Notizia

BFH rifiuta la determinazione uniforme del profitto per la pratica medica congiunta


Monaco di Baviera (Jur). Un presunto partner in una pratica freelance non è un co-imprenditore se la sua quota del profitto è misurata solo dal proprio fatturato ed è escluso da importanti poteri di gestione. Il Tribunale federale delle finanze (BFH) di Monaco ha deciso questo con una sentenza pubblicata il 30 marzo 2016 sulla pratica medica congiunta (Az.: VIII R 63/13). In base a ciò, la determinazione uniforme degli utili non include questo partner (possibilmente fasullo).

In caso di controversia, due medici della Renania avevano portato un collega nella loro pratica comune nel 1998. Il contratto sociale le diede l'opportunità nel 2001 di iniziare un terzo nella pratica della comunità; ma lei non ne fece uso. La quota delle tasse del medico ha continuato a dipendere solo dalle sue vendite. Ha ricevuto fino a 102.260 euro, di cui il 37 percento e vendite aggiuntive del 42 percento.

Nelle sue dichiarazioni dei redditi, la pratica di gruppo ha trattato il suo collega come un co-imprenditore. Secondo l'applicazione, l'ufficio delle imposte ha inizialmente determinato il profitto uniformemente per l'intera pratica del gruppo "tripartito" e poi lo ha diviso per tre.

Dopo un audit nel 2009, l'ufficio delle imposte si è trasferito. La quota delle tasse del medico deve essere considerata separatamente nel contesto della propria valutazione dell'imposta sul reddito. Il profitto rimanente sarebbe quindi determinato solo per una società "a due livelli". L'ufficio delle imposte ha quindi assegnato la metà di questi agli altri due medici, il che ha comportato un carico fiscale più elevato per loro.

Come il tribunale finanziario di Düsseldorf, il BFH ora ha respinto la denuncia dei medici. Anche se vedi il dottore di diritto civile come un partner con una partecipazione di "zero", non deve essere trattata come una co-imprenditrice a fini fiscali. Perché è stato escluso da gran parte della gestione, come la decisione sugli investimenti.

Inoltre, non avevano una reale partecipazione agli utili, ma solo una remunerazione dipendente dalle proprie vendite. La loro responsabilità per le perdite era limitata alle loro commissioni. Non vi è stata partecipazione ai beni aziendali e la partecipazione a "riserve nascoste" immateriali non può essere derivata dall'accordo di partenariato. Il fatto che il medico abbia avuto la possibilità di partecipare regolarmente non cambia nulla, secondo il BFH nel suo giudizio del 3 novembre 2015, che è stato ora pubblicato per iscritto. (Mwo / fle)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: SCUOLA NEWS 26 LUGLIO 2020 (Ottobre 2020).