Notizia

Foodwatch: le bevande energetiche danneggiano in particolare i minori


Foodwatch: i sostenitori dei consumatori chiedono un limite di età per le bevande energetiche
Presto non sarà più consentito vendere bevande energetiche ai minori in Lettonia. Ciò rende il paese baltico il secondo paese dell'UE ad avere una normativa legale corrispondente. Ora l'organizzazione per la protezione dei consumatori Foodwatch chiede anche una limitazione di età per tali bevande in Germania.

Rischi per la salute derivanti da bevande energetiche
Gli esperti di salute hanno consigliato per anni cautele riguardo alle bevande energetiche. Si può vedere quali pericoli si profilano su un sito Web che mostra cosa succede nel corpo dopo una lattina di Red Bull. Dopo un consumo elevato, ciò può causare una frequenza cardiaca rapida o ipertensione. Gli adolescenti in particolare consumano troppa caffeina da tali bevande. Un divieto di bevande energetiche per adolescenti è stato preso in esame per anni. Finora in Germania non è successo molto al riguardo. Altri paesi sono significativamente più avanti qui:

Deciso il divieto di vendita di minori
Dopo che la Lettonia è diventata il secondo stato membro dell'UE a vietare la vendita di bevande energetiche ai minori, l'organizzazione di consumatori Foodwatch ha rinnovato la sua richiesta di un limite di età per le bevande energetiche in Germania. Come riportato dall'agenzia di stampa AFP, Oliver Huizinga di Foodwatch ha dichiarato lunedì che in Germania i "controversi stimolatori" continueranno probabilmente a essere "spudoratamente venduti a bambini e adolescenti, mentre la Lettonia sta facendo la" cosa giusta ". Il ministro federale dell'alimentazione Christian Schmidt (CSU) deve agire.

Troppa caffeina per gli adolescenti
Secondo Foodwatch, le bevande energetiche, che sono particolarmente popolari tra i giovani, sono state collegate ad aritmie cardiache, convulsioni, insufficienza renale e persino morti. Nel maggio dello scorso anno è stato pubblicato uno studio dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare, secondo il quale la soglia di sicurezza per gli adolescenti è di circa tre milligrammi di caffeina per chilogrammo di peso corporeo. Si tratta, ad esempio, di due limonate contenenti caffeina per un totale di 150 milligrammi per un adolescente che pesa 50 chilogrammi. Uno studio a lungo termine condotto dall'Ufficio di indagine chimica e veterinaria (CVUA) di Karlsruhe ha dimostrato che il contenuto di caffeina dei colpi di energia, che i giovani amano usare, supera significativamente quello di caffè e tè.

I limiti di età si applicano in Lettonia e Lituania
Oltre all'organizzazione dei consumatori, secondo l'AFP, l'SPD aveva anche fatto una campagna per vietare la vendita di bevande ai minori. Ma il ministro della sanità Schmidt ha finora respinto ciò e fa riferimento ai valori limite e alle avvertenze applicabili. A gennaio, il parlamento lettone ha approvato un divieto di vendita per i minori, che dovrebbe applicarsi dal 1 giugno. Lo stato baltico è il secondo paese dell'UE dopo la Lituania con un limite di età di 18 anni per le bevande controverse. Foodwatch ha lanciato una protesta via e-mail per ottenere un tale divieto in Germania. Secondo l'organizzazione, oltre 28.000 persone hanno già partecipato. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Monster bevanda energizzante (Agosto 2020).