Notizia

Rapporto cardiaco 2015: per questo motivo, più pazienti muoiono a causa di un infarto nell'est


Le malattie cardiache rimangono la principale causa di morte
Due terzi di tutti i tedeschi muoiono per malattie cardiovascolari. Malattie come infarti e simili sono la prima causa di morte. Tuttavia, ci sono differenze nei tassi di mortalità in tutta la Repubblica. Soprattutto negli stati della Germania orientale, più persone muoiono per infarto che in Occidente.

Ciò emerge dall'attuale "Heart Report 2015", che è stato presentato al pubblico a Berlino mercoledì. In base a ciò, più del doppio delle persone morirebbe di infarto in Sassonia-Anhalt rispetto ad es. ad Amburgo e Schleswig-Holstein.

La medicina cardiaca ha compiuto notevoli progressi negli ultimi decenni. Tuttavia, le malattie cardiovascolari come la coronaropatia (CAD) o l'aritmia cardiaca continuano a essere la causa di morte più comune con un totale di oltre 338.000 vittime all'anno, come dimostra il nuovo “Rapporto del cuore 2015”, che si basa su statistiche del 2013 e ora dal Sono state pubblicate la German Heart Foundation e le associazioni specializzate in cardiologia (DGK), cardiochirurgia (DGTHG) e cardiologia pediatrica (DGPK).

Secondo gli esperti, il numero di decessi per malattie cardiache è diminuito significativamente del 17,2% tra il 1990 e il 2013 - ma secondo gli esperti, si può osservare una tendenza contraria in determinate condizioni come le malattie delle valvole cardiache e le aritmie cardiache. Il rapporto mostra anche grandi differenze a livello regionale, perché negli stati della Germania orientale significativamente più persone continuano a morire a causa di un infarto e della sua malattia preliminare, la malattia coronarica (CHD), rispetto ai paesi occidentali.

La Sassonia-Anhalt ha il doppio delle vittime di infarto rispetto ad Amburgo
Il tasso di mortalità per attacco di cuore in Sassonia-Anhalt è stato il più alto con 99 (2012: 103) morti per 100.000 abitanti, secondo l'annuncio della fondazione del cuore. Il Brandeburgo è seguito con 98 (2012: 105) e Sassonia con 93 (2012: 94) morti al secondo e terzo posto. Al contrario, solo 43 (2012: 46) casi per 100.000 abitanti sono stati documentati per Schleswig-Holstein, Amburgo ha registrato 48 morti (2012: 52) e Baden-Württemberg 57 (2012: 60) per infarto.

Il problema, tuttavia, è che l'assistenza medica nella Germania orientale non soddisfa i bisogni, afferma il prof. Thomas Meinertz della German Heart Foundation. "Ciò che non dovrebbe essere che gli stati federali con la più bassa densità cardiologica combattano allo stesso tempo contro un tasso di mortalità elevato sopra la media come Brandeburgo, Sassonia-Anhalt, Turingia e Meclemburgo-Pomerania occidentale", l'esperto è citato nel messaggio. Mentre un cardiologo a Brema era responsabile per circa 18.4000 residenti nel 2013, uno specialista cardiaco in Turingia ha dovuto prendersi cura di quasi 35.000 residenti.

Più fumatori e pazienti ipertesi in paesi con elevata mortalità per infarto
Inoltre, è stato dimostrato che negli stati federali con una mortalità per infarto elevata superiore alla media, i più importanti fattori di rischio per malattia coronarica o un infarto come fumo, ipertensione, sovrappeso e sindrome metabolica si verificano in modo significativamente più frequente. Di conseguenza, la percentuale di fumatori e persone in sovrappeso era relativamente elevata, soprattutto nella Sassonia-Anhalt, e la maggior parte delle persone con ipertensione arteriosa viveva anche qui in percentuale.

"Allo stesso tempo, la nostra analisi mostra chiaramente che aspetti socialmente sfavorevoli come l'elevata disoccupazione e un'alta percentuale di studenti che non hanno una qualifica sono rappresentati in modo più forte in queste regioni e svolgono un ruolo importante nello spiegare la mortalità per infarto superiore alla media", ha spiegato il Prof. Dr. med. Andreas Stang, capo del Center for Clinical Epidemiology (ZKE) presso l'Ospedale universitario di Essen, in un'ulteriore comunicazione.

Gli aspetti sociali svolgono un ruolo centrale nella prevenzione
Come riferisce Heart Foundation, il rapporto fornirebbe importanti nuovi indizi per una strategia di prevenzione mirata. Perché i risultati rivelerebbero un certo profilo di rischio della popolazione per i paesi della Sassonia-Anhalt, del Brandeburgo e della Sassonia, che sono particolarmente colpiti, che non è mostrato in questa forma nei paesi con tassi di mortalità medi, ha affermato il prof. Andreas Stang. Di conseguenza, è urgentemente necessaria un'azione da parte della politica sanitaria adottando misure preventive come Saranno attuati programmi di esercitazione in aziende e scuole e un rafforzamento della protezione del non fumatori.

“È indispensabile che i fattori sociali siano al centro della prevenzione. Perché la disoccupazione imminente o esistente favorisce uno stile di vita non salutare, ad esempio attraverso lo stress, la depressione, l'inattività sportiva e un'alimentazione non salutare, e di conseguenza il rischio di malattia coronarica e infarto ”, ha sottolineato il prof. Stang. Inoltre, i fattori di rischio precedentemente sconosciuti come ipertensione, diabete e disturbi del metabolismo dei grassi dovrebbero essere identificati precocemente e sottoposti a screening in modo coerente. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Attacchi di panico (Agosto 2020).