Notizia

Cattiva combinazione: tè verde e ferro


Il tè verde inibisce i processi infiammatori e protegge le cellule dagli attacchi dei radicali liberi. Tuttavia, l'impatto positivo potrebbe essere annullato se la bevanda fosse assunta con prodotti contenenti ferro o integratori di ferro. Gli scienziati della Pennsylvania State University sono stati in grado di dimostrarlo.

Il principale ingrediente attivo del tè verde è l'epigallocatechina gallato (EGCG), che ha la capacità di inibire l'enzima infiammatorio mieloperossidasi (MPO). Nel modello del topo, gli scienziati sono stati in grado di dimostrare che dopo un pasto ricco di ferro, il ferro lega il principio attivo EGCG. Di conseguenza, il tè perde le sue proprietà antiossidanti, che proteggono le cellule dai composti reattivi dell'ossigeno e quindi dallo stress ossidativo. Lo stesso vale per i preparati contenenti ferro.

Questa menomazione si verifica reciprocamente: vale a dire, anche l'assorbimento del ferro è compromesso. Questo è importante per le persone con carenza di ferro (ad es. Con IBD). Dovresti sapere che una sostanza influisce sull'altra. Puoi trovare lo studio qui.

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Il transurfing cambia la vita. Luca Nali (Ottobre 2020).