Notizia

L'eroina è di nuovo in aumento negli Stati Uniti


Gli Stati Uniti hanno avuto più vittime di stupefacenti di quanto non sia da decenni
La droga dell'eroina è apparentemente più comune negli Stati Uniti di quanto non lo fosse da molto tempo. Quasi l'80% in più di tossicodipendenti rispetto al 2007 e 125 morti ogni giorno dimostrano che la pericolosa droga è tornata in pieno controllo degli Stati Uniti. Invece di concentrarsi sulle forze dell'ordine, il governo ora vuole cercare di aiutare i numerosi tossicodipendenti attraverso la prevenzione e la terapia.

L'uso di eroina sul bus è attualmente in circolazione su Internet
Un giovane si siede su un autobus nella città di Filadelfia negli Stati Uniti e inietta eroina. Viene filmato con un telefono cellulare, ma ciò non gli impedisce di fare il cosiddetto "tiro". Il video può attualmente essere visto su piattaforme online come "You Tube" e quasi 120.000 utenti hanno già fatto clic su di esso. Lo scenario è inquietante, ma sfortunatamente non sembra essere un caso isolato. Perché l'eroina sta vivendo un triste ritorno negli Stati Uniti e sta raggiungendo circoli così vasti come non lo è stato per decenni.

Secondo l'agenzia di stampa "dpa", ci sono attualmente circa 290.000 tossicodipendenti a livello nazionale, il che significa un aumento di quasi l'80% rispetto al 2007. Secondo le statistiche del CDC (Centers for Disease Control and Prevention), 125 persone stanno morendo ogni giorno negli Stati Uniti a causa di droghe illegali, 78 delle quali da eroina e altri oppioidi. Nel 2014, quasi 29.000 consumatori sono rimasti vittime della loro dipendenza. In Germania ci furono meno di 500 morti per eroina, secondo il commissario per le droghe del governo federale, Marlene Mortler, nelle sue statistiche annuali. Ciò significa che il numero di decessi in termini di popolazione negli Stati Uniti è quasi 60 volte superiore al nostro.

La maggior parte dei tossicodipendenti ha preso solo antidolorifici
Ma perché l'eroina è di nuovo così diffusa negli Stati Uniti? "L'attuale epidemia è nata principalmente dalle prescrizioni per gli antidolorifici", spiega David Rosenbloom della facoltà di medicina dell'Università di Boston in un'intervista con "dpa". "Fino all'80% delle persone che abusano di oppioidi oggi hanno ricevuto in anticipo farmaci antidolorifici", continua l'esperto. Dagli anni '90, ci sono state più prescrizioni per forti antidolorifici come Oxycontin o Vicodin negli Stati Uniti. Poiché i principi attivi contenuti nei farmaci sono simili all'eroina, le persone passerebbero ad esso ad un certo punto "perché è più economico e più facile da ottenere", continua Rosenbloom.

Robert DuPont, fondatore del National Institute on Drug Abuse, non è d'accordo. "Molti hanno avuto esperienza con i farmaci prima di usare antidolorifici", afferma. Dal suo punto di vista, il motivo principale è la semplice disponibilità: poiché mentre gli acquirenti in precedenza dovevano andare in quartieri non sicuri per incontrare un rivenditore, l'accesso non è più un problema. Piuttosto, ora esiste persino una sorta di "servizio di consegna illegale". "L'eroina sta arrivando da loro oggi", ha detto DuPont a un recente evento della Drug Enforcement Agency (DEA), ha riferito l'agenzia di stampa.

L'eroina ha inondato il paese già negli anni '70
Il problema con l'eroina non è nuovo negli Stati Uniti. Il paese era già stato inondato dalla droga negli anni '70. Band come Rolling Stones e Black Sabbath ne hanno fatto il tema nelle loro canzoni, famosi musicisti punk rock come Sid Vicious dei Sex Pistols sono morti per overdose. A quel tempo, c'era un accordo generale sul fatto che l'abuso di droghe fosse criminale e quindi punibile. Nelson Rockefeller, allora governatore di New York, finalmente impose nel 1973 che il possesso di quattro once (circa 114 grammi) di eroina fu seguito da almeno 15 anni di prigione. A partire dalla metà degli anni '70, gli Stati Uniti adottarono misure drastiche contro produttori e commercianti, distrussero campi di papaveri in Messico e misero centinaia di rivenditori dietro le sbarre. Di conseguenza, il problema della droga era contenuto e il numero di morti per overdose di eroina fu ridotto dal 2000 nel 1975 a 800 nel 1980, secondo il rapporto "Dpa".

Terapia e prevenzione sono al centro
Tuttavia, l'applicazione della legge non è più al centro della strategia di lotta. Invece, le autorità si stanno concentrando sulla prevenzione e sulla terapia per tenere sotto controllo l'attuale epidemia di eroina. Ciò segue la linea del presidente Barack Obama, che a gennaio ha parlato degli Stati Uniti come un "paese di seconde possibilità" e si è pronunciato per una politica sulle droghe meno punitiva. In questo contesto, il Senato ha approvato una legge all'inizio di marzo per garantire aiuti finanziari per il trattamento e la riabilitazione dei tossicodipendenti.

Tuttavia, secondo Robert DuPont, concentrarsi sulla terapia rappresenta un rischio, poiché i programmi potrebbero essere solo a breve termine. "Ma i cambiamenti nel cervello del tossicodipendente rimangono", spiega. A suo avviso, si dovrebbe quindi agire contro l'abuso di droghe stesso impedendo la facile disponibilità e il consumo socialmente accettato di sostanze tossiche nel tempo libero. "Non possiamo uscire da questa crisi", ha detto l'esperto. Ma contrariamente all'opinione di DuPont, la politica e l'amministrazione vogliono continuare ad attenersi alla nuova strategia. Di conseguenza, i medici dovrebbero ad es. non sarà più in grado di prescrivere grandi quantità di antidolorifici in futuro e il Presidente ha anche programmato di spendere più di un miliardo di dollari in opzioni terapeutiche aggiuntive. Ma ci vorrà del tempo prima che queste misure abbiano effetto. "Finora, non abbiamo visto alcun declino", ha detto il regista "dpa" del CDC Tom Frieden in una conferenza stampa della Casa Bianca.

I tossicodipendenti perdono unità e motivazione
L'eroina è prodotta sinteticamente dalla morfina di papavero da oppio e miscelata con acido acetico. Mentre è meno comune di altri farmaci come Cocaina, ma è estremamente pericolosa e può portare alla dipendenza dopo il primo utilizzo. Nella maggior parte dei casi, il farmaco viene iniettato per via endovenosa ("correzione"), spesso utilizzando aree nascoste come l'area dei piedi, delle ascelle o dell'inguine. Di conseguenza, i siti di iniezione di solito non sono visibili agli estranei.

Ma l'uso di eroina è evidente attraverso una serie di altri segni, ad esempio tipici alunni ristretti, problemi respiratori, svogliatezza e crescente interesse per amici, hobby e lavoro. La maggior parte dei tossicodipendenti non ha più motivazione per le cose "normali", ma si concentra esclusivamente sull'ottenere il prossimo "tiro". Un tossicodipendente ha bisogno di circa sei-dieci di questi al giorno, il che corrisponde a circa 0,5 o 3 grammi di farmaco. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Muore dopo aver assunto eroina, arrestato lamico (Agosto 2020).