Notizia

Le lesioni traumatiche al cervello portano a lunghi disturbi del sonno


Gravi lesioni alla testa disturbano il modello di sonno umano
Un duro colpo alla testa può portare a conseguenze inaspettate. I ricercatori hanno scoperto che le lesioni traumatiche causano il nostro cervello a interrompere il nostro schema del sonno. Questi disturbi del sonno possono durare più di un anno.

Gli scienziati della Clinica universitaria di Zurigo hanno ora scoperto nel loro studio che gravi lesioni alla testa portano a effetti traumatici. Questi quindi interrompono il nostro modello di sonno. Questa condizione può persistere per oltre un anno e i medici hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista "Neurology".

Lo studio esamina le materie per un periodo di 18 mesi
Gli scienziati hanno esaminato gli effetti delle lesioni traumatiche al cervello sul nostro comportamento durante il sonno. Sono stati in grado di scoprire che il sonno umano è decisamente disturbato da tali lesioni. Per il loro studio, i ricercatori hanno valutato i dati di 31 persone che avevano precedentemente subito lesioni cerebrali traumatiche (TBI). I medici hanno analizzato il tempo di sonno, le possibili fasi di veglia durante la notte e il modo in cui i soggetti si sono riposati durante il giorno. Inoltre, gli scienziati hanno osservato un gruppo di controllo di 42 persone sane. I modelli di sonno dei partecipanti sono stati registrati per un periodo di 18 mesi. Indossavano anche dispositivi che monitoravano i movimenti del loro corpo per due settimane durante lo studio. Durante tutto il tempo, i soggetti hanno dormito una notte in un laboratorio. In questo, sono stati monitorati l'attività cerebrale e altre funzioni del corpo, spiegano gli esperti.

Le persone con TBI hanno bisogno di dormire di più e spesso sono ancora assonnate durante il giorno
È stato scoperto che le persone con TBI hanno bisogno di più sonno. Le persone colpite hanno bisogno di circa otto ore di sonno a notte. È un'ora in più rispetto ai partecipanti senza infortuni, affermano gli autori. Lo studio ha anche scoperto che circa il 67% delle persone con TBI si sentiva assonnato ed esaurito durante il giorno. Solo il 19% circa dei partecipanti sani ha riferito di eccessiva sonnolenza diurna, spiegano gli esperti. Il presente studio si basa sui risultati di molti studi precedenti negli ultimi anni. Questi avevano già indicato che la TBI poteva essere collegata a disturbi del sonno, spiega l'autore principale Dr. Lukas Imbach dell'ospedale universitario di Zurigo. Tuttavia, non era chiaro come si possano spiegare la frequenza e la causa dei disturbi del sonno, aggiunge l'esperto. Il nuovo studio è lo studio prospettico più lungo sulla qualità del sonno e la TBI fino ad oggi. La maggior parte degli studi più vecchi ha seguito i partecipanti solo per circa sei mesi dopo aver subito lesioni cerebrali traumatiche, affermano i medici. Si presumeva che l'effetto svanisse più rapidamente. Tuttavia, i nuovi risultati mostrano chiaramente che i problemi del sonno possono persistere fino a 18 mesi, Dr. Imbach.

Le persone con TBI soffrono di funzioni compromesse durante il giorno
I ricercatori hanno anche scoperto nel loro studio che le persone con TBI erano meno accurate se dovevano registrare i propri schemi di sonno. Ciò ha causato preoccupazione per i professionisti medici perché i disturbi del sonno possono avere un grave impatto sulle funzioni di coloro che sono svegli. La causa di queste funzioni interrotte è ancora sconosciuta, ma abbiamo in programma di continuare la ricerca in questa direzione, spiega il dott. Imbach. Solo negli Stati Uniti, gli effetti delle lesioni traumatiche al cervello colpiscono circa 1,7 milioni di persone ogni anno, aggiungono gli autori dello studio. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 6 Segni Premonitori di un Ictus (Settembre 2020).