Notizia

Il registratore di cassa deve pagare "Navi" per i non vedenti


Tribunale sociale di Berlino: il dispositivo consente l'orientamento indipendente
(Jur). Le persone non vedenti possono richiedere un sistema GPS simile a "GPS" dalla loro compagnia di assicurazione sanitaria per un migliore orientamento nelle vicinanze della loro casa. A differenza di un lungo palo, l'aiuto consente "camminate anticipatorie", il Tribunale sociale di Berlino ha deciso in una sentenza pubblicata lunedì 2 maggio 2016 (numero di fascicolo: S 89 KR 1636/14).

Una donna cieca di Berlino aveva fatto causa e aveva chiesto senza successo il costo di un sistema GPS per un totale di 953 euro dalla sua compagnia di assicurazione sanitaria. Il sistema di navigazione, appositamente sviluppato per i non vedenti, ha un altoparlante, una tastiera e un'uscita vocale in modo che i percorsi possano essere inseriti in modo indipendente e le funzioni del dispositivo possano essere gestite.

Il "sistema di navigazione cieco" ti dice anche in quale strada ti trovi, dove e quale sarà il prossimo incrocio. I punti di contatto per la vita di tutti i giorni vengono inoltre annunciati con indirizzi e distanze, ad esempio per supermercati, banche o fermate degli autobus. Contrariamente al palo lungo, il sistema GPS fornisce orientamento anche in caso di smarrimento, afferma l'attore. L'oftalmologo aveva prescritto il sistema GPS per la donna.

La compagnia di assicurazioni sanitarie fece notare alla cieca che aveva già completato l'allenamento per la mobilità con il suo bastone lungo durante l'infanzia. Conosce bene la zona giorno e quindi non necessita del sistema di navigazione. Il long pole soddisfa così le loro esigenze di mobilità di base. La compagnia di assicurazione sanitaria non doveva fare di più. Inoltre, non è possibile sostenere i costi perché il sistema GPS è un prodotto normale che può essere utilizzato anche da persone sane.

Tuttavia, nella sentenza definitiva del 22 gennaio 2016, il tribunale sociale ha condannato l'assicurazione sanitaria alle spese. Il sistema GPS dovrebbe essere visto come un aiuto necessario, che serve alla compensazione indiretta delle disabilità. Le compagnie di assicurazione sanitaria dovrebbero solo bilanciare le esigenze di base dei disabili. Ciò include anche l'abilitazione della mobilità nelle vicinanze dell'appartamento. Spazialmente, questo si estende a un'area che una persona sana può ancora raggiungere a piedi.

Né si può fare riferimento al solo uso del suo palo lungo. Perché il sistema GPS consente una maggiore sicurezza e un movimento completamente indipendente nelle vicinanze. In questo modo, l'attore non può solo "andare avanti" annunciando la prossima traversata in tempo utile. Potrebbero anche essere visualizzate strutture e posizioni sconosciute non precedentemente necessarie, come un nuovo centro specializzato o di consulenza.

Inoltre, il sistema non è un prodotto normale. Non ci sono alternative più economiche ed economiche. Le app speciali per smartphone non offrirebbero gli stessi vantaggi del sistema GPS. (fle / mwo)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: CRF TELEMATICI 20192020 (Ottobre 2020).