Notizia

Rapporto cardiaco: l'assistenza in cardiochirurgia in Germania è molto buona


Cure di cardiochirurgia a livello nazionale ad un livello di qualità costantemente elevato
Numero totale costante di diversi interventi chirurgici cardiaci; I cardiochirurghi accolgono con favore le misure per migliorare ulteriormente la sicurezza dei pazienti e sostenere un concetto coerente di equipe cardiaca; i cuori dei donatori continuano a diminuire

Il numero totale di interventi invasivi nei 78 dipartimenti di cardiochirurgia in Germania rimane stabile a livelli elevati nel 2014. Ciò significa che l'assistenza cardiochirurgica è garantita da anni a livello nazionale. Ciò è chiaramente dimostrato dai numeri, dai dati e dai fatti del German Heart Report 2015, presentato il 27 gennaio 2016 a Berlino. Nel 2014 sono state eseguite circa 100.000 operazioni cardiache.

I cardiochirurghi tengono conto del cambiamento demografico
Nel contesto del progressivo cambiamento demografico della popolazione, anche i pazienti con cardiochirurgia mostrano un costante aumento dell'età. Nel 2014, il 74,6 per cento dei pazienti aveva almeno 60 anni e i due terzi di tutte le operazioni cardiache sono state eseguite su uomini. I cardiochirurghi tedeschi (913 chirurghi cardiaci e 47 chirurghi toracici e cardiovascolari sono stati impiegati in Germania nel 2014) stanno contrastando questo sviluppo con il continuo ulteriore sviluppo di procedure chirurgiche e l'istituzione di tecniche chirurgiche minimamente invasive, più delicate. Grazie a questi sviluppi innovativi, i tassi di sopravvivenza tra i gruppi di pazienti elettivi continuano ad essere ben al di sopra del 95 percento.

Chirurgia di bypass coronarico di alta qualità
Nel 2014, più della metà degli interventi di cardiochirurgia sono stati nuovamente sottoposti a intervento chirurgico di bypass dell'arteria coronarica per il trattamento della malattia coronarica. Negli ultimi anni, vi è stato un numero costante di circa 54.000 operazioni di bypass isolate e combinate. Dal punto di vista del DGTHG, questo è un segno di decisioni nella scelta della terapia basata su considerazioni medico-fattuali. Numerosi studi dimostrano che la chirurgia di bypass dell'arteria coronaria colpisce più arterie coronarie e costrizioni più complesse, in particolare per quanto riguarda il tasso di sopravvivenza a lungo termine dei pazienti, che è la migliore scelta della terapia a lungo termine e quindi anche la qualità della vita.

I risultati a 5 anni dello studio sulla sintassi (studio internazionale di circa 1800 pazienti con malattia coronarica inclusa) documentano che i pazienti con malattia coronarica complessa (CAD) che hanno ricevuto un intervento chirurgico di bypass dell'arteria coronaria in modo significativo entro cinque anni muore meno spesso per un attacco di cuore. "Più grave e complessa è la cardiopatia coronarica, più prezioso e sostenibile è il completo ripristino dell'apporto di sangue alle arterie coronarie mediante intervento chirurgico di bypass", spiega il professor Armin Welz, presidente del DGTHG.

Le associazioni mediche raccomandano Herz-Team
Nel 2014, le associazioni mediche internazionali di cardiochirurghi e cardiologi hanno confermato nelle linee guida scientificamente fondate per la malattia coronarica che un team interdisciplinare, composto da cardiochirurghi e cardiologi, dovrebbe determinare congiuntamente per ogni paziente se un'operazione di bypass o un impianto di stent dovrebbero è consigliata la terapia. "Quando si sceglie un ospedale, si consiglia ai pazienti di chiedere in modo specifico se una squadra del cuore è stabilita attivamente, è costantemente disponibile e si svolgono consultazioni regolari. In caso contrario, la nostra raccomandazione è sicuramente quella di ottenere consigli sia da un cardiologo che da un cardiochirurgo per assicurarti di ottenere davvero il miglior trattamento per la tua malattia individuale ", ha affermato il prof. Welz. Le "Linee guida sulla rivascolarizzazione miocardica" dell'ESC / EACTS, che sono state aggiornate nel 2014, confermano proprio come il Chon della National Care Guideline. KHK l'idea della cooperazione e del processo decisionale nella squadra del cuore.

