Notizia

Parassiti pruriginosi: come sbarazzarsi rapidamente dei pidocchi


Se un bambino ha i pidocchi, non è necessario farsi prendere dal panico. Tuttavia, dovrebbero essere trattati al più presto per evitare un'ulteriore diffusione e per alleviare il fastidioso prurito alla testa. In un'intervista con l'agenzia di stampa "dpa", gli esperti danno consigli su come rimuovere al meglio i parassiti testardi.

I pidocchi particolarmente spesso infettano le teste dei bambini
I pidocchi (Pediculus capitis) sono insetti senza ali che sono appena visibili ad occhio nudo come piccoli punti mobili. Gli animali vivono sul sangue dei loro ospiti e, quando succhiano, rilasciano la saliva nella ferita da morso risultante per impedire la coagulazione del sangue. Questo processo normalmente non rappresenta un rischio per la salute dell'uomo, ma la saliva provoca prurito, tipico dei pidocchi. La trasmissione avviene da persona a persona a seguito di uno stretto contatto fisico, per cui un breve abbraccio è sufficiente per consentire agli animali di strisciare sulla testa successiva. Anche attraverso l'uso comune di pennelli, cappelli o simili. può verificarsi un'infezione, motivo per cui i piccoli cingolati si diffondono particolarmente rapidamente nelle strutture comunitarie per bambini come scuole e asili nido.

L'infestazione non ha nulla a che fare con la scarsa igiene
I pidocchi spesso causano disgusto, perché molte persone collegano gli insetti a scarsa igiene e capelli non lavati. Questi aspetti non hanno alcun ruolo nell'infestazione, perché secondo il Federal Center for Health Education (BZgA), i pidocchi usano tutte le teste accessibili per deporre le uova - indipendentemente dalla frequenza con cui qualcuno si lava i capelli. Come informa la German Pediculosis Society, la fascia di età compresa tra gli 8 e i 12 anni è spesso colpita, mentre gli adulti sono molto meno colpiti dagli animali succhiatori di sangue. "L'infestazione da pidocchi è chiaramente una malattia infantile", ha detto alla Dpa Jan Krüger, presidente della Pediculosis Society.

Evitare il contatto fisico non garantisce una protezione sicura
Tuttavia, secondo Michael Forßbohm del dipartimento sanitario di Wiesbaden, questo non è un motivo per una reazione eccessiva, perché non ha quasi alcun effetto se si evita il contatto ravvicinato con altre persone a causa della paura dell'infezione. Secondo l'esperto pidocchi, non esistono misure di protezione preventiva, "solo le persone calve e gli eremiti possono sentirsi al sicuro". Invece, la migliore prevenzione è agire il più rapidamente possibile per evitare che si diffonda ulteriormente nella scuola materna o nella scuola.

Di conseguenza, i genitori dovrebbero informare immediatamente gli educatori e gli insegnanti se scoprono i pidocchi nel loro bambino. Nella fase successiva, dovrebbero essere esaminati anche tutti gli altri bambini nella struttura e gli assistenti stretti del bambino in questione. È importante guardare da vicino, perché gli insetti non causano sempre il prurito caratteristico. Al contrario, possono essere necessarie fino a due settimane prima di formicolare e graffiare, soprattutto nella prima infestazione. "La maggior parte dei pidocchi vengono trasmessi durante questo periodo", spiega Forßbohm.

Pettina i capelli una ciocca alla volta
Al fine di rilevare una possibile infestazione, si consiglia di utilizzare un condizionatore dopo il lavaggio, poiché gli insetti non possono più muoversi all'interno. I capelli vengono quindi pettinati pezzo per pezzo con un pettine fine, che viene steso su un asciugamano dopo ogni ciocca. Se finalmente si possono vedere piccoli punti mobili qui, il bambino ha apparentemente preso l'infezione.

In alternativa, l'acqua di aceto può avere un effetto "paralizzante" sui piccoli insetti. Per questo, una parte di aceto domestico e due parti di acqua calda vengono miscelate, quindi la miscela viene lasciata agire sui capelli per circa dieci minuti prima che venga eseguita anche la procedura del pettine dei pidocchi.

Le uova di pidocchi sopravvivono al primo trattamento con shampoo speciale
Per sbarazzarsi completamente degli animali striscianti, due metodi dovrebbero essere combinati su consiglio del Robert Koch Institute e del Federal Center for Health Education. Di conseguenza, i capelli dovrebbero prima essere trattati con uno speciale shampoo o spray per pidocchi dalla farmacia, attraverso il quale i parassiti vengono solitamente uccisi. Tuttavia, poiché le uova dei pidocchi sopravvivono, la terapia non deve mai essere interrotta bruscamente - invece "[..] è indispensabile ripetere il trattamento dopo otto o dieci giorni quando le larve si sono schiuse", sottolinea Forßbohm. Come seconda misura, i capelli dovrebbero essere pettinati ogni quattro giorni (per un totale di quattro volte) con balsamo e un pettine speciale per rimuovere i pidocchi sopravvissuti e le larve appena schiuse.

I rimedi casalinghi possono aiutare contro i pidocchi
Su consiglio dell'esperto, i genitori e le persone colpite possono trovare consigli in farmacia quando scelgono un rimedio adeguato per i pidocchi. Un punto importante, perché gli agenti con insetticidi chimici (insetticidi) non sono sempre compatibili e non dovrebbero essere utilizzati da bambini, donne in gravidanza o madri che allattano in generale. In alternativa, ci sono prodotti a base di olio di silicone che giacciono sulle aperture respiratorie dei pidocchi e quindi portano al soffocamento degli animali. Secondo Hermann Feldmeier dell'Institute for Medical Microbiology and Hygiene presso Charité Berlin, l'efficacia di questi agenti è stata dimostrata e possono anche essere utilizzati ripetutamente senza esitazione.

L'olio d'oliva riscaldato si è dimostrato un altro rimedio casalingo per i pidocchi. Questo è generosamente applicato su capelli e cuoio capelluto e dovrebbe agire per diverse ore, avvolgendo la testa con un asciugamano. Quindi i capelli vengono accuratamente puliti da uova e lendini con il pettine dei pidocchi e lavati, lo shampoo normale può essere arricchito con alcune gocce di tea tree o olio di lavanda se necessario. Secondo Forßbohm, tuttavia, è possibile rinunciare a ampie misure di pulizia nell'appartamento, poiché il rischio di diffusione è basso nelle proprie quattro pareti. “I pidocchi possono sopravvivere per un massimo di 55 ore al di fuori dell'ospite. È improbabile anche una trasmissione tramite biancheria da letto, peluche o vestiti ", ha detto l'esperto. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: GALLINE acari e pulci cosa fare (Agosto 2020).