Notizia

Le fasce per il sudore possono analizzare la chimica del corpo


Il nuovo sensore di sudore portatile offre risultati in tempo reale
Il nostro sudore contiene una combinazione di numerose sostanze che consentono di trarre conclusioni sullo stato di salute. Gli scienziati dell'Università della California a Berkeley (USA) hanno sfruttato questo aspetto e hanno sviluppato sensori di sudore portatili in grado di analizzare la chimica del nostro corpo in tempo reale.

Con l'aiuto di un sensore di plastica flessibile indossato sul corpo, il sudore viene analizzato e i risultati dei test molecolari vengono inviati a uno smartphone, spiegano gli scienziati dell'Università della California sulla rivista "Nature". Tuttavia, finora il sensore ha registrato solo quattro biomarcatori essenziali: glucosio, lattato, sodio e potassio. Ad esempio, una mancanza di liquidi o affaticamento muscolare può essere rilevata in anticipo. Le future versioni dei sensori di sudore potrebbero coprire uno spettro molto più ampio di sostanze e consentire quindi il monitoraggio in tempo reale dell'intero stato di salute, sperano i ricercatori.

Sensori del sudore in fasce e bracciali?
Lo scienziato dei materiali dell'Università della California ha sviluppato con successo un piccolo sensore portatile che legge la composizione molecolare del sudore e trasmette i risultati a uno smartphone in tempo reale. I sensori di plastica flessibile potrebbero, ad esempio, essere incorporati in braccialetti o fasce per la testa e indicare i cambiamenti nel corpo in una fase iniziale, riferiscono i loro creatori. “L'idea è un sensore pollice su o pollice giù che fornisce informazioni in tempo reale. Questo può dare un allarme se, ad esempio, hai bisogno di farmaci o sei disidratato e hai bisogno di un po 'd'acqua da bere ”, spiega Ali Javey dell'Università della California.

Analisi in tempo reale dei biomarcatori
I sensori per l'analisi del sudore sono già stati sviluppati da vari laboratori, riferiscono gli scienziati statunitensi. Il sudore contiene un gran numero di elettroliti e metaboliti, che sono prodotti finali dei processi biologici nel corpo (ad esempio, la formazione di acido lattico durante l'allenamento fisico). Tuttavia, i sensori disponibili finora si sono generalmente concentrati su un componente del sudore durante la misurazione e non sono stati in grado di trasmettere le loro misurazioni in tempo reale, scrivono Javey e colleghi. John Rogers dell'Università dell'Illinois, anch'egli coinvolto nello sviluppo dei nuovi sensori di sudore, ha aggiunto che i precedenti sensori chimici hanno effettuato un'analisi chimica completa delle sostanze assorbite, utilizzando strumenti separati e non portatili. "L'attuale dispositivo è portatile, offre flussi di dati continui e misura contemporaneamente più biomarcatori", continua Rogers.

Vengono registrati la temperatura corporea e altri quattro valori
I progressi tecnologici hanno reso possibile dotare i nuovi sensori di una scheda elettronica flessibile e di un array di sensori in plastica che misura glucosio, lattato, sodio, potassio e temperatura corporea, secondo gli scienziati. Non appena il sensore viene a contatto con il sudore, vengono generati segnali elettrici, che il sensore amplifica o filtra e quindi calibra alla temperatura della pelle. Questo passaggio è importante perché "i sensori elettrochimici sono molto sensibili alla temperatura e alla temperatura della pelle quando sudiamo", spiega Ali Javey. I dati ottenuti vengono quindi trasmessi a uno smartphone.

Ampia gamma di applicazioni
Secondo i ricercatori, i sensori del sudore non saranno mai accurati come gli esami del sangue che formano lo "standard di riferimento" e la rilevanza medica delle informazioni deve essere ulteriormente testata. Tuttavia, l'esame del sudore ha il vantaggio che non è necessario prelevare il sangue con l'ago e quest'ultimo non offre anche mezzi pratici per valutare la salute da un minuto all'altro, mentre i sensori del sudore forniscono risultati in tempo reale. In futuro, i ricercatori sperano di espandere ulteriormente le possibilità dell'applicazione medica del sensore del sudore e di registrare biomarcatori aggiuntivi. Javey spiega che alcuni biomarcatori del sudore sono associati alla depressione, per esempio. "Osservando le altre sostanze chimiche, potremmo essere in grado di ottenere informazioni sulla salute mentale di una persona", sottolinea il ricercatore. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: 10 CONSIGLI ANTI SUDORE!!! (Agosto 2020).