Notizia

Le amputazioni possono essere evitate: considerare i piedi nel diabete


Prevenzione della sindrome del piede diabetico
Di conseguenza, molte persone con diabete sviluppano una sindrome del piede diabetico, che spesso richiede l'amputazione degli arti colpiti. Se i cambiamenti nel piede mostrano che i diabetici dovrebbero consultare prontamente un medico, gli esperti dell'ospedale universitario di Friburgo avvertono in un comunicato stampa in corso. Secondo lei, misure speciali possono aiutare a ridurre significativamente il rischio di sindrome del piede diabetico.

Secondo i medici, la sindrome del piede diabetico può danneggiare sia i nervi che i vasi sanguigni del piede. Le conseguenze sono comparabili in entrambi i casi. Si verificano ferite di scarsa guarigione, il tessuto muore e nel peggiore dei casi è necessaria un'amputazione. Tuttavia, varie contromisure possono ridurre significativamente il rischio e il trattamento interdisciplinare delle persone colpite può spesso evitare le amputazioni, secondo la Clinica dell'Università di Friburgo.

Disturbi circolatori e polineuropatia
Se i nervi vengono danneggiati o distrutti a causa di anni di elevati livelli di zucchero nel sangue, le persone colpite sviluppano una cosiddetta polineuropatia. Potresti provare intorpidimento, formicolio, dolore o persino paralisi. A causa della ridotta sensazione di dolore, le lesioni ai piedi spesso passano inosservate per molto tempo, dicono gli esperti. Ciò può provocare ferite mal curative che si accendono e si diffondono in profondità. Se i vasi sanguigni sono danneggiati, i pazienti mostrano disturbi circolatori, che possono portare alla cosiddetta "malattia della finestra" (claudicatio intermittente) e, in casi estremi, le dita dei piedi o persino l'intera gamba possono morire, secondo i medici di Friburgo.

Cura interdisciplinare del paziente
Secondo gli esperti di Friburgo, il trattamento per la sindrome del piede diabetico è interdisciplinare. "Diverse discipline sono coinvolte per il successo ottimale del trattamento: diabetologia, chirurgia, angiologia, cardiologia, infectiologia, neurologia, radiologia, chirurgia vascolare e medicina del dolore", ha affermato la clinica universitaria. Secondo il professor Dr. Jochen Seufert, capo del dipartimento di endocrinologia e diabetologia dell'Ospedale universitario di Friburgo, "deve prima regolare in modo ottimale il livello di zucchero nel sangue del paziente in modo da evitare le complicanze della sindrome del piede diabetico". I vasi periferici dei piedi e delle gambe vengono esaminati anche con ultrasuoni e angiografia. Inoltre, i nervi sui piedi e sulle gambe vengono esaminati per determinare se vi sono danni ai nervi dal diabete, spiega l'esperto.

Prendi sul serio anche le piccole ferite
Se c'è un disturbo circolatorio, le costrizioni possono essere espanse di nuovo usando un catetere e possono essere utilizzati impianti di stent, il medico continua. La diagnostica completa e il trattamento infectiologico per le infezioni dei piedi sono molto importanti. Al fine di evitare le amputazioni, secondo l'ospedale universitario, "anche le piccole ferite devono essere prese sul serio." Non è senza ragione che la sindrome del piede diabetico è l'obiettivo principale del trattamento in chirurgia generale e viscerale presso l'ospedale universitario di Friburgo. Nella consultazione della ferita, la cura della ferita locale con speciali medicazioni viene eseguita dopo la pianificazione della terapia, che dovrebbe supportare la guarigione.

Cura dei piedi e scarpe speciali per la prevenzione
"Per il follow-up, i pazienti vengono chiamati ogni due o tre settimane per valutare la guarigione e, se necessario, per adattare la terapia", riferisce Christian Moosmann, infermiere nella clinica per chirurgia generale e viscerale presso l'ospedale universitario di Friburgo. A tale scopo verrebbero utilizzate tecniche di documentazione all'avanguardia come la documentazione fotografica digitale, la termografia che utilizza una telecamera a infrarossi e la misurazione dell'area digitale. Per evitare il ripetersi dopo la guarigione delle ferite, al paziente sono state quindi prescritte calzature speciali. È costituito da un inserto per biancheria da letto morbido adattato individualmente, elementi guida nella scarpa come suole appositamente integrate e una scarpa interna senza cuciture. "Oggi una scarpa per diabetici non deve più essere brutta: a prima vista, le scarpe non differiscono dalle normali calzature", sottolinea Moosmann. La cura dei piedi professionale, in cui i costi sono in gran parte sostenuti dalle compagnie di assicurazione sanitaria, è una parte essenziale della profilassi della sindrome del piede diabetico. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Intervista TV su Canale 8 del Prof. Dr. Antonio Pacilio su il piede diabetico del 20 luglio 2020 (Agosto 2020).