Notizia

Un virus correlato a Zika può letargo nei suini


Ricerca: virus correlato all'ibernazione di Zika nei suini
Le notizie sul virus Zika, responsabile delle malformazioni craniche nei neonati, spaventano le persone in tutto il mondo. Ricercatori svizzeri hanno ora scoperto che un virus legato a Zika può apparentemente svernare in branchi di maiali.

Il virus correlato a Zika va in letargo nei suini
Il virus Zika, che si sta diffondendo in America Latina da mesi, ha causato grande paura tra la popolazione per mesi. Si sospetta che l'agente patogeno causi malformazioni nel feto se le donne in gravidanza sono infette. In questa cosiddetta "microcefalia", i bambini nascono con un teschio troppo piccolo. Gli scienziati svizzeri hanno ora scoperto che un virus correlato a Zika apparentemente circola nelle mandrie di suini durante il periodo invernale senza zanzare e può quindi sopravvivere.

Grave infiammazione del cervello nell'uomo
Il virus dell'encefalite giapponese (JE) è la principale causa di grave infiammazione cerebrale nelle persone in Asia. L'infezione, specialmente nei bambini, può portare a gravi infiammazioni cerebrali con danni permanenti o addirittura alla morte. Il virus si trova in gran parte del sud-est asiatico e ora si è diffuso in India. L'agente patogeno circola da un lato tra uccelli e zanzare, e dall'altro tra maiali e zanzare. Finora era nota solo un'infezione con le zanzare. I ricercatori dell'Università di Berna hanno ora scoperto che viene trasmesso anche a diretto contatto tra i suini, il che significa che potrebbe circolare anche nelle popolazioni di suini durante il periodo invernale senza zanzare.

Finora noto solo il percorso di trasmissione attraverso le zanzare
Come ha affermato l'Università di Berna in un comunicato stampa, il virus JE è strettamente correlato ai virus del Nilo occidentale, Zika e Dengue. Sono tutti trasmessi dalle zanzare e appartengono ai cosiddetti flavivirus, che possono causare gravi malattie nell'uomo e negli animali. Finora, solo il percorso di trasmissione attraverso le zanzare era noto per i virus JE. Il gruppo di ricerca guidato dal Dr. Tuttavia, Meret Ricklin e il Prof. Artur Summerfield hanno scoperto che possono anche essere trasmessi tra maiali. Gli scienziati hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista "Nature Communications".

I patogeni possono persistere nelle regioni più fredde
In precedenza non era noto come il virus JE andasse in letargo nelle regioni più fredde come il nord del Giappone e come potesse portare a nuovi focolai l'anno prossimo. Alcuni di questi focolai si sono verificati nella stessa fattoria dell'anno precedente, sebbene nell'ambiente non vi fossero zanzare infette. Gli scienziati hanno ora scoperto che gli animali secernono l'agente patogeno attraverso la saliva per diversi giorni e sono sensibili alle infezioni della bocca e del naso anche a basse dosi di virus.

Il virus si moltiplica nel cervello
Come per gli umani, il virus si è moltiplicato nei maiali nel cervello e ha causato lì un'infiammazione. Tuttavia, è aumentato maggiormente nelle mandorle dei maiali, dove rimane rilevabile per settimane o mesi. Gli autori dello studio ritengono che i virus JE possano circolare nei suini e potrebbero persino sopravvivere per mesi. Se l'animale secerne nuovamente il virus, potrebbe iniziare un nuovo ciclo di infezione. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per dimostrare queste relazioni.

Può diffondersi in un clima temperato
I risultati hanno mostrato che anche con virus trasmessi da punture di insetti, la trasmissione diretta per contatto non può essere esclusa. "Significa che il virus JE potrebbe anche circolare nella popolazione di suini senza zanzare e quindi diffondersi in regioni con un clima temperato", ha dichiarato Artur Summerfield. In teoria, potrebbe anche minacciare di più le persone. La vaccinazione esiste per l'uomo e gli animali. In Europa, il virus si è finora verificato solo tra i rimpatriati dall'Asia, senza ulteriori infezioni. Tuttavia, negli ultimi anni ci sono stati crescenti avvertimenti sulla diffusione della zanzara boscosa asiatica in Europa. Questo è considerato un vettore di encefalite giapponese. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 8 milioni di casi di influenza in italia nel 2019. ma sbaglio o sono più del cne virus? (Agosto 2020).