Notizia

Eco tester: zucchero nascosto in quasi tutti i prodotti alimentari


I produttori di alimenti usano numerosi trucchi per mascherare il contenuto di zucchero
Lo zucchero nascosto può essere trovato in numerosi prodotti alimentari. Secondo un recente test della rivista "Ökotest", lo zucchero nascosto è contenuto in quasi tutti i piatti pronti. "C'è molto zucchero nella pizza pronta, nell'insalata di patate e nel currywurst", riferisce "Ökotest". Nella loro indagine, i tester hanno messo in luce i trucchi dei produttori per nascondere lo zucchero. "Se vuoi fare a meno dello zucchero, devi imparare molto vocabolario", è la conclusione di "Ökotest".

L'alto contenuto di zucchero negli alimenti è spesso oscurato ed è difficile per i consumatori capire quanto zucchero è nascosto negli alimenti. Ad esempio, le gengive allo yogurt di Katjes sono pubblicizzate nell'annuncio dall'ex top model Heidi Klum con la frase: "Tutto senza grasso!" da "Ökotest". Poiché l'elevato contenuto di zucchero negli alimenti è caduto in discredito, l'industria ha cercato di nascondere la dolcezza del cibo. Questo è usato principalmente come corriere per aromi economico. Gli esperti di "Ökotest" scoprono i trucchi dell'industria alimentare nel mascherare il contenuto di zucchero.

Primo trucco: utilizzare diversi tipi di zucchero
Innanzitutto, molti produttori utilizzano un metodo semplice per dichiarare gli ingredienti in modo tale che lo zucchero non si collochi al primo posto nell'elenco degli ingredienti a causa delle quantità che contiene. Usano diversi tipi di zucchero, che vengono quindi elencati individualmente di seguito nell'elenco degli ingredienti. Basta dare un'occhiata alla dichiarazione nutrizionale per dimostrare che lo zucchero è l'ingrediente principale. In realtà gli ingredienti devono essere dichiarati in ordine quantitativo in ordine decrescente, ma poiché molti produttori non usano semplicemente "zucchero", ma li addolciscono con sciroppo di glucosio-fruttosio, sciroppo di zucchero invertito, destrosio o siero di latte in polvere dolce, i diversi tipi di zucchero non prendono il primo posto, Piuttosto, è elencato nei punti 3, 5, 9 e 10 dell'elenco degli ingredienti, riporta "Ökotest".

Secondo trucco: l'uso della "dolcezza naturale"
Per i consumatori, l'affermazione "solo dolcezza naturale" sembra relativamente salutare, anche se gli esperti di "Ökotest" sottolineano che "in molti casi non è la dolcezza naturale del latte, della verdura o della frutta, ma altamente concentrata, essiccata, polveri parzialmente lavorate ”. Questi servirebbero a un solo scopo: addolcire. La "dolcezza della frutta" ampiamente usata ne è un esempio. Non è "nient'altro che una miscela di fruttosio e glucosio, che in termini di fisiologia nutrizionale è in gran parte equivalente allo zucchero da tavola", riporta "Ökotest". Chimicamente parlando, lo zucchero da tavola è anche un disaccaride, cioè un doppio zucchero che consiste nel glucosio e nel fruttosio dei monosaccaridi. Anche se si dice che il fruttosio sia preferibile allo zucchero convenzionale, "alcuni tipi di zucchero non sono più sani o migliori di altri", cita "Ökotest", l'esperto della German Nutrition Society (DGE), Antje Gahl.

Terzo trucco: nomi diversi
Come già accennato, i produttori utilizzano spesso diversi tipi di zucchero, il che consente loro di essere inseriti più in basso nell'elenco degli ingredienti. Spesso vengono usati dolcificanti qui, che non suggeriscono una connessione con lo zucchero. Con il nome diretto "zucchero" o "sciroppo" è chiaro alla maggior parte dei consumatori di cosa si tratta. Tuttavia, molti produttori usano la dolcezza ", che si basa su termini come maltodestrina, oligofruttosio o destrosio", riferisce "Ökotest". Prima di tutto, i consumatori devono imparare una varietà di parole per evitare lo zucchero.

