Notizia

La medicina cinese aiuta contro l'intorpidimento delle gambe


Lo sviluppo dei citostatici per il trattamento delle malattie tumorali è spesso l'unica salvezza per i pazienti ed è quindi una vera benedizione. Si dice che i farmaci ad alte dosi fermino la crescita del tumore. Ma spesso attaccano anche tessuti sani come la mucosa gastrointestinale, le radici dei capelli e il midollo osseo. Gli effetti collaterali sotto forma di diarrea, vomito, perdita di capelli e dolore osseo di solito si verificano immediatamente dopo la terapia e sono generalmente reversibili. Ma ci sono anche danni tossici a lungo termine come le polineuropatie con cui i pazienti devono ancora lottare quando il cancro stesso è quasi dimenticato. La medicina cinese offre ai pazienti due approcci: può contenere i danni a lungo termine durante la terapia mediante procedure di diversione, ma può anche trattarlo bene.

"Le polineuropatie dopo la chemioterapia di solito iniziano gradualmente con un graduale aumento dell'intorpidimento dei piedi", spiega il Dr. Christian Schmincke, capo medico della clinica di medicina cinese a Steigerwald. Ma anche formicolio ai piedi e alle gambe e dolore lancinante appaiono come sintomi. La malattia è dovuta a danni alle vie nervose. La medicina convenzionale nella polineuropatia spesso raggiunge i suoi limiti perché i farmaci alleviano solo temporaneamente i sintomi, ma non combattono le cause della malattia.

"Contrariamente alla medicina convenzionale, la MTC ha opzioni migliori per descrivere le cause della malattia a causa della sua diversa comprensione della malattia", spiega il Dr. Trucco. Dal punto di vista della MTC, la cosiddetta "abbronzatura" è la causa centrale della malattia. Il termine descrive, ad esempio, sostanze tossiche che un organismo malato non può più espellere e quindi influenza negativamente l'ambiente nutrizionale anche i nervi lunghi. "Con le medicine cinesi, l'agopuntura e la moxibustione, i massaggi Tuina, il Qi Gong e la scienza nutrizionale che sono specificamente adattati al quadro clinico individuale, queste sostanze possono essere gestite dal corpo." Uno studio della clinica conferma che questo funziona: in nove polineuropatie su dieci -I pazienti hanno migliorato i sintomi o le loro condizioni si sono stabilizzate. Questo status è stato mantenuto anche due anni dopo la degenza in ospedale.

Prevenire è meglio che curare: se si desidera prevenire tali effetti collaterali, è necessario prendere misure già durante il trattamento del cancro. Le medicine cinesi non solo possono alleviare gli effetti collaterali, ma anche ricostruire la funzione del sistema immunitario e del metabolismo. Inoltre, alcuni medicinali possono anche influenzare la crescita tumorale stessa. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: The Light Club - Macrofotografia con Alberto Ghizzi Panizza (Agosto 2020).