Notizia

Gradi medici: quanto sono affidabili i portali di valutazione per i medici?


Cattivi voti sui portali di valutazione come Jameda o Sanego possono avere conseguenze negative per i medici. Ciò è stato riscontrato anche da un dentista che ha ricevuto una valutazione "Sei" da un utente anonimo, anche nell'area "Terapia", e ha dovuto temere per la sua reputazione. Il dottore mise in dubbio la visita effettiva del paziente e andò in tribunale. Ora la Corte Federale di Giustizia (BGH) ha deciso che i portali dovevano dimostrare in caso di controversia che il trattamento classificato esisteva effettivamente.

Ogni seconda persona viene informata attraverso portali di valutazione medica
Quando cerchi un medico, Internet è il primo indirizzo per molti. Secondo i risultati di un sondaggio rappresentativo commissionato dall'associazione digitale Bitcom, ogni secondo utente di Internet ha già trovato informazioni sui portali di valutazione medica nel 2013. Ciò corrisponde all'equivalente di 28 milioni di persone, con le donne (56 percento) che utilizzano le offerte in modo significativo più degli uomini (44 percento). "La necessità di informazioni affidabili su medici, ospedali o metodi di trattamento è enorme", ha detto l'esperto di Bitkom Dr. Pablo Mentzinis in un messaggio. Mentre i pazienti erano soliti ottenere consigli dai conoscenti, oggi potevano ottenerli in modo completo e semplice su Internet, prosegue Mentzinis.

Ma la valutazione di altri pazienti aiuta davvero se si desidera trovare rapidamente un buon medico in caso di malattia? Non è facile rispondere. È chiaro che i portali sono controversi, poiché poiché devono rispondere legalmente ai commenti negativi, a volte vengono eliminati per precauzione. Questo a sua volta provoca dispiacere da parte degli utenti e dà a molti utenti critici l'impressione che i medici possano influenzare il risultato delle loro revisioni falsificando le parole di elogio. "Ci sono offerte discutibili che vendono la cosiddetta cura della reputazione ai medici", ha detto a Zeit Online Corinna Schaefer del Medical Center for Quality in Medicine (ÄZQ) di Berlino.

Il paziente valuta il dentista più volte come "insufficiente"
La protezione dell'anonimato offre anche la possibilità di danneggiare in modo massiccio un medico attraverso critiche fittizie. Un dentista è stato inoltre oltraggiato dal contributo di un utente anonimo sul portale di valutazione dei medici Jameda. "Non posso raccomandare [nome del querelante]" ha scritto il paziente, secondo una dichiarazione della Corte Federale di Giustizia ed era apparentemente consapevole delle possibili conseguenze di un commento negativo: "Sfortunatamente, è facile scrivere una recensione positiva, una negativa è contro di essa - anche legalmente - difficile, motivo per cui mi riferisco ai voti scolastici per la valutazione, che ho attentamente considerato ", l'utente continua a citare. Di conseguenza, il paziente ha distribuito il voto scolastico “6” nelle aree di “trattamento”, “educazione” e “rapporto di fiducia”, che ha portato a un voto complessivo di 4,8 per il medico.

Tuttavia, il dentista dubitava che l'autore fosse effettivamente stato nella sua pratica di paziente e chiese a jameda.de di eliminare la valutazione negativa. Il portale inizialmente ha aderito a questo, ma ha interrotto il contributo, facendo riferimento a un "test intermedio". Il dottore poi è andato in tribunale e ha fatto causa per un provvedimento ingiuntivo. All'inizio di marzo, la Corte Federale di Giustizia (BGH) di Karlsruhe ha infine deciso che gli operatori di un portale di valutazione online dovevano indagare attentamente su una denuncia. Di conseguenza, in caso di controversia, al valutatore dovrebbe essere chiesto di fornire una dichiarazione precisa e di inviare tutti i documenti giustificativi (numero di file: VI ZR 34/15), secondo un'ulteriore comunicazione della Corte federale di giustizia. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Webinar Il protocollo Covid ed il punto di vista di SQS (Agosto 2020).