Notizia

Epidemia pericolosa in Brasile: 57 bambini sono già morti per il virus Zika


Microcefalia mortale: 57 bambini sono già morti per il virus Zika
Secondo gli scienziati, il pericoloso virus Zika, che si sta diffondendo in Sud e Centro America da mesi, può causare malformazioni craniche nei neonati. In Brasile, quasi 1.300 casi di microcefalia infantile sono stati registrati dall'inizio dell'epidemia e almeno 57 bambini sono morti a causa del grave difetto.

Il virus può causare malformazioni craniche nei neonati
Il virus Zika trasmesso dalle zanzare si è diffuso in diversi paesi dell'America Latina per mesi. L'agente patogeno veniva di tanto in tanto portato dai viaggiatori in altre regioni del mondo. Infezioni da Zika sono state identificate in almeno 20 persone in Germania negli ultimi mesi. L'agente patogeno è considerato pericoloso per i bambini non ancora nati. È sospettato di causare malformazioni craniche nei neonati. Con questa peculiarità dello sviluppo, chiamata microcefalia, i bambini nascono con una testa insolitamente piccola, che può portare a malformazioni cerebrali, che di solito portano a disabilità intellettiva. Gli esperti sanitari affermano che il virus può anche causare un grave disturbo nervoso chiamato sindrome di Guillain-Barré.

Almeno 57 bambini sono morti
Gli scienziati di Rio de Janeiro hanno ora mostrato una connessione tra infezioni e malformazioni craniche. Il Brasile è particolarmente colpito, dove il numero di infezioni da Zika è stimato a 1,5 milioni. Come riportato dall'agenzia di stampa AFP, il paese ha registrato 1.271 casi di microcefalia infantile dallo scoppio dell'epidemia di Zika nell'ottobre dello scorso anno. Secondo un messaggio del Ministero della Salute, almeno 57 bambini sono morti a causa del grave difetto e si sospetta una connessione in altri 178 decessi. Di solito ci sono circa 150 casi di microcefalia in Brasile ogni anno.

Fatti visitare dopo un viaggio ai tropici
L'Istituto Bernhard Nocht di Amburgo per la medicina tropicale (BNITM) è attualmente l'unico laboratorio di riferimento Zika in Germania. Gli esperti consigliano a chiunque ritorni da un viaggio tropicale e abbia sintomi tipici come febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, eruzioni cutanee e congiuntivite non purulenta dell'occhio da esaminare mediante un test di laboratorio. Anche i rimpatriati in gravidanza e i rimpatriati maschi con un partner sessuale in gravidanza dovrebbero essere testati se ritornano da un'area epidemica ma non presentano sintomi, secondo un rapporto dell'istituto. Il Berlin Koch Institute (RKI) di Berlino e l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) hanno raccolto informazioni importanti sul virus Zika sui loro siti Web. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Quanto è pericoloso il Virus Cinese? (Ottobre 2020).