Notizia

I super alimenti non sono salutari? Öko-Test rileva sostanze nocive in quasi tutti i prodotti


Tutti parlano di supercibi. I cibi esotici sono particolarmente ricchi di preziosi ingredienti e vitamine. Ci mantengono sani, in forma e rafforzano il nostro sistema immunitario. La rivista di consumo "Öko-Test" ha esaminato attentamente 22 di questi prodotti e ha raggiunto una conclusione che fa riflettere. Di conseguenza, oltre i due terzi dei campioni hanno fallito e due marchi biologici sono stati addirittura classificati come "non commerciabili".

I supercibi stanno diventando sempre più popolari
Che si tratti di semi di chia, carruba, goji o bacche di açaí: i super alimenti non dovrebbero solo avere un effetto positivo sulla nostra figura e sul nostro umore, ma anche essere particolarmente buoni per la salute. Ad esempio, si dice che i semi di chia riducano la glicemia e minimizzino il rischio di ictus o infarto. I semi di canapa sono raccomandati contro l'affaticamento e l'affaticamento, la polvere di tè verde Matcha è nota per la sua grande quantità di antiossidanti, importanti vitamine e minerali. Ma le polveri, i semi o gli estratti sono davvero sani come suggerisce il consumatore? La rivista di consumo "Öko-Test" ha esaminato più da vicino i supercibi e ha ottenuto un risultato deludente.

Molti prodotti sono fortemente contaminati
Secondo una recente pubblicazione, gli esperti della rivista hanno testato un totale di 22 prodotti, tra cui acai, spirulina, erba d'orzo e polvere di erba di grano provenienti da negozi biologici, negozi di alimenti naturali, supermercati e discount. È stato dimostrato che i due terzi dei campioni erano contaminati a tal punto da fallire con "insufficiente" o "insufficiente". Secondo il rapporto, due marchi biologici si sono persino rivelati "non commerciabili".

I semi di Chia contengono pesticidi altamente tossici
I tester hanno scoperto un gran numero di sostanze che potrebbero comportare un enorme rischio per la salute dei consumatori. In un campione di "Dragon Superfoods Goji Berries", ad esempio, sono stati in grado di rilevare 16 diversi residui di pesticidi - una chiara indicazione che le bacche di Goji prodotte in modo convenzionale dovrebbero essere ancora utilizzate con cautela. Sfortunatamente, anche con i prodotti biologici, gli esperti non hanno potuto evitare i pesticidi, poiché i semi di chia di Alnatura e Basic hanno superato entrambi i livelli massimi di residui legali. Secondo la rivista, i semi di chia di base hanno raggiunto valori troppo alti anche dopo aver dedotto l'incertezza di misura, motivo per cui il campione ha dovuto essere classificato come "non commerciabile". Le ragioni del superamento furono i diserbanti Diquat e il Paraquat, sostanze considerate altamente tossiche.

Troppo cadmio e repellente per insetti nel cacao
Da un lato, la "polvere di cacao grezza organica" del marchio "Feinstoff" conteneva più della quantità massima consentita di dietiltoluamide repellente per insetti chimici (DEET). Inoltre, il cacao conteneva troppo cadmio, che può danneggiare i reni ed è sospettato di cancro. La polvere conteneva così tanta sostanza che il massimo giornaliero raccomandato è già assunto con un cucchiaio, il messaggio continua. Due aspetti che hanno portato i tester a classificare questo prodotto come non commerciabile.

Otto campioni caricati con oli minerali aromatici
Secondo l'analisi, una polvere di spirulina conteneva troppo piombo, che può avere un effetto dannoso sul sistema nervoso centrale, sul cuore, sulla circolazione e sui reni. Ad eccezione di cinque campioni, i tester hanno anche trovato idrocarburi di olio minerale in tutti i prodotti testati, che erano principalmente oli minerali saturi (MOSH), che possono accumularsi nel grasso corporeo e in alcuni organi. Otto campioni sono stati inoltre contaminati con oli minerali aromatici (MOAH), alcuni dei quali considerati cancerogeni. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Che cosè il crudismo? (Agosto 2020).