Notizia

Studio: il fumo durante la gravidanza cambia la composizione genetica del nascituro


Fumare durante la gravidanza è ancora più pericoloso di quanto precedentemente noto
Secondo i ricercatori tedeschi, fumare durante la gravidanza può essere persino più pericoloso di quanto precedentemente noto. Il consumo di tabacco può quindi influire sulla composizione genetica del nascituro. Alcuni di questi danni possono portare a malattie anche in età adulta.

Fumare durante la gravidanza è più pericoloso di quanto precedentemente noto
Gli esperti sanitari avvertono dei rischi del consumo di sigarette da parte delle donne in gravidanza. Tra l'altro, ciò aumenta significativamente il rischio di prematuro o aborto spontaneo. Inoltre, il fumo può danneggiare i bambini per anni, come hanno dimostrato studi scientifici. La prole delle madri che fumano ha un rischio significativamente maggiore di malattie cardiovascolari. Apparentemente, il consumo di tabacco da parte delle future mamme è persino più pericoloso di quanto si pensasse in precedenza. Come riportano ora ricercatori tedeschi, le madri che fumano durante la gravidanza cambiano la composizione genetica del loro bambino non ancora nato. Questo può portare ad un aumentato rischio di malattie polmonari.

Conseguenze per tutta la vita per la prole
Un recente sondaggio ha mostrato che, nonostante il rischio, migliaia di donne fumano durante la gravidanza. Ciò può avere conseguenze per tutta la vita per la tua prole. Gli scienziati del Helmholtz Center for Environmental Research (UFZ) di Lipsia, del German Cancer Research Center (DKFZ) di Heidelberg e dell'Università di Heidelberg hanno scoperto che l'uso del tabacco da parte delle donne in gravidanza può avere un impatto duraturo sulla programmazione epigenetica del genoma del nascituro. Questi cambiamenti non si limitano alle singole regioni del DNA, ma possono essere dimostrati nell'intero genoma dei bambini, come riportano i ricercatori sulla rivista "Molecular Systems Biology".

Aumento del rischio di malattie polmonari
"Siamo stati in grado di dimostrare per la prima volta che l'esposizione al fumo di tabacco provoca anche cambiamenti epigenetici nei potenziatori della regolazione genica, i cosiddetti potenziatori", ha affermato il dott. Immunologo ambientale UFZ Irina Lehman in un comunicato stampa. È noto da tempo che le influenze ambientali possono cambiare il materiale genetico nell'utero. Nel loro studio attuale, il gruppo di ricerca di Lipsia e Heidelberg è stato in grado di dimostrare che i cambiamenti epigenetici associati al fumo di tabacco aumentano il rischio di malattie polmonari nei bambini.

Impatto negativo da fattori ambientali
Come riportato, i dati provengono dallo studio epidemiologico LiNA (stile di vita e fattori ambientali e la loro influenza sul rischio di allergie neonatali). Nel progetto, gli scienziati hanno studiato quali fattori ambientali possono avere un impatto negativo sulla salute dei bambini durante la gravidanza. “Il nostro sistema immunitario reagisce in modo particolarmente sensibile all'inquinamento ambientale nella fase di maturazione prima della nascita e nella prima infanzia. La nostra ricerca nel Dipartimento di Immunologia Ambientale (IMMU) si concentra quindi su questa finestra temporale delicata ", afferma il sito Web UFZ.

Cambiamenti già nell'utero
Gli scienziati di Lipsia accompagnano 622 madri e i loro bambini dal 2006. Le donne in gravidanza sono state esaminate attentamente per l'inquinamento ambientale, in seguito la salute dei bambini è stata analizzata in dettaglio. L'attuale studio ha confrontato le donne in gravidanza di famiglie fumatori e non fumatori. "Siamo stati in grado di dimostrare i cambiamenti epigenetici sia nelle madri fumatrici che nel sangue del cordone ombelicale dei neonati", ha detto Lehmann. I cambiamenti quindi si verificano già nell'utero e influenzano la regolazione genica del nascituro. L'influenza negativa nei bambini potrebbe anche essere dimostrata diversi anni dopo la nascita. Tuttavia, secondo i ricercatori, ciò avrebbe potuto essere dovuto anche al fatto che la maggior parte dei bambini ha continuato a essere esposta al fumo di tabacco. "I bambini che sono già esposti al fumo di tabacco prima della nascita di solito sono anche dopo la nascita", ha detto Lehmann.

Errata regolazione di più geni
I ricercatori hanno scoperto che le cosiddette regioni esaltanti del genoma sono particolarmente spesso influenzate dal fumo. Questi sono segmenti di DNA che attivano uno o più geni in determinati momenti. "Se una regione di potenziamento è influenzata dagli effetti del fumo, ciò può portare a una regolazione errata di diversi geni", ha affermato Lehmann. Nel loro lavoro, i ricercatori mostrano un esempio delle conseguenze di un potenziatore mal regolato: l'enzima JNK2 (c-Jun N-terminal protein chinase 2) è coinvolto nello sviluppo di reazioni infiammatorie. Se il potenziatore che attiva JNK2 è ora influenzato, ciò può aumentare il rischio di malattie polmonari nella vita futura dei bambini.

Punti di partenza per nuove opzioni terapeutiche
Altri studi hanno anche dimostrato che lo stile di vita dei genitori influenza i geni. Nella loro analisi attuale, gli scienziati tedeschi hanno ora identificato oltre 400 esaltatori che sono colpiti dal fumo di tabacco. Questi regolano i geni che svolgono un ruolo nel diabete, nell'obesità (persino nell'obesità) o persino nel cancro. "Con questa scoperta, ora stiamo cominciando a comprendere i meccanismi che portano al fumo causando malattie così diverse", ha affermato Roland Eils della DKFZ. Come hanno annunciato gli scienziati, i risultati di questo lavoro dovrebbero fornire punti di partenza per nuove opzioni terapeutiche per le malattie ambientali. “Meglio comprendiamo cosa viene gestito male dall'inquinamento ambientale, meglio possiamo reagire ad esso. Nel caso del fumo di tabacco, tuttavia, evitare l'inquinamento è ancora la migliore alternativa ”, ha affermato Lehmann. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Genitoripiù: fumo in gravidanza (Agosto 2020).