Nascondi AdSense

Professore americano: tra 20 anni fare sesso non sarà più significativo


Il famoso professore è certo: il sesso diventerà superfluo tra 20 anni
Tra circa 20 anni, non sarà più necessario fare sesso per avere figli. Questo è ciò che presume Henry Greely, professore all'Università di Stanford. Il rinomato scienziato pensa persino che il naturale processo del concepimento possa essere stigmatizzato.

Riproduzione senza sesso
Le coppie che, nonostante il loro desiderio, non hanno ancora avuto la possibilità di avere figli, sono spesso consigliate dagli esperti di fare sesso dopo i tempi; che può fare veri miracoli. Secondo un noto scienziato, i rapporti non saranno più necessari per la riproduzione in futuro. Henry Greely, professore all'Università di Stanford (USA), ritiene che, grazie ai progressi della medicina riproduttiva, tra 20 anni sarà possibile che il sesso diventi ridondante per la riproduzione umana. Può persino immaginare che il naturale processo del concepimento possa essere stigmatizzato.

Il sesso è spesso definito come la cosa più bella del mondo. Un noto professore afferma che in futuro non saranno più necessari rapporti sessuali per avere figli. (Immagine: Andrey Kiselev / fotolia.com)

Un pezzo di pelle e sperma sono sufficienti
Il professor Greely ha pubblicato le sue tesi, tra l'altro, nel libro "La fine del sesso e il futuro della riproduzione umana" ("La fine del sesso e il futuro della riproduzione umana"). Si riferisce principalmente a "avere figli". Ha detto al quotidiano The Times in Gran Bretagna: "Tra 20 o 40 anni, se una coppia vuole un bambino, l'uomo fornirà lo sperma e la donna darà un pezzo di pelle perforata". Secondo l'esperto, la femmina potrebbe Vengono prodotte cellule staminali della pelle e quindi la vita viene creata senza contatto sessuale tra uomini e donne. Greely ha detto al giornale che il naturale processo del concepimento potrebbe essere stigmatizzato in futuro.

Gli embrioni potrebbero essere selezionati
Le tesi del professore vanno ancora oltre. Ha predetto che gli embrioni potrebbero essere testati e selezionati per caratteristiche ereditarie e malattie. "Ai futuri genitori viene detto:" Questi cinque hanno malattie molto gravi, non le vogliono ", ha spiegato Greely sul giornale. "Con gli altri 95, saranno informati dei vantaggi e degli svantaggi." Dopo aver valutato, i genitori hanno quindi selezionato un embrione da impiantare nella donna. "I genitori raggrupperanno gli embrioni per categoria", ha detto il professore. Le informazioni sul colore dei capelli e degli occhi o persino sul comportamento possono essere lette dagli embrioni prodotti in laboratorio. Anche se l'idea dei cosiddetti neonati o bambini di design disegnati "sul tavolo da disegno" è scioccante per la maggior parte delle persone: enormi progressi scientifici sono già stati raggiunti in questo settore della riproduzione. Ulteriori sviluppi arriveranno sicuramente tra 20 anni. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: The new era of positive psychology. Martin Seligman (Agosto 2020).