Notizia

Gen-Food: uno studio avverte degli inestimabili rischi degli animali di ingegneria genetica


Gli alimenti geneticamente modificati sono ancora l'eccezione in Europa, ma non sono rari negli Stati Uniti. Il mais geneticamente modificato, la soia geneticamente modificata e simili sono sul tavolo per molti consumatori lì. Il salmone geneticamente modificato ora può essere venduto anche negli Stati Uniti. I critici avvertono di rischi difficili da calcolare.

Il cibo genetico non è il benvenuto in Europa
In Europa, la maggior parte della popolazione è scettica nei confronti del cosiddetto cibo genetico. Dall'altra parte dell'Atlantico, il cibo geneticamente modificato non è più una rarità. Questo a volte assume proporzioni bizzarre. Negli ultimi anni, ad esempio, ci sono state segnalazioni di mele di ingegneria genetica non abbronzanti negli Stati Uniti o di ananas rosa manipolato e pomodori viola che si dice possano servire alla salute. Tuttavia, le piante geneticamente modificate non sono la fine dello sviluppo. Gli animali di ingegneria genetica possono ora essere venduti anche per il consumo negli Stati Uniti. Gli esperti avvertono di rischi incalcolabili.

Rischio per l'uomo e gli animali
Secondo un nuovo studio, gli animali da allevamento geneticamente modificati rappresentano un rischio per le persone, gli animali e l'ambiente. Come riportato dall'agenzia di stampa AFP, lo studio disponibile per l'agenzia afferma: "L'uso delle tecnologie sarebbe un incubo per l'industria alimentare e i consumatori, perché i rischi non possono essere esclusi anche con un attento esame". Il lavoro è stato commissionato da il gruppo parlamentare dei Verdi. Lo studio, che è stato creato sotto il nome di "Animali di ingegneria genetica: rischio per l'uomo e l'ambiente", traccia un parallelo con l'energia nucleare, in cui sin dall'inizio c'era il problema ancora irrisolto con lo smaltimento. Esiste anche "il problema genetico negli animali con ingegneria genetica" di un aumento sproporzionato dei rischi che sono difficili da valutare. Come hanno spiegato gli autori dell'Institute for Independent Impact Assessment in Biotechnology, Test Biotech, la valutazione del rischio da parte delle autorità ha solo una "funzione alibi".

Conseguenze per la biodiversità
Secondo gli autori, diverse aziende stanno attualmente conducendo una vera e propria campagna per introdurre gli animali in agricoltura che vengono manipolati con nuovi metodi di ingegneria genetica. Ma gli obiettivi dei singoli brevetti sono "discutibili". Ad esempio, la modificazione genetica del latte vaccino porta a cambiamenti indesiderati in tutti i componenti del latte. E i maiali, che sarebbero diventati resistenti a determinati virus attraverso l'ingegneria genetica, potrebbero diventare portatori di questi agenti patogeni. Nel caso di insetti che sono stati geneticamente modificati, la diffusione del genoma artificiale attraverso l'incrocio con la popolazione normale è persino l'obiettivo dichiarato del rilascio. È noto da anni che è stato avviato un tentativo in Brasile per prevenire la diffusione della febbre dengue usando zanzare geneticamente modificate. Lo studio critica che i singoli paesi non possono più difendersi da tali misure. Le conseguenze a lungo termine per la biodiversità non sono "né valutabili" né gli animali "recuperabili".

L'esperto esorta il governo ad agire
"Gli animali di ingegneria genetica hanno una dimensione completamente diversa rispetto alle piante come il mais geneticamente modificato", ha dichiarato l'esperto di ingegneria genetica del Green Group, Harald Ebner, all'agenzia di stampa AFP. Disse che la loro diffusione era "molto meno controllabile" e che tali "esperimenti irresponsabili" non dovevano essere ammessi. Ebner ha affermato che il governo federale deve garantire "che non vi sarà alcuna autorizzazione per gli animali geneticamente modificati nell'UE". In vista dei negoziati sugli accordi di libero scambio con gli Stati Uniti e il Canada, il presidente del comitato ambientale del Bundestag, Bärbel Höhn (Verdi), ha chiesto regole per proteggere le persone e l'ambiente. "Altrimenti, finiamo con prodotti di ingegneria genetica sul mercato e in natura che potrebbero essere stati sottoposti a tutti i metodi di prova e non possono essere recuperati in caso di problemi", ha affermato Höhn dell'AFP.

Prodotto animale geneticamente modificato approvato per la prima volta
Nel novembre dello scorso anno, la Food and Drug Administration americana ha approvato per la prima volta un prodotto animale geneticamente modificato. Secondo l'AFP, ha permesso la vendita del salmone dell'Atlantico, che viene trattato con i geni del salmone del Pacifico per una crescita più rapida. Nel presente studio, gli argomenti delle società di ingegneria genetica, che si riferiscono alla protezione da malattie e allergie e alla salvaguardia del cibo mondiale, sono ora in discussione. Secondo lo studio, le aziende volevano ridisegnare la zootecnia in base alle loro esigenze e vendere i loro animali brevettati. Questa è una minaccia per l'esistenza di agricoltori e allevatori di medie dimensioni. Allo stesso tempo, questo minaccia di espandere l'agricoltura industriale industriale.

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: PCR: reazione a catena della polimerasi Spiegazione semplice (Agosto 2020).