Notizia

Astenersi dal fumo riduce il rischio di sviluppare cataratta


I fumatori devono essere operati per quasi la metà più volte
Visione del velo, perdita di contrasto, riduzione della regolazione della luce / oscurità, visione spaziale limitata e cambiamenti nell'acuità visiva: i sintomi della cataratta riducono significativamente la qualità della vita delle persone colpite. Sebbene la cataratta sia una delle malattie tipiche della vecchiaia, ogni fumatore può ridurre significativamente il rischio di ammalarsi perché, secondo uno studio svedese, coloro che fumano più di 15 sigarette al giorno hanno bisogno di un intervento chirurgico di quasi la metà (+ 42%) Stelle grigie come non fumatori. Lo studio è stato condotto dall'Università di Örebro e dall'organizzazione COSM (Coorte di uomini svedesi) a cui 44.000 svedesi hanno preso parte per un periodo di 10 anni. Ha anche dimostrato che dopo 20 anni di smettere di fumare, il rischio aggiuntivo di un intervento chirurgico potrebbe essere nuovamente dimezzato.

"Apparentemente la lente dell'occhio può rigenerarsi un po 'dopo aver smesso di fumare", stima l'oftalmologo Dr. Robert Löblich della Artemis Eye Clinic di Francoforte ha presentato i risultati. Non esiste ancora una terapia farmacologica sicura per la regressione dell'opacizzazione dell'obiettivo. La regolazione degli occhiali aiuta spesso all'inizio della cataratta a migliorare la vista. Coloro che sentono di essere in grado di affrontare bene le loro attività quotidiane e che non sono influenzati dalla visione un po 'più povera possono spesso vivere bene con la cataratta per alcuni anni. "Un'indicazione della necessità di un intervento chirurgico è, ad esempio, l'aumento della sensibilità all'abbagliamento durante la guida", aggiunge il dott. Lodevole. Questo è spesso un segno che il paziente dovrà affrontare ulteriori restrizioni in futuro. La chirurgia può anche essere necessaria in precedenza per le persone che partecipano attivamente al traffico stradale o che hanno requisiti professionali speciali.

Oggi, la chirurgia della cataratta è una delle procedure chirurgiche più comuni e più sicure, con circa 650.000 operazioni all'anno. Se non ci sono altre malattie degli occhi oltre alla cataratta, la procedura porta quasi sempre al successo. Inoltre, difficilmente colpisce il paziente ed è generalmente indolore. "Durante l'operazione a stella, la lente nuvolosa viene rimossa chirurgicamente dall'occhio e sostituita con una lente artificiale", spiega il Dr. I malati possono scegliere tra diversi modelli di lenti: mentre le lenti monofocali convenzionali correggono solo la cataratta, le cosiddette lenti multifocali o le lenti toriche correggono anche l'altra ametropia. Se lo scambio di lenti è un obiettivo convenzionale, le compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie sopportano i costi. Oltre a correggere la cataratta, le persone con visione difettosa vogliono correggere altri problemi alla vista, gli oftalmologi impiantano lenti multifocali. Qui la compagnia di assicurazione sanitaria paga una parte dei costi. Nonostante i progressi nell'oftalmologia, tuttavia, è ancora meglio se la malattia non si manifesta - smettere di fumare è un buon prerequisito per questo. (Pm)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Come smettere di fumare - I consigli della Elena Munarini (Agosto 2020).