Notizia

Diffusione fatale della melioidosi delle malattie tropicali


La pericolosa malattia tropicale "melioidosi" non è finora nota alla maggior parte delle persone in questo paese. Perché gli scienziati avvertono della diffusione della malattia, noto anche come "pseudo rosso". Come riporta il gruppo di esperti sulla rivista "Nature Microbiology", quasi tutte le persone in tutto il mondo morirebbero per la malattia infettiva come per il morbillo.

Le malattie infettive gravi spesso finiscono con la morte
La melioidosi (anche "pseudo-moccio" o "malattia di Whitmore") è una grave malattia infettiva causata dal patogeno Burkholderia pseudomallei. I sintomi della malattia sono vari e possono variare a seconda della via di infezione. Inoltre, una diagnosi è spesso difficile perché all'inizio i sintomi possono essere scambiati per un raffreddore. Tipici includono febbre e alterazioni del tessuto polmonare, nonché in casi acuti ascessi polmonari, polmonite e versamenti pleurici. Se i patogeni si diffondono in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno ("infezione sistemica"), esiste il rischio di danni alla milza e al fegato e, nel peggiore dei casi, di morte.

Quasi tante vittime quanti il ​​morbillo
L'infezione è causata da terreno contaminato o acqua contenente agenti patogeni (geonosi), da cui i patogeni entrano nel corpo attraverso piccole lesioni cutanee. Oltre a ciò, la malattia colpisce anche un gran numero di specie animali come roditori, cavalli, uccelli e bovini, attraverso i quali il virus può essere trasmesso all'uomo. La melioidosi si manifesta principalmente nel sud-est asiatico (Vietnam, Cambogia, Laos, Tailandia, ecc.) E nell'Australia settentrionale, ma a quanto pare ora si sta diffondendo sempre di più in tutto il mondo. Perché come il team di ricerca guidato dal Dr. Direk Limmathurotsakul dell'Università di Oxford nella rivista "Nature Microbiology" riferisce che quasi 90.000 persone in tutto il mondo morirebbero di melioidosi ogni anno. Ciò rende il numero paragonabile alla mortalità globale da morbillo (95.600 morti all'anno) e persino superiore ad es. nel caso della leptospirosi della malattia infettiva (50.000 vittime).

Il numero di casi non segnalati è probabilmente molto più elevato
Secondo i ricercatori, il trattamento con i farmaci rimane nella maggior parte dei casi senza successo, poiché il batterio causale del suolo "Burkholderia pseudomallei" è resistente a un gran numero di antibiotici comuni. Inoltre, non è attualmente disponibile alcun vaccino con licenza per melioidosi, con un tasso di mortalità superiore al 70%. Gli esperti stimano che 165.000 persone sviluppano melioidosi ogni anno, sebbene il numero di casi non segnalati nei 45 paesi con malattie segnalate sia probabilmente ancora più elevato. Inoltre, è probabile che la malattia sia prevalente in altri 34 paesi in cui non sono stati segnalati casi. In Germania, la melioidosi non deve essere segnalata, ma anche qui, secondo il Robert Koch Institute (RKI), sono noti casi isolati.

"Questa ampia e potenzialmente crescente distribuzione e onere geografici, combinati con alti tassi di mortalità - specialmente quando la melioidosi non è diagnosticata e i pazienti sono trattati con agenti antimicrobici inefficaci - sottolineano la necessità che funzionari sanitari e responsabili politici aumentino la malattia Per dare la priorità ", hanno affermato i ricercatori della rivista" Nature Microbiology ". (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Amiloidosi parte4 (Agosto 2020).