Notizia

Molti medici acritici si affidano all'industria farmaceutica solo per nuovi farmaci


Quando si tratta di nuovi farmaci, i medici di solito fanno affidamento sulle informazioni fornite dai produttori
Sempre più farmaci vengono prescritti in Germania. Quando si tratta di nuovi farmaci, i medici si fidano di ciò che viene detto dai produttori. Gli esperti del tecnico Krankenkasse vorrebbero che i medici "ottenessero le loro informazioni più da fonti indipendenti".

Di cosa si fidano i medici quando prescrivono nuovi farmaci
È stato segnalato solo di recente che la spesa per droga in Germania ha raggiunto un nuovo record. A livello nazionale, la spesa farmaceutica da parte delle compagnie di assicurazione sanitaria è aumentata notevolmente negli ultimi anni. Quando si tratta di prescrivere nuovi farmaci, i medici spesso si fidano di ciò che viene loro detto durante gli eventi di formazione. Questo è stato il risultato di un sondaggio condotto da DocCheck Research per conto della Techniker Krankenkasse (TK). Secondo un messaggio del TK, il 49 percento dei medici intervistati ha affermato di utilizzare l'allenamento più spesso per decidere se prescrivere un nuovo farmaco. Il 37% ha citato le riviste di settore come fonte e il 30% ha parlato con rappresentanti farmaceutici (erano possibili più risposte).

Gli eventi di formazione sono finanziati dall'industria farmaceutica
“La maggior parte degli eventi e delle riviste di formazione avanzata sono finanziati dall'industria farmaceutica. Non c'è quasi nessun discorso critico sull'uso di nuovi farmaci in questi forum ”, ha spiegato Tim Steimle, capo del dipartimento di droga di Techniker Krankenkasse. "Vorremmo che i dottori ottenessero le loro informazioni di più da fonti indipendenti". Al 30 percento, i medici menzionavano le linee guida mediche spesso come una fonte di decisione come la forza di vendita dell'industria farmaceutica. Il 16 percento dei medici intervistati ha dichiarato di aver agito in uno scambio con colleghi o di essere stato ispirato in congressi specialistici. Le informazioni indipendenti dell'Istituto per la qualità e l'efficienza dell'assistenza sanitaria (IQWiG) e del Comitato misto federale (G-BA) sono arrivate solo al settimo posto con il 15 percento.

I nuovi farmaci spesso non hanno benefici aggiuntivi
Steimle ha dichiarato: “Perché questo cambi, le decisioni del Comitato misto federale sulla valutazione anticipata delle prestazioni devono essere prese in considerazione nelle linee guida mediche. Ciò aiuterebbe i medici nella scelta della terapia e allo stesso tempo contrasterebbe l'influenza dell'industria farmaceutica. Perché al momento alcuni pazienti non stanno ricevendo nuove terapie abbastanza rapidamente, altri stanno ottenendo preparazioni costose che non hanno alcun beneficio aggiuntivo. ”In effetti, nuovi farmaci spesso arrivano sul mercato senza valore aggiunto, anche se all'introduzione di nuovi medicinali si applicano regole di trasparenza più rigorose e i medicinali sono sottoposti a una valutazione dei benefici in conformità con le disposizioni del Medicinal Market Reorganization Act (AMNOG), in cui devono dimostrare il loro beneficio aggiunto rispetto ai medicinali già approvati. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Ci Vogliono Malati. Le Strategie DellIndustria Farmaceutica! (Agosto 2020).