Notizia

Studio dello smog: la polvere fine aumenta enormemente il rischio di cancro


Nuovo studio: l'inquinamento atmosferico aumenta significativamente il rischio di cancro
Molte persone sono consapevoli che l'inquinamento atmosferico può comportare rischi significativi per la salute. Un nuovo studio ha ora rivelato che alti livelli permanenti di particolato aumentano significativamente il rischio di morte per vari tipi di cancro.

L'inquinamento da polveri sottili rappresenta un rischio elevato per la salute
È noto da tempo che alti livelli di particolato rappresentano un pericolo per la salute. Secondo gli esperti medici, le minuscole particelle possono danneggiare il tratto respiratorio, esacerbare malattie polmonari come l'asma e il polmone fumante o persino causare un infarto o un ictus. Anni fa, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha classificato l'inquinamento atmosferico come cancerogeno. Un nuovo studio ha ora confermato quanto siano pericolose le particelle di polvere inalata. Le persone anziane hanno quindi maggiori probabilità di morire di cancro se sono esposte a livelli permanenti di particolato.

Significativamente aumentato rischio di cancro da inquinamento atmosferico
Come riportano gli scienziati di Hong Kong e della Gran Bretagna sulla rivista "Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention", l'aumento del rischio si applica a una vasta gamma di tipi di tumore. Il team di ricerca ha utilizzato i dati di 66.280 persone di età pari o superiore a 65 anni a Hong Kong come base per il loro studio a lungo termine. Come riporta l'agenzia di stampa dpa sull'argomento, le particelle fini sono particelle minuscole fino a una dimensione di dieci micrometri. La fonte delle particelle inquinanti può essere, ad esempio, fuliggine diesel, usura degli pneumatici o gas di scarico di impianti industriali, centrali elettriche o di riscaldamento. Sebbene siano principalmente le metropoli in Asia ad essere associate a un forte inquinamento da smog, i pericoli sono anche grandi in questo paese. Stoccarda era presente anche quando i ricercatori austriaci hanno calcolato le città europee con il maggiore inquinamento da particolato l'anno scorso. All'inizio dell'anno è stato lanciato un allarme sul particolato nella capitale del Baden-Württemberg. A quel tempo, i pendolari sono stati invitati a lasciare la macchina al massimo.

Il rischio è aumentato fino all'80%
L'attuale studio si è concentrato su particelle con un diametro inferiore a 2,5 micrometri (PM2.5) che possono depositarsi in profondità nei bronchi e negli alveoli o addirittura passare nel sangue. Secondo la Dpa, gli scienziati hanno misurato i livelli di particolato nelle case delle persone. È stato dimostrato che il rischio di morte per cancro è aumentato del 22% ogni dieci microgrammi di aumento della concentrazione di polvere fine per metro cubo di aria. I ricercatori hanno riscontrato un aumento del 42 percento per i tumori del tratto digestivo superiore. Secondo le informazioni, il rischio di morte per cancro al fegato, pancreas o cistifellea è aumentato del 35 percento. Come hanno spiegato gli autori, il rischio che le donne muoiano di cancro al seno è aumentato dell'80%.

L'inquinamento atmosferico deve essere ridotto
Il legame tra l'inquinamento da particolato e un aumento del rischio di cancro ai polmoni era stato ben documentato in studi precedenti, ma lo studio congiunto di ricercatori delle università di Birmingham e Hong Kong è stato uno dei primi studi a dimostrare un legame tra inquinamento atmosferico e altre malattie del cancro. Esiste anche un alto rischio di morte per polveri sottili, incluso lo studio "European Study of Cohorts for Air Air Pollution Effects" (ESCAPE), pubblicato sulla rivista "The Lancet Oncology". Secondo un messaggio dell'Università di Birmingham, Neil Thomas, che lavora all'università, afferma che l'attuale studio chiarisce che la polvere fine nelle città di tutto il mondo "deve essere ridotta il più rapidamente possibile". Secondo i ricercatori, ci sono diverse possibili spiegazioni per gli effetti dell'inquinamento da polveri sottili su vari tipi di cancro, inclusi cambiamenti nel sistema immunitario, influenze sulla riparazione del DNA e sull'infiammazione.

Il particolato uccide ogni anno 100.000 persone in Europa
Secondo l'OMS, un inquinamento da polvere fine annuale di dieci microgrammi per metro cubo è appena accettabile. In Asia, in particolare, questo limite è superato in molte grandi città. Secondo i dati dell'OMS, Hong Kong ha un'esposizione media annuale di 21 microgrammi. A Pechino, le persone sono esposte a una media di 67,7 microgrammi di polvere fine. "È allarmante che il particolato oltre al cancro ai polmoni sia collegato a una così grande varietà di tumori", ha dichiarato Lauri Myllyvirta di Greenpeace. Secondo l'organizzazione ambientale, la polvere fine provoca un milione di morti in Cina ogni anno. Dopotutto, ci sono circa 100.000 persone in Europa. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Ecosin La salute umana nei siti inquinati, di Valerio Gennaro convegno a Brescia, 14 ottobre 13 (Agosto 2020).