Notizia

Aumento delle prestazioni della memoria: acidi grassi Omega-3 adatti alla prevenzione dell'Alzheimer?


Gli acidi grassi Omega-3 migliorano le prestazioni della memoria in età avanzata
La memoria si deteriora con l'età. Le persone con demenza o morbo di Alzheimer sono particolarmente colpite. Tuttavia, un recente studio condotto da ricercatori della Charité-Universitätsmedizin di Berlino ha dimostrato che un integratore alimentare naturale con acidi grassi omega-3 migliora la memoria negli anziani e potrebbe aiutare a prevenire l'Alzheimer.

Secondo i ricercatori, l'assunzione di acidi grassi omega-3 porta ad un aumento della memoria umana. La capacità di ricordare è notevolmente aumentata dagli integratori alimentari naturali. Questo effetto potrebbe anche essere usato per prevenire la demenza o l'Alzheimer. I risultati della presente indagine saranno pubblicati nel prossimo numero della rivista "Journal of Alzheimer's Disease".

Conservazione della memoria nella vecchiaia
In un periodo di studio di sei mesi, gli scienziati del Berlin Charité hanno esaminato l'influenza degli integratori alimentari naturali con acidi grassi omega-3 sulle prestazioni della memoria in soggetti sani e anziani. Il processo di invecchiamento influisce sulla memoria di tutti, ma soprattutto nel caso di malattie neurodegenerative "come la demenza di Alzheimer o il suo pre-stadio, un lieve deficit cognitivo, questo processo è accelerato", riporta il Charité di Berlino. Inoltre, al momento non esistono opzioni terapeutiche efficaci per queste malattie, motivo per cui la prevenzione e la conservazione a lungo termine della memoria sono di particolare importanza. Qui, i medici sono costantemente alla ricerca di nuovi approcci per mantenere le prestazioni e quindi l'indipendenza del paziente il più a lungo possibile, secondo lo Charité.

Effetto dell'acido grasso omega-3 sulle cellule nervose
Idealmente, questi nuovi approcci dovrebbero basarsi su misure "che possono essere utilizzate a lungo termine e preventivamente nelle persone anziane sane e che possono essere facilmente integrate nella vita di tutti i giorni", spiega il Dr. Nadine Külzow della clinica e della clinica ambulatoriale universitaria per neurologia al Charité di Berlino. L'assunzione di integratori è una di queste opzioni. Si dice che vari ingredienti alimentari, come gli acidi grassi omega-3, abbiano un effetto diretto sulla funzione delle cellule nervose. Pertanto, nel loro studio attuale, gli scienziati hanno esaminato gli effetti sulla memoria quando assumevano 2.200 milligrammi di acido grasso omega-3 al giorno per un periodo di sei mesi.

Sono possibili interventi nutrizionali mirati?
Secondo il Berlin Charité, la capacità di far fronte a un compito di memoria è migliorata maggiormente nei soggetti che hanno ricevuto acido grasso omega-3 che nei soggetti che avevano assunto un placebo sotto forma di olio di semi di girasole. Tuttavia, non è stata trovata alcuna prova di una migliore capacità di apprendimento delle lingue, riporta Charité. "I risultati dello studio indicano una strategia a lungo termine per mantenere le prestazioni cognitive nella vecchiaia", sottolineano gli autori dello studio. Interventi nutrizionali mirati potrebbero essere un elemento chiave. La misura in cui i miglioramenti identificati si fanno sentire anche nella vita di tutti i giorni deve ora essere verificata in ulteriori studi clinici più ampi. In primo luogo, tuttavia, l'efficacia di una somministrazione combinata di acidi grassi omega-3 con vitamina B dovrebbe essere analizzata, poiché gli studi di Oxford suggeriscono che ciò potrebbe provocare effetti sinergici, secondo il comunicato stampa di Charité. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: OMEGA 3 Benefici e Alimenti (Settembre 2020).