Notizia

Lo yoga migliora la qualità della vita per le persone con improvvisa aritmia cardiaca


Una sessione di yoga a settimana abbassa la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca
Nuovi risultati di studi clinici dimostrano che i pazienti con diagnosi di fibrillazione atriale parossistica ottengono significativi benefici per la salute partecipando a una sessione di yoga una volta alla settimana. È quindi consigliabile che le persone colpite si occupino di yoga.

Si dice che lo yoga abbia alcuni effetti positivi sul nostro corpo umano. Gli scienziati della European Society of Cardiology hanno ora scoperto in uno studio che i pazienti con fibrillazione atriale parossistica ottengono enormi benefici per la salute da una sessione di yoga di una volta ogni settimana. I medici hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista "European Journal of Cardiovascular Nursing".

La respirazione e i movimenti nello yoga portano significativi benefici fisici e mentali
Lo studio clinico, che è durato più di dodici settimane, ha scoperto che la qualità della vita dei pazienti con aritmia cardiaca improvvisa è aumentata significativamente quando hanno frequentato sessioni di yoga per tre mesi. Queste sessioni devono essere seguite una volta alla settimana per un'ora ciascuna per sperimentare significativi benefici fisici e mentali per la nostra salute, spiegano gli scienziati. Quando i pazienti prendono lezioni di yoga, ottengono una migliore qualità della vita, una frequenza cardiaca più bassa e la pressione sanguigna è ridotta, rispetto ai valori dei pazienti senza accesso alle lezioni di yoga, affermano i ricercatori. Forse la respirazione profonda del parasimpatico e simpatico porta a minori fluttuazioni della frequenza cardiaca. La respirazione e i movimenti potrebbero avere ulteriori effetti positivi sulla pressione sanguigna, afferma l'autore dello studio Maria Wahlström, dell'Università di Sophiahemmet in Svezia.

Le persone colpite soffrono spesso di gravi restrizioni nella loro qualità di vita
Le persone con fibrillazione atriale parossistica soffrono di battito cardiaco irregolare improvviso o troppo veloce. Questo di solito termina automaticamente entro le prossime 48 ore. Circa il due percento della popolazione nei paesi occidentali è affetto da questa malattia, affermano i medici. Ad esempio, a causa della malattia, possono verificarsi problemi respiratori, dolore toracico e vertigini. Molti pazienti con fibrillazione atriale parossistica hanno gravi limiti nella loro qualità di vita perché vivono nella paura costante dell'insorgenza improvvisa della malattia, spiegano i ricercatori.

Yoga futuro metodo di trattamento complementare alla terapia standard?
L'ultimo studio ha incluso ottanta pazienti con fibrillazione atriale parossistica. I soggetti sono stati divisi casualmente in due gruppi. Un gruppo con sessioni di yoga settimanali e un trattamento standard combinato per la fibrillazione atriale. Il secondo gruppo ha ricevuto solo un trattamento standard per la fibrillazione atriale, affermano gli scienziati. Analizzando i valori del sangue, la frequenza cardiaca e la qualità della vita, Wahlström e il team di ricerca hanno scoperto che i pazienti nel gruppo yoga avevano sperimentato un aumento significativo della salute mentale. Inoltre, i medici hanno aggiunto una significativa riduzione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca rispetto ai pazienti del gruppo di trattamento standard. Lo yoga potrebbe quindi essere un utile metodo di trattamento complementare alla terapia standard.

Lo yoga dovrebbe essere offerto per aiutare i pazienti a rilassarsi
Lo yoga può migliorare la qualità della vita nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica perché offre loro un modo per controllare meglio i loro sintomi e non essere completamente indifesi, spiega Wahlström. Molti dei pazienti con fibrillazione atriale parossistica sono molto stressati. Secondo i ricercatori, lo yoga dovrebbe quindi essere offerto come terapia supplementare per aiutare le persone colpite a rilassarsi. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COVID 19 Il ruolo della riabilitazione respiratoria (Agosto 2020).