Notizia

BSG: il diritto al marchio "AG" nel Parkinson non è escluso


(Jur). Se hanno solo “trascurabile capacità di deambulazione residua”, possono richiedere il marchio “aG” nel loro documento di identità per disabili in modo da poter parcheggiare in parcheggi per disabili a livello nazionale, decretato mercoledì 16 marzo 2016, il Tribunale sociale federale (BSG) a Kassel (Az .: B 9 SB 1/15 R).

Secondo le normative legali applicabili, il marchio aG viene emesso solo se qualcuno è in grado di spostarsi continuamente fuori dal proprio veicolo a motore e non con un aiuto esterno. Questo è generalmente sospettato per amputati paraplegici o doppia gamba. Le persone disabili con altre malattie possono tuttavia richiedere la parità con i paraplegici se hanno problemi di deambulazione significativi.

Questo è esattamente ciò che ha chiesto l'attore 61enne di Braunschweig, che ha il morbo di Parkinson. Un esperto aveva certificato che il 70 percento della giornata era "gravemente motorio". I disturbi della deambulazione si sono verificati inaspettatamente in diverse situazioni. L'uomo non aveva bisogno di una sedia a rotelle, solo di un bastone da passeggio.

A causa del suo pronunciato disturbo della deambulazione, fece domanda allo Stato della Bassa Sassonia affinché il marchio "aG" fosse assegnato al documento di identità della sua persona con grave disabilità.

Ma il paese ha rifiutato. Non esiste un "disturbo permanente della deambulazione" come richiesto dalla legge.

Nel caso specifico, il BSG ora ha respinto il reclamo del paziente con Parkinson. Nonostante l'opinione degli esperti, il tribunale sociale dello stato della Bassa Sassonia non ha trovato "un alto grado di limitazione dei movimenti" nell'uomo. Pertanto, non aveva il diritto di ricevere il marchio "aG".

Ma escludere le persone gravemente disabili con una malattia neurologica come il Parkinson o la sclerosi multipla dal marchio "aG" non è consentito, secondo la BSG. È fondamentale fino a che punto esiste solo una “trascurabile capacità di deambulazione residua” tra le persone colpite. Un'indicazione di ciò è l'uso costante di una sedia a rotelle. In questo caso, potrebbe esistere il diritto al marchio "aG". Le persone con Parkinson sarebbero anche trattate come paraplegici. fle / mwo

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Video lezione sul Marchio (Ottobre 2020).