Notizia

Sondaggio: le ambulanze sono spesso troppo tardi nelle grandi città


In molte principali città tedesche, il servizio di ambulanza impiega troppo tempo per arrivare al paziente di emergenza. Questo è il risultato della ricerca della rivista ARD "Plusminus". In base a ciò, circa il 40 percento delle ambulanze arriverebbe troppo tardi, il che può avere conseguenze potenzialmente letali.

Gli esperti richiedono un massimo di otto minuti di aiuto
Che si tratti di una caduta grave, collasso circolatorio o mancanza di respiro: ci sono molte ragioni per cui potrebbe essere necessario chiamare i servizi di emergenza al 112. Una volta effettuata la chiamata di emergenza, l'ambulanza dovrebbe arrivare al paziente il più presto possibile. Perché con molte malattie come un infarto o ictus, qualsiasi ritardo può avere gravi conseguenze. Dal punto di vista dei medici di emergenza e degli esperti di rianimazione, i servizi di emergenza dovrebbero quindi essere nel sito di emergenza nell'otto percento delle operazioni entro otto minuti, "Plusminus" ha riferito su ARD mercoledì sera. "Un'estrapolazione da parte nostra dimostra che se potessimo implementare questo periodo di soccorso a livello nazionale, ogni anno si potrebbero salvare fino a 1.000 vite in più", ha detto alla rivista Matthias Fischer del Consiglio tedesco per la rianimazione.

La rivista valuta i numeri di 44 città principali
"Plusminus" ha dichiarato di aver intervistato 76 città di tutta la Germania in merito ai periodi di assistenza e alla conformità, e di aver ricevuto risposte da 44 città. È stato dimostrato che solo Mönchengladbach e Bottrop hanno mantenuto gli otto minuti necessari lì, e anche nel 90 percento di tutte le operazioni, secondo il rapporto. Tuttavia, altre città sono rimaste significativamente indietro. Nel Baden-Württemberg, ad esempio, dove è concesso quasi il doppio del tempo con 15 minuti, anche questo periodo non è stato raggiunto abbastanza spesso.

Berlino è in fondo
Secondo la rivista, Berlino ha ottenuto "risultati particolarmente negativi". Anche l'ambulanza dovrebbe essere lì entro otto minuti. Tuttavia, secondo le loro stesse dichiarazioni, questo è stato realizzato in meno del 50% delle operazioni per anni. Secondo il sondaggio, nel 2014 gli aiutanti hanno raggiunto il paziente solo nel 39% dei casi in questo periodo. "Personalmente, ho avuto il tempo di arrivo più lungo con un'ambulanza con 21 minuti", ha detto l'ex conducente di ambulanze Michael Quäker a "Plusminus". "Tuttavia, il paziente è già in fase di rianimazione. Dopo 21 minuti non c'è sicuramente molto da salvare ", aggiunge. Ralf Fibich ha sperimentato qualcosa di simile: “Possono volerci fino a 30, 45 minuti a Berlino. Questo non è un caso isolato. È un luogo comune ”, ha dichiarato l'ex dispatcher dei vigili del fuoco di Berlino. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: #03 Parliamo di PAURA E ANSIA - ospite Federica Di Nardo (Settembre 2020).