Notizia

L'insegnante riceve salari per incidenti pensionistici più elevati dopo la furia di Winnenden


VGH Mannheim rifiuta di richiedere un appuntamento
(Jur). Un ex insegnante all'Albertville Realschule di Winnenden è dovuto alla follia omicida di uno studente l'11 marzo 2009 e ha diritto a un aumento dello stipendio per infortunio di vecchiaia e a un risarcimento una tantum per infortunio. Anche se l'autore ha superato la classe dell'insegnante e gli omicidi sono stati commessi in un altro piano della scuola, il pedagogo era "oggettivamente a rischio", ha dichiarato il Tribunale amministrativo (VGH) del Baden-Württemberg martedì 15 marzo 2016, decisione chiaramente annunciata (Az.: 4 S 1251/15). I giudici di Mannheim hanno quindi respinto l'ambita ammissione dello stato in appello.

Lo sfondo della controversia legale è stata la furia del tirocinante diciassettenne Tim K. all'Albertville Realschule a Winnenden nel distretto di Rems-Murr. L'ex studente è apparso a scuola con una tuta da combattimento, armato di pistola e sparato a nove studenti e tre insegnanti. Durante la sua fuga, ha ucciso altre tre persone. Poi si è ucciso con un colpo alla testa.

Dopo la follia omicida, le operazioni scolastiche furono inizialmente interrotte e gli studenti e il personale docente ricevettero supporto psicologico. L'insegnante, che ora fa causa alla controversia legale decisa, soffriva di una malattia mentale a causa degli incidenti, che il paese ha riconosciuto come un incidente sul lavoro e ha portato alla sua incapacità al lavoro. La donna alla fine fu ritirata.

Il paese le ha concesso una pensione di vecchiaia per infortunio. Tuttavia, l'insegnante ha richiesto una pensione maggiorata e un risarcimento in caso di incidente una tantum, attualmente 80.000 euro. Secondo le normative applicabili, il prerequisito per questo era che aveva subito il suo incidente "durante l'esecuzione del servizio a causa di un attacco illegale".

Tuttavia, il paese ha respinto il pagamento della pensione per infortunio superiore e l'indennità. In nessun momento durante la follia omicida la donna era esposta al rischio oggettivo di lesioni fisiche o uccisioni. Tim K. ha superato la sua classe e ha commesso gli omicidi di studenti e colleghi su un altro piano. Era anche un "attacco generalizzato" che non era mirato specificamente al richiedente.

Il tribunale amministrativo di Stoccarda, invece, ha assegnato all'insegnante la pensione di vecchiaia per infortuni maggiorata e l'indennità. La donna era obiettivamente a rischio ed era nel raggio del colpevole. Perché il diciassettenne non solo ha usato un'arma da fuoco con un lungo raggio e un numero di cartucce nel raggio di tre cifre. Era anche mobile nell'edificio scolastico e, il giorno dell'evento, ha perseguito l'intenzione di uccidere studenti e insegnanti con la massima enfasi possibile. Finché Tim K. era nei locali della scuola, anche il richiedente era alla sua portata.

Nella sua decisione del 23 febbraio 2016, il VGH ora ha confermato la decisione del tribunale amministrativo e ha respinto l'approvazione richiesta dallo stato per un ricorso. Ciò significa che la sentenza di primo grado è definitiva. Un prerequisito per la maggiore pensione di vecchiaia e l'indennità di infortunio è un pericolo oggettivo in cui il funzionario subisce un infortunio fisico a seguito di un atto mirato di infortunio da parte dell'attaccante. Ciò include non solo - come ipotizzato dal Paese - il rischio di compromettere l'integrità fisica, ma anche se esiste il rischio di una malattia mentale. Questo è il caso qui. (fle / mwo)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: 270720 - Ovada: oggi riapre il Pronto Soccorso. Il punto sugli altri ospedali (Ottobre 2020).