Notizia

Prevenire le scottature: basare sempre la protezione solare sull'indice UV


Il sole attira molte persone fuori
Non appena arrivano i primi giorni caldi, la maggior parte delle persone viene attratta all'esterno. Dopo tutti i mesi nuvolosi e freddi, vuoi finalmente "prendere di nuovo il sole" e sentire i raggi caldi sulla tua pelle. Ma si consiglia cautela qui, perché il sole aumenta di nuovo l'esposizione ai raggi UV. Questo può persino essere particolarmente elevato ora in primavera, poiché lo strato di ozono è spesso ancora instabile in questo periodo dell'anno, l'aiuto tedesco contro il cancro avverte in un messaggio attuale.

Abituarsi lentamente alle radiazioni
Coloro che rimangono al sole troppo spesso e per troppo tempo rischiano a lungo termine gravi danni alla pelle. Perché questo invecchia più velocemente a causa delle radiazioni ultraviolette e possono verificarsi danni al materiale genetico delle cellule della pelle e al cancro della pelle, segnala l'aiuto tedesco contro il cancro. Soprattutto ora in primavera, la potenza del sole non dovrebbe essere sottovalutata, perché a causa dello strato di ozono spesso ancora sottile, le radiazioni ultraviolette possono attualmente essere particolarmente forti. Di conseguenza, in questi giorni non si dovrebbe rinunciare a un'adeguata protezione UV per prevenire il cancro della pelle. "Non sottovalutare l'intensità del sole primaverile e abituarsi lentamente ad esso", cita Gerd Nettekoven, CEO del German Cancer Aid, nel messaggio.

I raggi stessi non sono evidenti
Secondo l'organizzazione senza fini di lucro, lo strato di ozono garantirebbe normalmente che la maggior parte della radiazione cancerogena UV non ci raggiunga affatto. Ma al momento questo strato protettivo, che circonda la terra ad un'altezza di 15-30 chilometri, potrebbe essere diluito a volte a causa delle condizioni climatiche tra la fine dell'inverno e la primavera. Ciò farebbe sì che l'aria a bassa ozono proveniente dalla regione polare e i subtropici fluissero verso l'Europa centrale e si creerebbero piccoli buchi di ozono attraverso i quali più raggi ultravioletti raggiungerebbero la Terra del solito. Un processo che inizialmente passa inosservato, perché “la radiazione UV stessa non può essere avvertita. Notiamo i loro effetti dannosi solo quando le cellule della pelle sono già danneggiate e il corpo reagisce ad esse ", spiega il professor Dr. Eckhard Breitbart, dermatologo e presidente del gruppo di lavoro sulla prevenzione dermatologica (ADP). "Questo crea quindi una sensazione spiacevole fino al dolore bruciante", continua l'esperto.

Utilizzare l'indice UV per l'orientamento
Per essere in grado di valutare meglio la potenza del sole in questo periodo dell'anno e di non correre rischi, è necessario consultare l'indice UV (UVI) su consiglio dell'Aiuto per il cancro tedesco e dell'ADP. Questo descrive su una scala da 1 a 11+. il valore giornaliero massimo previsto della radiazione UV efficace per le scottature solari. L'indice è stato creato dall'Ufficio federale per la radioprotezione in collaborazione con la Federal Environment Agency, il servizio meteorologico tedesco e altre istituzioni e può essere consultato online su base giornaliera. I consigli per la protezione solare sono assegnati a ciascun valore qui. Con un indice UV compreso tra 0 e 2, ad esempio, non sono necessarie misure di protezione, ma da un valore di 11 sono "indispensabili". Secondo il Cancer Aid, i valori UVI medio-alti tra 4 e 6 sono previsti per l'inizio di maggio. Oltre ad abituarsi lentamente alla pelle per brevi soggiorni all'aperto, gli esperti raccomandano anche di evitare completamente il sole all'ora di pranzo. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Nuovi solari Cien Sun LIDL con buon INCI + Review di tutti i solari classici dopo 4 anni (Ottobre 2020).