Gli scienziati britannici vedono le sigarette elettroniche come una vera alternativa per i fumatori

Gli scienziati britannici vedono le sigarette elettroniche come una vera alternativa per i fumatori

Secondo un nuovo studio, le sigarette elettroniche possono essere una buona alternativa al fumo
I fumatori possono vivere più sani se fumano sigarette elettroniche anziché convenzionali? I medici non si stancano mai di avvertire. I sostenitori sono ora confermati da uno studio recente. Anche le sigarette elettroniche hanno dei vantaggi.

Gli esperti hanno discusso di sigarette elettroniche per anni. Alcune persone lo considerano un'alternativa migliore al tabacco, ma molti professionisti del settore avvertono dei rischi per la salute posti dai bastoncini luminosi elettronici. Gli scienziati britannici stanno ora disegnando un quadro completamente diverso. Secondo un recente rapporto del Royal College of Physicians di Londra, le sigarette elettroniche potrebbero addirittura aiutare a "ridurre radicalmente" i danni causati dal fumo.

Gli esperti hanno discusso su vantaggi e rischi per anni
Dal momento che le sigarette elettroniche sono state sul mercato, i sostenitori e i critici hanno discusso dei vantaggi e degli svantaggi dei piccoli vaporizzatori. Alcuni esperti le vedono come la migliore alternativa alle sigarette normali e sottolineano che possono facilitare la cessazione del fumo. D'altro canto, altri esperti sottolineano che le sigarette elettroniche non sono innocue, ma a volte sono persino più problematiche del normale fumo. Ad esempio, contengono sostanze chimiche pericolose per la salute e che possono causare un polmone ai popcorn.

La British Medical Association pubblica un rapporto di 200 pagine
L'associazione medica britannica "Royal College of Physicians" (RCP) di Londra si è ora chiaramente schierata dalla parte dei difensori. Come mostra il rapporto di 200 pagine "Nicotina senza fumo: riduzione del danno da tabacco", è probabile che le sigarette elettroniche siano benefiche per la salute pubblica nel Regno Unito (Regno Unito). Secondo un messaggio dell'RCP, i fumatori potrebbero quindi essere sicuri e sarebbero incoraggiati a utilizzare le candelette elettriche. Il pubblico ha anche la certezza che questi sono molto più sicuri del fumo convenzionale.

Da quando nel 2007 sono state lanciate le sigarette elettroniche nel Regno Unito, l'uso di controversie mediche e pubbliche è stato accompagnato. Il nuovo rapporto esamina quindi la scienza, la politica, i regolamenti e le questioni etiche che circondano le sigarette elettroniche e altre fonti di nicotina non-tabacco e offre conclusioni basate sugli ultimi dati disponibili, secondo il RCP. Il rapporto riguarda gran parte della popolazione del Regno Unito perché, come scrivono l'epidemiologo John Britton e i suoi colleghi sul British Medical Journal, 2,6 milioni di persone consumerebbero sigarette elettroniche lì. Nel complesso, il numero di fumatori è poco meno di nove milioni, secondo gli scienziati nel loro riassunto del rapporto RCP.

Basso rischio per la salute rispetto al consumo di tabacco
Quasi ogni utilizzatore di sigarette elettroniche è quindi un fumatore o ex fumatore. Inoltre, i sondaggi condotti tra adolescenti britannici hanno dimostrato che i dispositivi elettrici erano usati quasi esclusivamente solo da coloro che avevano precedentemente avuto esperienza con il fumo. Di conseguenza, i ricercatori riassumono che non ci sono prove che le sigarette elettroniche aumentino il numero di fumatori.

L'alternativa elettrica comporta inoltre un rischio significativamente più basso per l'utente. Sebbene questi probabilmente non siano innocui, potrebbero ad es. aumentare il rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva, carcinoma polmonare o eventualmente malattie cardiovascolari. "Tuttavia, l'entità di questo rischio è probabilmente molto piccola rispetto al fumo di tabacco", hanno detto gli autori. Di conseguenza, è improbabile che il possibile danno derivante dall'inalazione del vapore raggiunga il cinque percento di quelli che possono derivare dal fumo.

“Le sigarette elettroniche e altri prodotti del tabacco privi di nicotina hanno il potenziale per ridurre radicalmente il danno che il fumo provoca nella nostra società. Questa è un'opportunità che dovrebbe essere colta e utilizzata ”, concludono i ricercatori sul British Medical Journal. Le candelette elettriche offrirebbero ai fumatori un'alternativa praticabile e avrebbero quindi un effetto positivo sia per gli individui che per la società, hanno continuato gli autori.

Avvertenze sul nuovo prodotto lifestyle
Il rapporto della British Medical Association è quindi in netto contrasto con molte opinioni degli esperti locali. Il Centro tedesco di ricerca sul cancro Heidelberg (DKFZ), ad esempio, mette in guardia contro l'uso di candelette elettriche e lo considera un nuovo "prodotto di stile di vita" che gli adolescenti possono rendere appetibile il fumo "reale", riferisce "Spiegel online". "Chiediamo cautela", cita Katrin Schaller, esperto di tabacco presso la DKFZ. Perché non è chiaro se l'alternativa presumibilmente innocua alla sigaretta non porti a fumare prima o poi. Per i fumatori, tuttavia, lo svapo potrebbe essere un'alternativa ragionevole, ammette Schaller. "Ma non sono adatti a non fumatori e ai giovani", sottolinea l'esperto.

Niente più vendite a bambini e adolescenti
Questo è anche l'opinione del legislatore in questo paese, perché dal 1 ° aprile 2016 non è più possibile vendere e-shisha e sigarette elettroniche a bambini e adolescenti. Il divieto si applica anche alle attività di vendita per corrispondenza e d'ora in poi ai datori di lavoro è vietato trasmettere prodotti a base di tabacco o sigarette elettroniche agli adolescenti. La modifica della legge sulla protezione della gioventù era giustificata, tra l'altro, dal fatto che i bambini e i giovani devono essere protetti da possibili danni. Inoltre, è stato posto l'accento sui giovani consumatori che li hanno rapidamente tentati di passare alle sigarette elettroniche contenenti nicotina o alle sigarette convenzionali. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: TEST sigaretta elettronica vs sigaretta classica TEST