Notizia

Verdetto: solo 4,5 metri quadrati di piccola cella di prigione sono disumani


Corte costituzionale federale: i tribunali devono chiarire le dimensioni del centro di detenzione
Karlsruhe (jur). Una cella di prigione di soli 4,5 metri quadrati è troppo piccola per la detenzione permanente di un prigioniero e viola la sua dignità umana. Se l'amministrazione della prigione assume una sala di detenzione più ampia, i tribunali devono chiarire esattamente le dimensioni della sala di detenzione, la Corte costituzionale federale di Karlsruhe ha deciso in una decisione del 22 marzo 2016 (Az.: 2 BvR 566/12) che è stata pubblicata di recente. Altrimenti, anche il diritto fondamentale del detenuto a un'efficace protezione giuridica sarebbe violato.

Ciò ha ottenuto un diritto di detenzione che sta scontando l'ergastolo nella struttura correttiva di Butzbach (JVA). Nel marzo 2014 è stato spostato in una cosiddetta "cella flessibile" per motivi organizzativi.

Secondo il prigioniero, questo era solo 4,49 metri quadrati. Le dimensioni di questa cella rappresentavano una violazione della sua dignità umana per il posizionamento permanente, nella stanza c'era posto per un letto, un tavolo e una sedia. È un'imposizione che il gabinetto fosse anche nella piccola stanza.

Quando il detenuto ha richiesto legalmente che il detenuto fosse trasferito in una prigione più grande, è stato trasferito in una prigione più grande il 14 aprile 2014.

Il centro di detenzione non ha violato la dignità umana, secondo la JVA dinanzi al tribunale regionale. Per prima cosa, la cella è leggermente più grande di sei metri quadrati. In secondo luogo, il detenuto non era ospitato in modo permanente. Adesso era in una cella più grande. Lavora anche nel centro di detenzione nei giorni feriali ed è lontano dalla sua cella per dodici ore. Doveva rimanere lì solo per 20-23 ore nei fine settimana. La prigione ha anche presentato una foto di una "cella flessibile" comparabile.

Dopo che un giudice aveva anche esaminato una cellula tubolare comparabile, il tribunale regionale ha constatato che la cellula era piccola, ma non vi era "violazione dei diritti fondamentali".

Il prigioniero contestò che il tribunale non aveva controllato attentamente le dimensioni della sua cella. La corte aveva esaminato solo un'altra "cellula tubolare". Fu anche trasferito in una cella più grande solo perché si era difeso in modo giudiziario.

Il tribunale regionale superiore ha respinto il reclamo legale. Le foto darebbero l'impressione sufficiente che la dimensione della cella sia ancora ragionevole. La mancanza di separazione della zona del gabinetto non costituisce una violazione della dignità umana e la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha anche stabilito un valore standard di quattro metri quadrati per prigioniero come orientamento per le dimensioni della stanza della prigione (Az.: 20877/04).

Il prigioniero ora ebbe successo nella Corte costituzionale federale. Se le dimensioni delle cellule fossero state fortemente contestate, i tribunali inferiori avrebbero dovuto chiarire questo in modo preciso e non avrebbero dovuto fare affidamento su foto di cellule comparabili. Ciò ha violato l'effettiva protezione legale. Inoltre, non era chiaro esattamente per quanto tempo il prigioniero doveva rimanere nella cella nei giorni feriali e nei fine settimana.

Il giudizio della CEDU sulle dimensioni del centro di detenzione non è trasferibile qui, poiché si riferisce alle stanze di detenzione comunali e non alle singole celle. Gli standard minimi risultanti dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo non sono "necessariamente identici ai requisiti della Legge fondamentale", hanno affermato i giudici di Karlsruhe.

È necessario valutare in modo globale se le condizioni spaziali della detenzione violano la dignità umana. La superficie del pavimento e la situazione dei servizi igienici, in particolare la separazione della toilette e la sua ventilazione, dovevano essere prese in considerazione.

Anche la durata del collocamento potrebbe essere decisiva. Nel caso di un alloggio temporaneo, dipende dal fatto che il prigioniero sia stato in grado di prevedere il periodo limitato di alloggio. Nel caso di alloggi permanenti, tuttavia, una dimensione cellulare di soli 4,5 metri quadrati è incompatibile con la dignità umana. Se la sistemazione dura diverse settimane, una violazione della costituzione è evidente. (fle / mwo / fle)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Le 10 Carceri peggiori del mondo (Agosto 2020).