Notizia

Colpisce anche i pazienti più giovani: ictus all'età di 29 anni


Malattia degli anziani? - L'ictus colpisce anche i ragazzi
Sebbene sia considerata una malattia degli anziani, anche i giovani soffrono di ictus. Sebbene i sintomi siano gli stessi in tutte le fasce d'età, i giovani spesso attendono settimane per una diagnosi perché spesso non si prevede che abbiano un ictus.

L'ictus colpisce anche i giovani
Alcuni anni fa, uno studio è stato pubblicato sulla rivista specializzata "The Lancet", che ha dimostrato che i giovani sono sempre più colpiti da un ictus. A quel tempo, la German Stroke Society (DSG) e la German Society for Neurology (DGN) hanno sottolineato che circa ogni 20 ° ictus si verifica in un bambino o in un adolescente. Sebbene i sintomi siano gli stessi in tutte le fasce d'età, l'ictus è spesso riconosciuto in ritardo nei giovani. Tuttavia, un'azione rapida è vitale per un ictus. Le ultime notizie dall'agenzia di stampa dpa parlano del destino di un giovane colpito.

270.000 colpi all'anno
La menomazione di Claudia B. non viene notata dagli sconosciuti. Ma se il 34enne impiega un po 'di più alla cassa del supermercato o il suo denaro scivola tra le dita, le persone in attesa dietro di lei diventano spesso impazienti. "Non puoi vederlo a prima vista, ma sono limitato", ha detto la donna che vive vicino a Karlsruhe. "Non ho nessuna sensazione sul lato destro del mio corpo. Posso camminare e afferrare, ma a volte cado un po '. ”Cinque anni fa - all'età di 29 anni - Claudia B. ebbe un ictus. Secondo la Dpa, è una delle 10.000 - 40.000 persone stimate in Germania che soffrono di un ictus in giovane età, cioè sotto i 50 anni. A livello nazionale, circa 270.000 persone soffrono di un ictus ogni anno.

La ragione più comune per le disabilità permanenti
Come spiegato nel rapporto, gli ictus sono causati da disturbi circolatori nel cervello, che sono causati in circa l'80% dei casi dal blocco dei vasi sanguigni (ischemico). Il sanguinamento nel tessuto cerebrale è meno spesso la ragione (emorragica). Secondo il portavoce del DSG, Joachim Röther, gli ictus sono la terza causa di morte in Germania e la ragione più comune per le disabilità permanenti. Come ha spiegato il responsabile della neurologia presso Asklepios Klinik Altona, il rischio di ictus generalmente aumenta esponenzialmente con l'età. Questo perché i fattori di rischio aumentano con il numero di anni di vita. Questi includono fibrillazione atriale, ipertensione, livelli lipidici elevati, sovrappeso e obesità o le conseguenze di decenni di fumo.

Riconosci i sintomi per tempo e salva la vita
È di particolare importanza riconoscere tempestivamente i sintomi dell'ictus e quindi salvare vite umane. L'aiuto per l'ictus tedesco ha sviluppato un'app speciale per l'ictus disponibile gratuitamente. Come ha spiegato Ulf Bodechtel, capo medico della Clinica Bavaria a Kreischa, in Sassonia, nel rapporto dell'agenzia, la diagnosi nei giovani pazienti è generalmente più difficile. Se viene immediatamente diagnosticato un ictus negli anziani che improvvisamente soffrono di disturbi del linguaggio o paralisi, i giovani spesso attendono molto tempo per la diagnosi. "I sintomi sono identici in tutte le fasce d'età, ma le persone anziane hanno maggiori probabilità di pensarci", ha detto Bodechtel. Nei pazienti più giovani, la malattia viene talvolta diagnosticata solo dopo settimane.

"Questo riguarda solo le persone anziane"
Questo è stato anche il caso di Claudia B. L'assistente tecnico farmaceutico inizialmente aveva forti mal di testa che erano peggiori delle emicranie che conosceva. All'inizio era in congedo per malattia, ma le lamentele che arrivavano in lotti peggiorarono: "Dopo dieci giorni, ho notato che la mia parte destra era paralizzata e non potevo emettere una frase", ha detto la donna, che è andata da un neurologo e poi in è stata indicata una clinica in cui un esame mediante risonanza magnetica (MRI) ha portato alla fine la diagnosi: ictus con una cosiddetta dissezione, in cui sanguina nella parete del vaso e lacera la parete interna di un vaso sanguigno. La nave viene successivamente ristretta o può chiudersi. "La diagnosi di ictus è stata uno shock", ha detto Claudia B. "Fino ad allora, ho pensato che riguardasse solo le persone anziane." Dopo la diagnosi, ha dovuto rimanere in ospedale e immediatamente è andato in un reparto di ictus - una stazione di ictus. Dopo sette giorni in clinica, il suo disturbo del linguaggio era scomparso, ma l'emiplegia no.

Ritorno noioso alla vita
Come per molti altri pazienti, per Claudia B. è iniziata una noiosa strada per tornare alla vita Ha trascorso un totale di 18 settimane in una clinica di riabilitazione. Mentre i sintomi dell'ictus, la terapia e il tipo di riabilitazione sono simili in tutte le fasce d'età, i giovani hanno una prognosi migliore. "L'obiettivo degli anziani è spesso quello di evitare o ridurre la necessità di cure a lungo termine", ha spiegato Bodechtel. “Al contrario, i giovani vogliono essere reintegrati nella loro vita professionale. Pertanto, i pazienti spesso effettuano diversi rehab per ottenere il miglior risultato. ”Il passaggio dalla riabilitazione ospedaliera, in cui sono curati tutto il giorno, alle cure ambulatoriali, se solo un terapista viene occasionalmente, è stressante per molte persone. "Dopo la riabilitazione ospedaliera, molti cadono in un buco", dice Röther. Claudia B. è ancora compromessa, ma: "Ho accettato che le cose non sono più così facili e che devo accettare aiuto." Si accorge anche che le persone che aspettano al supermercato sono scontente quando pagano un po 'di più esigenze. "Ma non mi interessa ora." (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Pronto Medicina Facile - Ictus, capire i sintomi per anticiparlo (Agosto 2020).