Nascondi AdSense

Scienziata: l'anatomia dell'organo genitale femminile può prevenire il climax


L'anatomia dell'organo genitale femminile può rendere impossibile il climax
Gli scienziati sono ora riusciti a chiarire una domanda che sicuramente interesserà molti uomini. Cosa dipende in realtà se le donne sperimentano un climax o no? Una buona scoperta per tutti gli uomini è probabilmente che la dimensione del membro maschio ha solo una leggera influenza. La struttura della vagina femminile è più importante. Ciò determina se e con quale facilità le donne possono sperimentare un climax.

Nonostante tutti gli sforzi del tuo partner, alcune donne hanno problemi a sperimentare un climax sessuale. I ricercatori dell'Università dell'Indiana hanno ora scoperto che la struttura della vagina influenza se le donne possono sperimentare l'orgasmo. I medici hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista "Clinical Anatomie".

2,5 centimetri possono fare una grande differenza
La struttura della vagina femminile determina se le donne possono sperimentare un climax nell'atto sessuale o meno. A seconda di dove si trova il clitoride, un orgasmo attraverso la penetrazione può essere impossibile, spiegano gli esperti. Pertanto, né la dimensione dell'arto né la tecnologia utilizzata sono decisive. Nelle donne, gli ormoni determinano quanto il clitoride si avvicina al membro maschile durante la penetrazione. A causa della struttura dell'organo genitale femminile, è possibile che il clitoride si sposti troppo lontano dalla vagina. Quindi i limiti fisici rendono impossibile ottenere abbastanza stimolazione del clitoride da posizioni convenzionali per sperimentare un climax, spiegano i medici. Circa 2,5 centimetri sembrano essere la soglia dalla quale diventa impossibile sperimentare un climax attraverso la penetrazione, aggiungono gli autori.

Gli esperti mettono in discussione i punti salienti puramente vaginali
La scoperta ha una correlazione così forte che, ad esempio, è possibile prevedere che le donne con una distanza di tre centimetri non possono avere un climax attraverso il rapporto sessuale, spiegano i ricercatori. I medici hanno messo in dubbio l'esistenza dei cosiddetti orgasmi vaginali perché la posizione del clitoride sembra essere un indicatore davvero affidabile. Circa il 90 percento di tutte le donne che affermavano di avere punti culminanti puramente vaginali affermava di essere sul loro partner. Quando la donna è "alzata", il suo clitoride si sfrega contro l'addome o il bacino del partner e quindi l'orgasmo non è puramente vaginale, spiegano gli scienziati.

Il clitoride è un organo estremamente complesso che si estende in profondità nella cavità del corpo
Gli scienziati hanno scoperto solo di recente che il clitoride è molto più di un piccolo "pulsante" magico all'esterno. Il clitoride è un intero organo, le cui estensioni si estendono in profondità nella cavità del corpo, affermano i medici. Un ulteriore ingrandimento circonda anche il canale vaginale. Gli ultimi risultati della ricerca consentono di ipotizzare che gli orgasmi interni non siano innescati dal mitico "punto G". È più probabile che siano causati dai risultati della stimolazione dei componenti interni del clitoride, spiegano gli autori. Un'indicazione di ciò potrebbe essere che a volte è possibile iniziare un orgasmo senza nemmeno stimolare la vicinanza del clitoride esterno.

Le persone interessate dovrebbero sviluppare nuove tecniche
La ricerca su questo argomento è stata importante e i risultati aiutano a riconoscere che né le donne né gli uomini devono incolpare per la mancanza di orgasmi, spiegano i ricercatori. In alcuni casi, ciò è dovuto alla madre natura e all'anatomia, affermano gli esperti. Pertanto, le coppie non dovrebbero più meditare sul motivo per cui hanno difficoltà a sperimentare un climax nel sesso. Le persone colpite dovrebbero pensare a nuove piacevoli tecniche che possono stimolare il clitoride, i medici consigliano. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Tutorial Disegno - Imparare a Disegnare lAnatomia - Lezione 1 (Settembre 2020).