Notizia

Modifica dell'ora legale in estate: modifica il ritmo del sonno passo dopo passo all'inizio


L'ora legale inizia: modifica gradualmente il ritmo del sonno
Il prossimo fine settimana sarà di nuovo il momento: il cambiamento di orario sta arrivando. Grazie a Pasqua, abbiamo un giorno in più per abituarci quest'anno. Tuttavia, è meglio cambiare gradualmente il ritmo del sonno.

Cambiare il tempo è un peso per la salute
Ogni sei mesi succede di nuovo: il cambio di orario è dietro l'angolo. Nella notte da sabato a domenica, gli orologi passano all'ora legale. Ciò significa un'ora in meno di sonno. All'inizio molte persone avranno difficoltà a rialzarsi. È molto più buio al mattino quando la sveglia suona presto e il corpo non vuole andare bene. La modifica dell'ora è pericolosa per la salute. Nei primi giorni dopo la differenza oraria, compaiono sintomi come mal di testa, scarsa concentrazione, vertigini, stanchezza e disturbi del sonno. Anche il rischio di infarto aumenta temporaneamente in modo significativo dopo il cambio di orario. E recentemente i ricercatori finlandesi hanno riferito che cambiare il tempo può causare un alto rischio di ictus.

Commutazione a piccoli passi
È un vantaggio quest'anno che il cambio di orario cada nel lungo weekend di Pasqua. "Se dormiamo un po 'meno, non dobbiamo lavorare di nuovo immediatamente", spiega Hans-Günter Weess della Società tedesca per la ricerca sul sonno e la medicina del sonno in un rapporto dell'agenzia di stampa dpa. Pasqua o non Pasqua: l'esperto consiglia di non apportare la modifica improvvisamente, ma a piccoli passi. Cambiare il tempo può essere particolarmente difficile per i bambini, gli anziani o le persone con disturbi del sonno. "È meglio andare a letto dieci minuti prima ogni giovedì dal giovedì santo", afferma Weess, che è il capo del centro per dormire presso la clinica del Palatinato a Klingenmünster. Quindi puoi abituarti gradualmente all'inizio del lavoro o della scuola martedì. Da sabato a domenica (27 marzo), gli orologi sono impostati dalle 2:00 alle 3:00 - la notte è più corta di un'ora.

Andare a letto dieci minuti prima ogni giorno
Secondo Weess, i bambini dovrebbero anche andare a letto dieci minuti prima ogni giorno. Tuttavia, questo può essere difficile, soprattutto per i bambini che sanno già leggere l'orologio. "La cosa migliore da fare è attirarli a letto leggendo una storia speciale o promettere loro qualcosa di carino per il giorno successivo." L'esperto non considera una buona idea attirare i bambini a letto con la televisione o il tablet. I film sono spesso stimolanti e dormire davanti alla TV non è molto rilassante. Inoltre, secondo gli scienziati, la luce brillante dello schermo è dannosa per la nostra igiene del sonno. I genitori non dovrebbero inoltre consentire ai propri figli di andare online a letto o chattare con gli amici. I più piccoli sono quindi a letto, ma non dormiranno. Invece, dormono meno e sono ancora più stanchi.

Non fare un pisolino
Se gli adulti hanno problemi ad addormentarsi la sera presto, secondo Weess, dovrebbero assolutamente astenersi dal fare un lungo pisolino. "Un lungo pisolino può rendere difficile addormentarsi", afferma l'esperto. Coloro che non riescono a superare la giornata senza un pisolino dovrebbero assicurarsi che non impieghino più di dieci minuti. "Questo è sufficiente per sentirsi in forma e rinfrescati per le prossime ore e non dovrebbe interferire troppo con la sera." Alle persone che non si mettono davvero in moto la mattina a causa del cambio di orario si consiglia di prendere misure per svegliarsi: " Ginnastica precoce, docce alternate e idealmente uscire all'aria aperta e alla luce del giorno ", raccomanda Weess. È utile essere consapevoli che la fatica è solo temporanea. Dopotutto, l'orologio interno impiega solo pochi giorni per adattarsi alla differenza di fuso orario. Inoltre, i giorni si allungano lentamente e presto tornerà a essere luminoso al mattino quando suona la sveglia, nonostante il cambio di orario. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Luce solare e Fotodinamica (Agosto 2020).