Notizia

Studio del ricercatore: Potere dell'illusione: la terapia a specchio aiuta i pazienti con ictus


Ogni anno nella sola Germania, oltre 250.000 persone soffrono di un ictus. I malati spesso hanno a che fare con le conseguenze dell'emiplegia per la vita. Molti di loro possono apparentemente aiutare uno specchio con la terapia. Ciò è stato ora dimostrato da un nuovo studio dalla Turchia.

Ictus con conseguenze per tutta la vita
In Germania, oltre un quarto di milione di persone soffre di un ictus "ischemico". Un coagulo di sangue chiude una nave nel cervello, il flusso di sangue interrotto provoca la morte delle cellule nervose. Circa un terzo dei pazienti rimane disabile in seguito, ad esempio sotto forma di paralisi o problemi di linguaggio. L'emiplegia è una delle conseguenze più comuni dell'ictus. Le persone colpite di solito non possono muovere le braccia e le mani in modo controllato. Mentre la German Stroke Aid Foundation (SDSH) ora scrive un messaggio, uno specchio può diventare un dispositivo terapeutico per questi pazienti.

Diverse nuove terapie presentate
Negli ultimi anni sono stati segnalati molti progressi nel trattamento dei pazienti. Ad esempio, l'anno scorso gli scienziati statunitensi hanno presentato una nuova terapia per i pazienti con ictus che potrebbe salvare molte persone dalla disabilità permanente attraverso la chirurgia. E i ricercatori dell'Università della Saarland avevano precedentemente segnalato una terapia dell'ictus di recente sviluppo che consente ai pazienti di percepire meglio la parte sinistra del corpo. Tra le altre cose, vengono utilizzati picchi di corrente leggera. Ora ci sono nuove conoscenze dalla Turchia.

La terapia a specchio è stata utilizzata per molto tempo
La terapia a specchio è stata sempre più utilizzata dai terapisti occupazionali per anni nella riabilitazione dei pazienti con ictus, riferisce l'SDSH. Il corpo della persona interessata si riflette nel mezzo, non vede il lato interessato. Quindi fa esercizi avvincenti e commoventi con la sua mano sana. Guardarsi allo specchio inganna il cervello e dà l'impressione che il braccio interessato si stia muovendo. Come i medici turchi hanno ora dimostrato in modo impressionante in uno studio, questa semplice illusione mostra un effetto sorprendente.

Vantaggio confermato nel nuovo studio
Lo studio ha diviso a metà un gruppo di 30 pazienti con ictus, che hanno ricevuto una riabilitazione convenzionale intensiva, e il secondo, che ha ricevuto ulteriori 30 minuti di terapia a specchio al giorno. Entrambi i gruppi hanno fatto grandi progressi entro quattro settimane, ma i miglioramenti funzionali erano significativamente maggiori nel gruppo con la terapia a specchio. Questi pazienti hanno anche riportato meno dolore. Questa forma di inganno è stata esaminata anche in altre aree. Ad esempio, alcuni ricercatori dell'Università di Medicina di Vienna (MedUni) avevano ottenuto buoni risultati alcuni anni fa con la terapia a specchio per il dolore fantasma degli amputati delle gambe.

I pazienti devono collaborare
Secondo la German Stroke Aid Foundation, la terapia dello specchio è già utilizzata da molte cliniche di riabilitazione e terapisti occupazionali residenti. Tuttavia, non è sempre facile trasmettere ai pazienti l'effetto positivo di questi esercizi. Le persone colpite sono abituate ad allenare la parte interessata del corpo. Ma soprattutto con la terapia dello specchio, è importante che si impegnino nel trattamento e lavorino insieme in modo concentrato. Come scrive la SDSH, i terapeuti dovrebbero fare il tifo per il nuovo studio. Ora hanno un'altra prova per convincere i loro pazienti dell'efficacia di una terapia basata sull'illusione. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Ictus Cerebrale - Intervento Tempestivo per la Trombolisi nellIctus Ischemico (Agosto 2020).