Il DGTHG si impegna a stabilire criteri di qualità decisivi
Questi risultati, che sono molto buoni, soprattutto nel confronto internazionale, parlano di cure di alta qualità, che la Società tedesca per la chirurgia toracica, cardiaca e vascolare (DGTHG) vorrebbe migliorare continuamente nei prossimi anni. Per quanto riguarda l'assistenza medica di alta qualità e la garanzia della sicurezza dei pazienti, tre aspetti sono di particolare importanza per il trattamento medico cardiaco dal punto di vista del DGHTG: la qualificazione dei gruppi professionali coinvolti (medici, personale sanitario e infermieristico, cardiotecnici, assistenti medici), i differenziati e strutturazione comprensibile dei processi di trattamento e requisiti infrastrutturali adeguati.

Chirurgia invasiva della valvola cardiaca: la sicurezza del paziente è una priorità assoluta
In tutta Europa, il restringimento della valvola aortica (stenosi della valvola aortica) è una delle malattie delle valvole cardiache più comuni che si verificano a causa dell'usura, soprattutto nella vecchiaia. Le tecniche chirurgiche minimamente invasive e più delicate possono ora essere utilizzate per trattare con successo pazienti anziani con significative malattie concomitanti. Ad esempio, nel caso di impianto transcatetere della valvola aortica (TAVI; impianto transcatetere della valvola aortica), la “protesi valvolare cardiaca” viene inserita attraverso i vasi sanguigni (transvascolare) o attraverso la punta del cuore (transapicale) usando cateteri speciali e distribuita dopo che la valvola aortica difettosa è stata spostata. Mentre il numero di procedure TAVI è aumentato enormemente negli ultimi anni, recentemente c'è stato un aumento dei trattamenti con valvola mitrale assistita da catetere.

Il DGTHG vede l'urgente necessità di monitorare costantemente l'introduzione di queste nuove procedure attraverso registri medici e studi controllati e di utilizzare tali innovazioni con indicazioni rigorose solo in misura limitata in pazienti multimorbidi selezionati fino a quando non saranno disponibili conoscenze scientifiche a breve, medio e lungo termine. Secondo l'opinione della società specializzata in cardiochirurgia, la conformità con le raccomandazioni di una linea guida corrispondente dell'Associazione europea per la cardio-toracica (EACTS) e la Società europea di cardiologia (ESC) è fondamentale per la sicurezza dei pazienti. Nel 2015, il Comitato Federale Tedesco (G-BA) ha stabilito standard di qualità obbligatori per gli impianti di valvole aortiche assistite da catetere (TAVI) e le procedure di clip sulla valvola mitrale (Clip mitrale) nella "Guida per gli interventi sulla valvola cardiaca minimamente invasiva" per la Germania. "Fino a nuovo avviso, la procedura TAVI e di clip sulla valvola mitrale dovrebbe essere presa in considerazione solo dopo un consenso interdisciplinare in pazienti attentamente selezionati che presentano rischi particolari, poiché non è stato ancora chiarito in modo conclusivo se con questa procedura alternativa è possibile raggiungere tassi di sopravvivenza a lungo termine relativamente buoni con le operazioni cardiache stabilite ", spiega Welz.

Il numero di cuori donatori continua a diminuire
Un drammatico sviluppo dal punto di vista dei cardiochirurghi continua nel numero di trapianti di cuore in Germania. Nel 2013, 297 trapianti di cuore e cuore-polmone sono stati eseguiti in Germania (Eurotransplant). Secondo la Fondazione tedesca per i trapianti di organi (DSO), i trapianti di cuore sono diminuiti a 294 nel 2014. “Noi cardiochirurghi sperimentiamo ogni giorno la sofferenza dei nostri circa 1.000 pazienti in lista d'attesa. A causa della loro malattia pericolosa per la vita, molti di questi pazienti gravemente cardiaci di solito devono attendere diversi mesi in ospedale o addirittura in un'unità di terapia intensiva per il trapianto salvavita ", spiega Welz. Per essere in grado di mantenere in vita il paziente fino a quando non sarà disponibile un organo donatore adatto, negli ultimi anni i cardiochirurghi hanno impiantato sempre più sistemi di supporto cardiaco. "In assenza di cuori di donatori, alcuni sistemi di supporto cardiaco sono anche impiantati con una prospettiva a lungo termine per i pazienti", ha detto Welz. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: ITALIANI PIÙ POVERI, OLANDESI E TEDESCHI PIÙ RICCHI Malvezzi svela il grafico che smaschera lEuro (Agosto 2020).