Notizia

Un grande cervello danneggia la nostra salute


Il cervello grande affatica il sistema immunitario e si ammala più facilmente
Un nuovo studio condotto da ricercatori austriaci e svedesi suggerisce che un grande cervello costa un'enorme quantità di energia e quindi indebolisce il sistema immunitario. Quindi il prezzo della prudenza peggiora la salute?

Un grande cervello ti rende intelligente?
Per molto tempo si pensava che ci fosse una stretta connessione tra le dimensioni del cervello e le prestazioni intellettuali, ma gli scienziati hanno finora sopravvalutato. Ad esempio, i ricercatori dell'Istituto di psicologia applicata dell'Università di Vienna hanno riportato lo scorso anno sulla rivista "Neuroscience and Biobehaviorial Reviews" che una meta-analisi di 88 studi con oltre 8.000 soggetti di test ha mostrato che apparentemente esiste solo una debole connessione tra dimensione del cervello e quoziente di intelligenza (QI) . Quindi un grande cervello non deve renderti intelligente. Ma potrebbe essere più facile ammalarsi, come ha scoperto il biologo austriaco Alexander Kotrschal con i colleghi.

Gli organi più grandi hanno bisogno di più energia
Questo perché utilizza più energia di un piccolo organo di pensiero, che ovviamente manca nel sistema immunitario innato, i ricercatori riportano sulla rivista "Proceedings of the Royal Society B". Secondo un rapporto dell'agenzia di stampa APA, gli scienziati hanno confrontato l'efficienza del sistema immunitario nei guppy con cervelli grandi e piccoli trapiantando reciprocamente questi pesci d'acquario popolari con lo strato di muco associato e le cellule del pigmento, e quindi osservando le reazioni di rigetto. Secondo i ricercatori, sia il cervello che il sistema immunitario hanno elevati requisiti energetici. L'elevato consumo di un cervello di grandi dimensioni rispetto al corpo potrebbe portare a una riduzione del sistema immunitario.

Rigetto del sistema immunitario più forte
I pesci ornamentali con un piccolo cervello hanno avuto un rifiuto più forte del sistema immunitario innato, che reagisce con gli intrusi e i corpi estranei quando si sono incontrati per la prima volta, rispetto al pesce dal cervello più grande, dicono gli scienziati. "Il tessuto intorno alla forfora trapiantata si è gonfiato un po ', quindi lo strato di muco è diventato torbido e infine le cellule pigmentarie della forfora trapiantata sono state digerite e scomparse dal sistema immunitario del ricevente", ha affermato Kotrschal, che lavora presso il Dipartimento di Zoologia dell'Università di Stoccolma (Svezia ) e il Konrad Lorenz Institute for Comparative Behavioral Research presso l'Università di medicina veterinaria di Vienna, in relazione all'APA. Come ha riferito, dopo poco più di una settimana tutto il materiale estraneo è stato "digerito" ad eccezione della scala reale e ricoperto di materiale proprio. "La scala estera rimane quindi parte del destinatario", afferma Kotrschal.

La prudenza ha un prezzo
Gli scienziati ne hanno eseguito un'altra tre settimane dopo il primo trapianto per vedere se il sistema immunitario specifico (acquisito), che può ricordare l'aspetto di corpi estranei e li combatte in modo rapido ed efficace la prossima volta che si incontrano, in piccoli e grandi pesci I cervelli reagiscono in modo diverso in modo violento. Hanno scoperto che non lo era. Secondo i ricercatori, questi risultati mostrano che un investimento nello sviluppo di un cervello più grande è a carico del sistema immunitario innato ma non acquisito. Dissero: "I pesci intelligenti stanno ovviamente pagando la loro intelligenza con un sistema immunitario inferiore." (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COME AUMENTARE LAUTOFAGIA (Agosto 2020).