Notizia

Avvertimento sul virus Zika: al momento le donne in gravidanza non dovrebbero viaggiare in America Latina


Virus Zika: si consiglia alle donne in gravidanza di non recarsi in Sud America
Un agente patogeno pericoloso si sta attualmente diffondendo in diversi paesi dell'America centrale e meridionale: il virus Zika può apparentemente essere trasmesso a bambini non ancora nati e portare a gravi malformazioni craniche nei neonati. Le autorità ora avvertono le donne in gravidanza di non recarsi nelle aree colpite.

L'autorità consiglia alle donne in gravidanza di non viaggiare
Un agente patogeno pericoloso si sta attualmente diffondendo in alcune parti dell'America Latina. Dall'ottobre dello scorso anno, più di 3.500 bambini con malformazioni sono nati nel solo Brasile, che sono collegati a un'infezione da virus Zika. Il virus viene trasmesso dalle zanzare. L'agenzia sanitaria degli Stati Uniti CDC ha ora consigliato alle donne in gravidanza di non recarsi nelle aree colpite. Come annunciato dall'autorità, i paesi in cui si sta attualmente verificando l'agente patogeno dovrebbero essere evitati. Sono coinvolti i seguenti paesi: Brasile, Colombia, El Salvador, Guyana francese, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Panama, Paraguay, Portorico, Suriname, Venezuela e l'isola caraibica della Martinica.

Malformazioni nei neonati
I sintomi causati dal patogeno sono simili a quelli della dengue o della febbre chikungunya. Febbre, mal di testa, dolori articolari, congiuntivite ed eruzioni cutanee si verificano, tra le altre cose. I sintomi di solito compaiono solo pochi giorni dopo una puntura di zanzara. Secondo gli esperti di salute, i corsi gravi sono relativamente rari, ma le conseguenze a lungo termine potrebbero essere fatali. Nelle donne incinte, il virus può apparentemente essere trasmesso al nascituro e causare malformazioni cerebrali o morte. Finora, tuttavia, questa connessione non è stata scientificamente dimostrata. Non esiste un vaccino contro il virus o un farmaco per curare i malati.

Probabilmente Pathogen è arrivato in Sud America attraverso i Mondiali
Fino a pochi anni fa, il patogeno identificato per la prima volta in Uganda si verificava solo nell'Africa tropicale, nel sud-est asiatico e nelle isole del Pacifico. Nell'estate 2014, il virus Zika è stato probabilmente introdotto in Brasile dai Mondiali. Da allora è apparso sempre più in Sud e Centro America. Gli esperti consigliano alle persone che vivono o viaggiano nelle aree interessate di evitare il più possibile le punture di zanzara per proteggersi dalle infezioni. Si consiglia di indossare indumenti luminosi e chiusi e repellenti per zanzare. Le zanzariere dovrebbero essere utilizzate anche di notte. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Video: Brasile, virus Zika rilancia dibattito sullaborto. Usa, primo caso di trasmissione per via sessuale (Agosto 2020).