Notizia

Una strana controversia da 100.000 euro sui virus del morbillo è ora destinata alla Corte Federale di Giustizia


Avversari vaccinati: una disputa sul morbillo sconosciuta può essere negoziata prima del BGH
La curiosa disputa sulla prova dell'esistenza di virus del morbillo potrebbe presto occupare il più alto tribunale tedesco. Un medico ha fornito la ricevuta e chiede quindi i 100.000 euro che un avversario aveva promesso di fare. Tuttavia, poiché ciò non paga, i tribunali ora devono occuparsi del caso.

Esistenza di virus del morbillo messi in discussione
Per anni c'è stata un'aspra disputa sulla domanda: vaccinazione contro il morbillo - sì o no? Pro e contro vengono anche scambiati argomenti su un possibile requisito di vaccinazione. Certo, una discussione del genere diventa difficile quando persino l'esistenza dei virus del morbillo viene messa in dubbio fondamentalmente. Quindi il controverso biologo Dr. Stefan Lanka ha assegnato un premio in denaro di 100.000 euro per dimostrare la propria esistenza. In un comunicato stampa, ha scritto: "Il premio in denaro viene erogato quando viene presentata una pubblicazione scientifica in cui viene rivendicata l'esistenza del virus del morbillo ma anche provata e, tra le altre cose, il cui diametro è determinato. ”Un medico ha fornito queste prove, ma il biologo non vuole pagare. La disputa sui virus del morbillo è rimasta in tribunale per anni.

Le controversie possono essere negoziate prima del BGH
Ora lo strano litigio potrebbe entrare in un nuovo round. Come riportato dall'agenzia di stampa dpa, il medico David Bardens ha presentato un reclamo di non ammissione alla Corte federale di giustizia (BGH). Un portavoce dell'autorità ha dichiarato giovedì e confermato un rapporto dello "Schwäbische Zeitung" (venerdì). Se il BGH accolga questa denuncia, il medico potrebbe agire contro una sentenza del tribunale regionale superiore di Stoccarda a febbraio, in cui Bardens ha perso contro il vaccino avversario Stefan Lanka da Langenargen sul lago di Costanza. A quel tempo, il tribunale regionale superiore non aveva approvato un ricorso.

Premio di 100.000 euro assegnato
La disputa tra il medico e l'avversario della vaccinazione è stata da qualche tempo fumante. Nel 2011, il biologo ha offerto un bonus di 100.000 euro su Internet a chiunque potesse dimostrare l'esistenza di virus del morbillo con una pubblicazione scientifica. Secondo la Dpa, la Saarlander Bardens ha successivamente presentato numerosi articoli scientifici e da allora ha considerato le prove fornite. Tuttavia, poiché l'opponente della vaccinazione non ha pagato, si è trasferito al tribunale regionale di Ravensburg, che lo ha confermato nel marzo 2015 - e ha costretto Lanka a pagare i debiti delle scommesse.

La decisione non dice nulla sull'esistenza o sull'inesistenza
Il Tribunale regionale superiore aveva statuito in modo completamente diverso a febbraio. Dato che non era una scommessa o una competizione, ma una competizione, era solo lo sponsor a determinare le regole. Pertanto, l'opponente della vaccinazione non è obbligato a pagare al medico il premio di oltre 100.000 euro per la rilevazione del virus del morbillo. Tuttavia, la decisione non ha detto nulla sull'esistenza o inesistenza del virus del morbillo, ha sottolineato il giudice nel suo ragionamento. La camera non poteva giudicarlo. "È una decisione puramente legale."

Le teorie tendono a non essere prese sul serio
In passato, il biologo aveva già suscitato scalpore nei media con le sue tesi. Quindi il dottor nega Lanka tra l'altro anche che l'AIDS o l'influenza aviaria sono innescati da virus. Le sue teorie tra i professionisti medici spesso causano solo incredibili scuotimenti della testa e piuttosto non vengono prese sul serio. Alla domanda sulla stampa del morbillo pochi anni fa, il biologo ha affermato che i virus patogeni non esistono e che ci sono altre cause, come "avvelenamento della pelle dall'esterno o disintossicazione dall'interno attraverso la pelle" che dovrebbero essere considerati come le cause delle malattie. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Lo stato e leccezione dopo la pandemia (Ottobre 2020).