestive per le persone colpite. Per un aiuto rapido e vitale, è importante riconoscere i sintomi. Gli esperti sanitari forniscono informazioni sulla "Giornata contro l'ictus" a livello nazionale. Deutsche Stroke aiuta a scrivere sul suo sito Web: "In Germania si potrebbero prevenire oltre 130.000 colpi all'anno, evitando e controllando i fattori di rischio. La "Giornata contro l'ictus" a livello nazionale del 10 maggio 2016 è quindi sotto il motto "Stop the stroke - enfaticamente contro l'alta pressione!"

Ogni secondo colpo potrebbe essere prevenuto
Circa uno su due in Germania avrebbe potuto essere prevenuto se fossero stati prevenuti fattori di rischio come diabete di tipo 2, fibrillazione atriale, disturbi del metabolismo dei grassi e ipertensione. “L'ipertensione è il fattore di rischio più comune per l'ictus. La German Hypertension League stima che da 20 a 30 milioni di persone ne soffrano solo in Germania. Sono tutti almeno quattro volte più probabilità di avere un ictus. Il motivo principale di ciò è l'arteriosclerosi (restringimento e indurimento delle navi), una conseguenza dell'alta pressione ”, riferisce l'aiuto dell'ictus tedesco.

Agire rapidamente può salvare vite
Il rapido trattamento di emergenza è particolarmente importante per la sopravvivenza in caso di infarto cerebrale. È quindi importante riconoscere importanti segni di ictus e agire rapidamente. Un infarto cerebrale è sempre un'emergenza in cui la persona interessata deve ricevere assistenza professionale il più rapidamente possibile e portata in ospedale. È quindi importante che la chiamata di emergenza venga effettuata immediatamente al 112. In caso di incertezza, la cosiddetta regola FAST può aiutare a identificare un ictus e agire correttamente.

Chiedi al paziente di sorridere
Le lettere FAST stanno per "Face, Arms, Speech, Time". In questo test, che fa anche parte dell'addestramento del personale di soccorso, l'interessato è invitato a sorridere. Se funziona solo da un lato, indica emiplegia. Alla persona viene anche chiesto di allungare le braccia in avanti mentre alza i palmi delle mani e mantiene questa posizione per dieci secondi. In caso di paralisi, non è possibile sollevare entrambe le braccia, cadono rapidamente o ruotano verso l'interno. Un'altra opzione è lasciare che l'interessato ripeta una semplice frase. Se non è in grado di farlo, la voce suona sbiadita o le parole e le sillabe vengono inghiottite, quindi c'è un disturbo del linguaggio. L'ultimo punto del test si riferisce al tempo e ai mezzi per chiedere aiuto immediatamente sul numero di emergenza 112 se uno dei tre test brevi è sospetto. Il test FAST può anche essere eseguito con un'app (per IOS e Android) che la guida tedesca Stroke offre gratuitamente.

Riconosci i sintomi
I sintomi dell'ictus che sono facili da individuare includono un improvviso abbassamento della bocca, un linguaggio confuso o l'incapacità di parlare. Se la persona interessata lamenta anche intorpidimento del braccio, delle gambe e del viso, vertigini, difficoltà nella deglutizione, disturbi visivi o disturbi della funzione motoria delle mani o dei piedi, il sospetto è evidente. Spesso i sintomi non sono associati a un ictus, soprattutto se il mal di testa è assente come sintomo principale. E anche se colpisce pazienti più giovani, un ictus spesso non viene considerato perché è più probabile che sia associato agli anziani.

Il mini-colpo può passare quasi inosservato
Come riporta la German Stroke Society (DSG), anche il "mini stroke" rappresenta un'emergenza. Questo può passare quasi inosservato. "Una paralisi temporanea, disturbo del linguaggio o della vista, il cosiddetto attacco ischemico transitorio (TIA), è un possibile presagio di un ictus maggiore", hanno detto gli esperti. TIA è un disturbo circolatorio nel cervello. I sintomi sono simili a quelli di un ictus, ma di solito si risolvono entro un'ora o due. Le statistiche mostrano che una persona su dieci che nota tali segni avrà un ictus nei prossimi giorni. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Ictus Ischemico: la trombectomia meccanica novità di trattamento (Agosto 2020).