Notizia

I rappresentanti delle sigarette elettroniche non prevedono una tassa in Germania fino al 2017


Le tasse per le sigarette elettroniche probabilmente non arriveranno fino al 2017
Anche se gli esperti sanitari hanno da tempo messo in guardia dai pericoli posti dalle sigarette elettroniche, sono stati fatti solo pochi passi contro questi prodotti. La Commissione europea sta attualmente lavorando alla regolamentazione dei vaporizzatori elettronici, ma i produttori tedeschi non prevedono che i loro prodotti saranno tassati prima del 2017.

Anni di polemiche sulle sigarette elettroniche malsane
Una disputa di esperti sulle sigarette elettroniche non salutari infuria da anni. Sebbene alcune persone li vedano come una migliore alternativa al tabacco, le sigarette elettroniche non sono innocue, come hanno dimostrato studi scientifici. Alcuni ricercatori ritengono addirittura che a volte siano più problematici del normale fumo. Gli esperti sanitari hanno da tempo chiesto misure più severe contro i vaporizzatori elettronici. Finora è successo poco. Anche se, secondo una sentenza del tribunale, le sigarette elettroniche con nicotina attualmente non possono essere vendute, a maggio ci sarà solo un nuovo regolamento legale su cui la Commissione europea sta attualmente lavorando. Tuttavia, i produttori sono rilassati. Non si aspettano un'imposta anticipata sui loro prodotti.

I produttori prevedono una tassa al più presto l'anno prossimo
Secondo un rapporto di "Welt am Sonntag" (WaS), i produttori tedeschi di sigarette elettroniche non prevedono che i loro prodotti saranno tassati prima del 2017. Secondo le informazioni, la Commissione europea stabilirà presto punti chiave per la regolamentazione della sigaretta elettronica e una tassa per i dispositivi a vapore con i loro liquidi alla nicotina. Dac Sprengel, CEO dell'Associazione per il commercio di sigarette elettroniche in Germania, ha dichiarato al giornale che non si aspettano l'imposta che è consuetudine per le sigarette di tabacco. "Forse questo comporterà una tassa sulla nicotina, che sarebbe quindi molto più bassa per la sigaretta elettronica che per la sigaretta di tabacco", afferma Sprengel.

Industria con enormi vendite
Il lobbista ha giustificato questa differenza con i minori rischi per la salute del vaporizzatore elettronico. "Non sto dicendo che sia privo di rischi. Ma la sigaretta elettronica è molto meno pericolosa della sigaretta di tabacco ", ha detto Sprengel al WaS. E anche se le grandi compagnie internazionali del tabacco stanno spingendo nel business, Sprengel non vede alcun pericolo per le medie imprese: "Ci sarà sempre spazio per le piccole aziende nel commercio di sigarette elettroniche, la crescita è semplicemente abbastanza grande per questo". un fatturato del settore da 350 a 400 milioni di euro. Questo sarebbe un aumento di circa il 30 percento rispetto al 2015. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: La sigaretta elettronica è meno pericolosa della sigaretta di tabacco? (Agosto 2020).