Notizia

È meglio non allontanare il dolore: i sentimenti devono essere elaborati


Il dolore non elaborato può avere conseguenze psicologiche e fisiche
È sempre un duro colpo quando muoiono parenti stretti. La perdita esistenziale può essere accompagnata da conseguenze psicologiche e fisiche. In alcuni casi, possono essere necessari un anno o due per superare il periodo di lutto. I sentimenti non dovrebbero essere allontanati.

Le persone in lutto spesso si sentono sotto pressione
Quando una persona vicina ci lascia, è sempre un duro colpo. La perdita esistenziale può avere conseguenze psicologiche e fisiche per i defunti. Sebbene il dolore sia naturale dopo la perdita di una persona cara, i partecipanti al lutto spesso si trovano sotto pressione per tornare alla vita di tutti i giorni il più rapidamente possibile. E alcune persone non possono più uscire dalla loro valle del dolore da sole. Gli specialisti di solito ti consigliano di vedere un terapeuta, perché rimanere nel dolore troppo a lungo può essere patologico. In un annuncio dell'agenzia di stampa dpa, un esperto ha spiegato importanti informazioni sull'argomento.

Il dolore può richiedere anni
"La fase del lutto può durare da uno a due anni", ha dichiarato Iris Hauth, presidente della Società tedesca per la psichiatria e la psicoterapia, la psicosomatica e la neurologia (DGPPN). Tuttavia, secondo lo specialista, potrebbe anche essere che le persone colpite rimangano bloccate dal dolore e che i sintomi possano persino peggiorare. Quindi si parla di dolore patologico, che può anche portare a depressione o dipendenza. Il dolore patologico di solito influenza anche la vita di tutti i giorni e la capacità di ricollegarsi.

Riconosci i segni premonitori di dolore patologico
Come dice il messaggio, non è facile individuare i segni in anticipo. "Chiunque neghi l'importanza dei propri parenti dovrebbe prendere questo come segnale di avvertimento", afferma Hauth. Un altro segno può essere, ad esempio, se ti immergi nel lavoro dopo il funerale e completi tutte le formalità. Lo stesso vale se non vuoi rinunciare a determinati rituali, come coprire il tavolo della colazione per i defunti. O anche se non vuoi calmarti e pensare a quello che è successo. Discutere e banalizzare la perdita e gestirla è anche un segnale di avvertimento.

In caso di dubbi, ottenere assistenza professionale
Hauth dice che se noti tali comportamenti, fermati e pensa a cosa sta succedendo e parla meglio con un buon amico o una famiglia stretta. Se necessario, puoi ottenere aiuto professionale da uno psicoterapeuta medico o psicologico. "Il lavoro del dolore è un lavoro per la psiche". Il dolore può generalmente portare a disturbi cognitivi come problemi di concentrazione. Il desiderio, la solitudine, l'insensatezza e talvolta i sensi di colpa causano anche problemi emotivi dolorosi, ha spiegato Hauth. Inoltre, i partecipanti al lutto tendono ad isolarsi dalle altre persone. In una certa misura, queste sono tutte reazioni normali.

Il dolore può avere conseguenze sulla salute
Ultimo ma non meno importante, il dolore può portare a lamentele fisiche. Negli ultimi anni, i ricercatori sono stati in grado di determinare in vari studi che il dolore può avere numerose conseguenze sulla salute. Ad esempio, i ricercatori statunitensi dell'Università di Harvard hanno scoperto in uno studio che un forte dolore aumenta anche il rischio di infarto. Secondo gli esperti, ciò ha a che fare con l'ipertensione che è spesso causata da un lutto, dallo stress associato e, in determinate circostanze, dall'aumento della coagulazione del sangue. Inoltre, le persone in lutto spesso soffrono anche di mancanza di sonno, disturbi alimentari e problemi circolatori. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Cecilia La Rosa: psicologia dellemergenza e del trauma (Agosto 2020).