Notizia

Studio attuale: l'obesità influisce sulla memoria


Trovato associazione tra IMC elevato e disturbi della memoria
L'obesità è un problema che colpisce sempre più persone al giorno d'oggi. Molte persone mangiano troppo male e si esercitano troppo poco. Le conseguenze di ciò sono che possiamo aumentare di peso e diventare persino obesi. L'obesità ha un impatto importante sulla nostra salute e molte complicazioni e gravi problemi fisici possono derivare dall'obesità. I ricercatori hanno ora scoperto che l'obesità sembra persino avere un impatto negativo sulla nostra memoria.

L'obesità ha conseguenze negative per la salute fisica e il benessere generale. Queste menomazioni sono note da anni. In un nuovo studio, gli scienziati dell'Università di Cambridge, tuttavia, ora hanno scoperto che l'obesità non riguarda solo i nostri corpi. Anche il nostro cervello è affetto dalla malattia. L'obesità può portare a scarsa memoria episodica. Gli esperti hanno pubblicato il loro studio sulla rivista "Journal of Experimental Psychology".

L'obesità interrompe alcuni compiti cognitivi
I ricercatori dell'Università di Cambridge hanno trovato un legame tra sovrappeso e scarsa memoria. Un alto indice di massa corporea (BMI) nei giovani adulti potrebbe comportare l'interruzione di alcuni compiti cognitivi, affermano i medici. Ciò rende più difficile per le persone colpite ricordare gli eventi passati. Nel loro studio, gli scienziati hanno esaminato cinquanta soggetti. Tutti i soggetti del test avevano un'età compresa tra 18 e 35 anni e un indice di massa corporea da 18 a 51. Un BMI nell'intervallo 18-25 è considerato sano, con un BMI da 25 a 30 siamo in sovrappeso, un BMI oltre 30 è considerato obeso, spiegano i ricercatori. Il ricordo dei partecipanti è stato testato attraverso un "compito di caccia al tesoro". In questa attività, ai soggetti del test è stato chiesto di nascondere determinati oggetti in una simulazione al computer. Quindi ai soggetti del test è stato chiesto quali oggetti avevano nascosto e dove avevano nascosto questi oggetti. È stato scoperto che le persone con un indice di massa corporea più elevato generalmente avevano una memoria più scarsa, spiegano gli esperti.

Le persone mangiano di più quando sono distratte dalla televisione o dal lavoro
L'obesità e l'obesità sono un problema in rapida crescita ai nostri giorni. Secondo le ultime statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nel 2014 oltre 1,9 miliardi di adulti erano in sovrappeso. Circa 600 milioni di queste persone erano obese. Nel complesso, il numero di persone con obesità è raddoppiato dal 1980 e si prevede che continuerà a crescere rapidamente nei prossimi decenni, sospettano i medici. Dobbiamo capire cosa influenza il nostro consumo e come possiamo istintivamente regolare la nostra dieta. Questo è l'unico modo in cui possiamo impedire all'obesità di diffondersi ulteriormente, afferma il dott. Lucy Cheke dell'Università di Cambridge. Generalmente tendiamo a mangiare di più quando siamo distratti dalla televisione o dal nostro lavoro. Poi ci sono anche persone che mangiano molto quando sono tristi, spiega l'esperto.

La memoria episodica può influenzare la nostra fame
L'obesità colpisce in particolare l'ippocampo. Quest'area del cervello collega la memoria e l'apprendimento. Il dipartimento è anche responsabile del nostro processo decisionale, di risoluzione dei problemi e di progettazione delle emozioni, spiegano gli scienziati. Quando le persone hanno ricordi più poveri, tendono a dimenticare un pasto più spesso. Per questo motivo, tali persone mangiano di più e quindi aumentano sempre più di peso, dicono gli esperti. La memoria episodica è particolarmente importante, ci consente di rivivere eventi del nostro passato. Può fare una grande differenza quanto ricordiamo vividamente il nostro ultimo pasto. Ad esempio, se ricordiamo il nostro pranzo oggi, influisce sulla nostra fame successiva. È possibile che la nostra memoria ci impedisca di raggiungere una barretta di cioccolato in mezzo, spiega il dott. Cheke.

Le persone obese sono meno in grado di ricordare i dettagli del passato
Non stiamo dicendo che tutte le persone in sovrappeso siano più smemorate. Ma se questi risultati possono essere generalizzati dalla memoria, le persone in sovrappeso potrebbero essere meno in grado di ricordare vividamente i dettagli degli eventi passati, spiegano i medici. Questo può includere i tuoi pasti precedenti, ad esempio. Quindi essere in sovrappeso potrebbe rendere sempre più difficile ricordare cosa e quanto abbiamo mangiato. Ciò rende più probabile il consumo eccessivo. I ricercatori sospettano che una migliore comprensione delle cause dell'obesità possa aiutare a eliminare il problema. Ciò farebbe una grande differenza per la nostra salute fisica e mentale e avrebbe un effetto positivo sul nostro benessere generale, affermano gli esperti. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: COME HO PERSO 40KG. obesità, anoressia, bulimia. La mia storia (Agosto 2020).