Quarto trucco: "meno grasso" e "meno dolce"
Lo zucchero e il grasso sono portatori di sapore chiave in molti cibi pronti. Se il contenuto di un ingrediente viene ridotto, di solito deve essere aggiunto altro dall'altro per compensare la perdita di gusto. Ecco perché il termine "meno grassi" spesso significa "più zucchero", riporta "Ökotest". Il premio "meno dolce" è lungi dall'essere sinonimo di "piccolo dolce". In termini di legislazione alimentare, questo termine non significa nient'altro che "30 percento meno dolce" di un alimento di riferimento, spiegano gli esperti. Pertanto, "meno dolce" potrebbe significare che oltre la metà del prodotto è zucchero.

Quinto trucco: piccole porzioni come quantità di riferimento
Le informazioni sul contenuto di grassi, zucchero o sale negli alimenti sono generalmente correlate alla quantità giornaliera raccomandata del rispettivo ingrediente. Tuttavia, la quantità di riferimento si riferisce a una porzione dell'alimento e più piccolo è un produttore che la misura, minore è la proporzione dell'alimento nel totale giornaliero. La quantità di zucchero consumata può essere facilmente ridotta riducendo le dimensioni della porzione di conseguenza. "Ökotest" nomina metà della pizza come esempio popolare per dimezzare visivamente il contenuto di grassi e sale. Ancora più sfacciato è il trucco comune di stampare "l'importo di riferimento per un adulto medio" sul cibo per bambini. Secondo "Ökotest", l'importo di riferimento dell'UE per lo zucchero è di 90 grammi al giorno, che corrisponde a circa 30 pezzi di zollette di zucchero. Tuttavia, queste informazioni si riferiscono allo zucchero totale. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha recentemente raccomandato di non consumare più di 25 grammi di zucchero al giorno (in precedenza 50 grammi), ma si riferisce solo allo zucchero aggiunto, mentre latte, frutta e verdura non sono inclusi.

Zucchero nascosto in tutti i prodotti testati
Per la presente inchiesta, "Ökotest" ha analizzato in laboratorio 34 prodotti alimentari per il loro contenuto di zucchero, con il risultato che c'era molto zucchero in tutti gli alimenti testati. “Un re Meica Curry Real Meica Currywurst gestisce da solo quasi il 100 percento della più severa raccomandazione dell'OMS; con una bottiglia di Müller Frucht Buttermilch Multi-Vitamin puoi persino consumare 59,5 grammi di zucchero ”, riferisce Ökotest. I produttori fanno di tutto per nascondere il contenuto di zucchero. Ad esempio, Rewe pubblicizza il suo "Rewe Best Choice Type Cappuccino" con l'etichetta "senza zuccheri aggiunti", sebbene quasi la metà della polvere sia composta da ingredienti zuccherati, sottolinea "Ökotest". I fornitori di cornflakes avevano calcolato il contenuto di zucchero specificando porzioni da 30 grammi e qui veniva usata anche la quantità di riferimento per gli adulti, ad esempio a Kellogg's Frosties o al miele magico di Kölln Cereals, anche se i fornitori si rivolgono specificamente ai bambini con immagini colorate di cartoni animati .

Scopri i trucchi del produttore
Lo zucchero nascosto si trova anche in insalate, piatti pronti "abbondanti", salse e yogurt, secondo "Ökotest". Nel carrello, di solito si può vedere una vasta gamma di alimenti con un alto contenuto di zucchero, in cui i consumatori si aspettano uno zucchero nettamente o significativamente inferiore. La maggior parte degli ingredienti dolcificanti nel test sono alla Pizza Tradizionale Speciale del Dr. Oetker è stato determinato, tuttavia, il produttore aveva già cambiato la ricetta per l'impasto della pizza in modo che il contenuto di zucchero fosse ora inferiore, riporta "Ökotest". Inoltre, lo studio non mirava a fornire una valutazione complessiva, ma piuttosto gli esperti hanno affermato di voler principalmente scoprire i trucchi dei produttori in termini di nascondere lo zucchero. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: ZUCCHERO GREZZO, INTEGRALE E RAFFINATO. Chiariamo alcuni dubbi - I segreti degli zuccheri #2 (Agosto 2020).